Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi a Presidente Napolitano “ci offriamo come laboratorio fattivo di sogni per la società”.

Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi a Presidente Napolitano “ci offriamo come laboratorio fattivo di sogni per la società”.

“Nel proclamarsi costruttori di sogni possibili i Massoni italiani vogliono offrire ancora oggi l’orizzonte della Liberamuratoria come laboratorio fattivo di sogni per la Società”.

E’ questo uno dei passi più significativi del telegramma inviato dal Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, Gustavo Raffi, al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dalla Gran Loggia 2009 apertasi oggi a Rimini.

“In occasione dell’annuale Gran Loggia – prosegue il testo del telegramma – i Liberimuratori del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, le mandano un saluto ossequioso ed augurale. Vogliamo ancora una volta confermare con parole e fatti la fedeltà del Grande Oriente d’Italia ai valori più intimi della Costituzione italiana, di cui Lei, signor Presidente, è indispensabile garante.”

“Le assicuriamo – conclude il telegramma del Gran Maestro Raffi – che senza scendere sul terreno della politica o della religione, di fronte alla crisi in atto la Massoneria italiana darà il proprio contributo facendo valere la potenza luminoso del sogno contro le tenebre degli incubi”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi, sogniamo un mondo dove possano coesistere etnie, idee, religioni, politiche diverse.

Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi, sogniamo un mondo dove possano coesistere etnie, idee, religioni, politiche diverse.

I lavori della Gran Loggia a Rimini da oggi sino a domenica.

Domani sabato il Gran Maestro Raffi “installato” nella massima carica per il quinquennio 2009-2014.

Con l’inno di Mameli, l’omaggio al Tricolore e con la lettura di un messaggio di saluto inviato al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, si è aperta oggi a Rimini alla presenza di oltre duemila massoni provenienti da tutta Italia, la Gran Loggia 2009 – “Costruttori di sogni possibili” – del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Tra le prime iniziative della giornata, l’inaugurazione delle mostre “La rivoluzione della Repubblica Romana tra celebrazione e satira 1849-2009” e “Esposizione di decorazioni e documenti massonici del XVIII e XIX secolo” a cura del Servizio Biblioteca; e “Massoni illustri nella storia degli Stati Uniti d’America” a cura dell’Associazione italiana di filatelia massonica del Grande Oriente d’Italia; oltre al primo dei momenti di dibattito previsti nella tre giorni di Rimini, il talk show “Costruttori di sogni” condotto dallo psichiatra e saggista Alessandro Meluzzi e al quale sono intervenuti l’ex magistrato Franco Battaglino, il filosofo Michele Ciliberto, il giornalista Oscar Giannino ed il teologo don Paul Renner.

Ma il momento più significativo della prima giornata dei lavori della Gran Loggia 2009 è stato rappresentato dalla Allocuzione del Gran Maestro Gustavo Raffi resa in forma pubblica alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni e della stampa.

“Non sognare – ha detto il Gran Maestro Raffi – è la metafora di una vita senza colore, senza brio, senza respiro, senza ideali, senza fantasia, senza creatività, senza voglia di spendersi per sé e per gli altri. Dove domina una solitudine che ben presto si trasforma nell’egoismo di chi non è capace di slanci disinteressati, di chi abbraccia il meschino interesse, la signoria del denaro, le suggestioni del potere o il narcisismo più sfrenato. Guardandoci intorno ci accorgiamo, purtroppo, che questo è il modello imperante di vita che i mass-media cercano di accreditare come l’unico possibile. Poco importa se molti – in ogni parte del mondo e soprattutto in Occidente – si accontentano di vivere una vita succube del consumismo, della pubblicità e del finto progresso: se preferiscono i sogni televisivi – teleguidati – dove tutto è falso, posticcio, casuale e distraente; e se molti annullano la loro dignità in folli corse verso un potere che è solo uno specchietto per le allodole”.

“Non sono questi i sogni – ha aggiunto – che piacciono ai Liberi Muratori e che essi vogliono sognare. I Liberi Muratori vogliono sognare un mondo migliore e più giusto: un mondo dove possono coesistere etnie, idee, religioni, politiche diverse”.

“Non è un mistero – ha proseguito Raffi – che stiamo vivendo momenti difficili: l’associazione tra liberalismo e mercato sta miseramente naufragando in una crisi senza precedenti che ci ha svegliati non da un sogno qualsiasi ma dal “sonno della ragione”. E indipendentemente dagli esiti di questa crisi bisognerà riconsiderare il modo con cui buona parte degli Stati hanno vissuto sino ad ora: incuranti della realtà e dimentichi dei bisogni altrui. Se questo non avverrà le conseguenze potranno essere assai più disastrose di un generale abbassamento del tenore di vita. Tutte le crisi economiche, inoltre, portano con sé pericolosi contraccolpi politici, istituzionali, sociali e culturali. Significa perdita di fiducia nelle istituzioni, nella politica, negli uomini e nella possibilità di un progresso equitativo.”

“Senza scendere sul terreno della politica o della religione la Liberamuratoria deve – ha detto ancora – fa

Rimini 1 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 “Costruttori di sogni possibili”, dal 3 al 5 aprile al Palacongressi di Rimini.

Rimini 1 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 “Costruttori di sogni possibili”, dal 3 al 5 aprile al Palacongressi di Rimini.

Venerdì 3 aprile alle ore 17,30 Allocuzione pubblica del Gran Maestro Raffi; sabato 4 aprile alle ore 20,00 concerto della cantante israeliana Noa.

“Costruttori di sogni possibili” è il tema scelto dal Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani per la Gran Loggia 2009, la più importante Assise dell’Istituzione. Articolata nella formula inaugurata dalla Gran Maestranza Raffi a partire dal 2000, ossia in un contesto che vede affiancare i lavori rituali con una serie di iniziative pubbliche quali seminari di studio, dibattiti, tavole rotonde, presentazioni di libri, esposizioni di opere d’arte, la Gran Loggia 2009 avrà luogo dal 3 al 5 aprile prossimi, al Palacongressi di Rimini.

“L’essere costruttori di sogni – sottolinea il Gran Maestro Raffi – rimanda a quelle immagini di pace, di armonia, di fratellanza e di tolleranza in cui prendono corpo i valori in cui crede la Libera Muratoria e che professa il Grande Oriente d’Italia. Il nostro sogno è quello di costruire un mondo in cui il compimento pieno dei diritti costituisca il punto di partenza e non quello di arrivo. La Libera Muratoria, nel solco della sua tradizione, si propone dunque ancora una volta come luogo privilegiato di incontro e approfondimento, etico e razionale, sui grandi temi nei quali si dibatte l’umana società”.

La Gran Loggia 2009 sarà aperta venerdì 3 aprile, alle ore 9.30, dalla inaugurazione delle mostre “La rivoluzione della Repubblica Romana tra celebrazione e satira 1849-2009” e “Esposizione di decorazioni e documenti massonici del XVIII e XIX secolo” a cura del Servizio Biblioteca; e “Massoni illustri nella storia degli Stati Uniti d’America” a cura dell’Associazione italiana di filatelia massonica del Grande Oriente d’Italia.

Seguirà il primo dei momenti di dibattito previsti nella tre giorni di Rimini, il talk show “Costruttori di sogni” che sarà condotto dallo psichiatra e saggista Alessandro Meluzzi e al quale parteciperanno il filosofo Salvatore Veca, il giornalista Oscar Giannino ed il teologo don Paul Renner.

Un momento oramai tradizionale, ma sempre molto atteso – ed emblema della politica culturale della trasparenza inaugurata dall’attuale Gran Maestranza – sarà rappresentato, sempre venerdì 3 aprile, alle ore 17.30, dall’apertura del Tempio al pubblico e ai rappresentanti delle Istituzioni, dinnanzi ai quali il Gran Maestro Raffi svolgerà la sua Allocuzione.

Nella giornata di sabato 4 aprile, oltre a esposizioni e presentazioni di libri, è previsto – alle 17,30 – il secondo talk show, dal titolo “Costruttori di utopie” al quale interverranno, moderati da Claudio Bonvecchio, filosofo della politica, Marcello Fagiolo, storico dell’architettura; Dino Cofrancesco, storico delle dottrine politiche; Gabriele Pastrello, storico dell’economia.

Alle ore 20,30 avrà luogo il concerto della cantante israeliana Noa, la cui voce dà corpo e anima all’Israele del dialogo.

Le manifestazioni culturali della Gran Loggia 2009 si concluderanno domenica 5 aprile con l’ultimo dei talk show in programma “Costruttori di realtà”. Su questo tema, moderati dallo storico orientalista Antonio Panaino, si confronteranno Gian Mario Cazzaniga, filosofo della morale; Luisella Battaglia, filosofo dell’etica; Antonio Baldassare, presidente emerito della Corte Costituzionale.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Verrès 28 marzo 2009 – I Templari di ieri e di oggi. Convegno dell’Associazione culturale Mont-Blanc di Saint-Vincent.

Verrès 28 marzo 2009 – I Templari di ieri e di oggi. Convegno dell’Associazione culturale Mont-Blanc di Saint-Vincent.

Nuova iniziativa dell’Associazione Culturale Mont-Blanc di Saint-Vincent (emanazione dell’omonima loggia valdostana) che per il prossimo 28 marzo ha organizzato un convegno a Verrès, cittadina a quasi 40 km da Aosta. “I Templari di ieri e di oggi” è il titolo dell’incontro che si svolgerà nella sala convegni “Le Murasse” della Comunità montana Evançon (località Murasse, 1). Intervengono: Silvio Canavese (Il potere templare), Piero Boldrin (Il giuramento templare e regole di cavalleria), Dario Seglie (I templari segreti, miti e realtà), Morris Ghezzi (La funzione sociale per i templari), Stefano Falcinelli (I templari oggi).

Dopo il convegno sono in programma una cena di gala al Grand Hotel Billia di Saint-Vincent e una ‘puntata’ al Casino de la Vallée (ingresso gratuito anche per i residenti in Valle d’Aosta).

In mattinata, su richiesta, il Comune di Verrès offre la possibilità di visitare il suo rinomato Castello.

Verrès si trova a 38 Km. da Aosta, 72 Km. da Torino ed a 130 Km. da Milano.

In auto è raggiungibile con l’autostrada Torino-Aosta (A5) (il casello autostradale è situato tra l’uscita di Pont St. Martin e l’uscita di Chatillon-Saint Vincent) oppure tramite la S.S 26 Chivasso-Aosta.

Verrès è collegata con pullman sia con Torino che con Milano; in treno con la linea ferroviaria Torino-Aosta e quasi tutti i treni fermano a Verrès.

Vedi la locandina [ Scarica file File Formato PDF Size 252.0 Kb ]

 

Scheda di partecipazione [ Scarica file File Formato Word Size 28.0 Kb ]

 

Vedi invito e mappa [ Scarica file File Formato PDF Size 483.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firenze 14 marzo 2009 – Massoneria e religioni civili. Il Collegio circoscrizionale toscano presenta l’ultimo libro del massonologo Fulvio Conti.

Firenze 14 marzo 2009 – Massoneria e religioni civili. Il Collegio circoscrizionale toscano presenta l’ultimo libro del massonologo Fulvio Conti.

Da metà gennaio è in libreria l’ultima fatica dello storico Fulvio Conti, uno dei massimi esperti di Massoneria in Italia. Il nuovo saggio s’intitola “Massoneria e religioni civili. Cultura laica e liturgie politiche tra XVIII e XX secolo” (il Mulino, pagg. 327, 26 euro) e sarà presentato a Firenze il 14 marzo (ore 16) dal Collegio circoscrizionale della Toscana che mette a disposizione la propria sede di Palazzo Altoviti dè visacci (Borgo degli Albizi 18).

Nell’affrontare un nuovo capitolo di storia della Libera Muratoria, Conti concentra la sua attenzione non sulla vita interna delle logge, ma sulla loro proiezione nella sfera pubblica e su quell’insieme di liturgie che, nel nome del laicismo e del progresso, alimentarono una forma di vera e propria religione civile. Dopo un’analisi del rapporto tra Massoneria e politica, questione educativa e movimento pacifista, sono descritti il suo irradiamento nei paesi del Mediterraneo e la sua penetrazione nel capitalismo imprenditoriale e finanziario. Emerge il suo ruolo nella costruzione del mito del Risorgimento e in particolare del culto di Mazzini e Garibaldi e anche nella gestione della morte e dei rituali funebri di personaggi illustri, massoni e non, l’autore intravede una chiave di lettura per comprendere la nascita delle religioni politiche dell’età contemporanea.

Alla presentazione del 14 marzo interverranno, oltre all’autore, il vicepresidente circoscrizionale Moreno Milighetti, il bibliotecario del Collegio toscano Francesco Borgognoni, il direttore del quotidiano “La Nazione” Giuseppe Mascambruno, il giornalista del “Quotidiano Nazionale” Francesco Ghidetti.

Fulvio Conti insegna Storia contemporanea all’Università di Firenze. Fra i suoi libri: “L’Italia dei democratici” (2000), “Cultura civica e patriottismo” (2001), “I volontari del soccorso” (2004), “Breve storia dello Stato sociale” (con G. Silei, 2005). Con il Mulino ha pubblicato la “Storia della Massoneria italiana. Dal Risorgimento al fascismo” (2003) e ha curato i volumi “La Massoneria a Livorno” (2006) e “La massoneria a Firenze” (2007).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli 13 marzo 2009 – Darwin Day 2009 – Scienza e Umanità – Riflessioni in tema di etica della scienza.

Napoli 13 marzo 2009 – Darwin Day 2009 – Scienza e Umanità – Riflessioni in tema di etica della scienza.

Convegno del Collegio di Campania-Basilicata e del Concilio ‘Vesuvius’ del Gran Concilio dei Massoni Criptici d’Italia.

Per il bicentenario di nascita di Charles Darwin il Collegio circoscrizionale di Campania-Basilicata e il Concilio ‘Vesuvius’ del Gran Concilio dei Massoni Criptici d’Italia hanno in programma il 13 marzo (ore 17,30) un convegno pubblico sul rapporto tra scienza ed etica. Luogo dell’incontro è Napoli, presso il Circolo Darwin (Galleria Umberto I, 27), sede massonica della città.

Sono previsti la lettura magistrale Essere Massone nel mondo attuale di Antonio Perfetti, neo eletto Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia, e il simposio “Scienza e Umanità”. Intervengono: Raffaele Fiume (Etica ed Economia tra globalizzazione e crisi globale), Severino Briccarello (Etica e Religione: Etica – Etiche), Achille Castaldi (Migranti all’alba del Terzo Millennio: Consapevolezza e Solidarietà), Paolo Cesaro (Vivere sul campo la solidarietà). Conclusioni di Salvatore Abita.

Per la circoscrizione di Campania-Basilicata porterà i saluti Geppino Troise, neo eletto Secondo Gran Sorvegliante del Grande Oriente d’Italia, mentre per i Massoni Criptici d’Italia se ne occuperà il fratello Luigi Lauria.

Info: Antonio Giuliani (3358317043 – giuldoc@hotmail.com)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 9 marzo 2009 – Massoneria: Gustavo Raffi riconfermato alla guida del Grande Oriente d’Italia.

Roma 9 marzo 2009 – Massoneria: Gustavo Raffi riconfermato alla guida del Grande Oriente d’Italia.

L’avvocato Gustavo Raffi è stato riconfermato, per il quinquennio 2009 – 2014, alla guida del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, la maggiore istituzione Liberomuratoria esistente in Italia.

La riconferma è avvenuta attraverso le elezioni cui sono stati chiamati gli oltre 14mila Maestri, su un totale di circa 19mila iscritti.

Autore della rivoluzione culturale della trasparenza, che ha portato l’Istituzione ad un confronto aperto e costruttivo con la società civile, il Gran Maestro Raffi ha impegnato il Grande Oriente d’Italia in grandi battaglie. Tra queste quella per la riaffermazione e il rafforzamento della scuola pubblica, per la libertà di ricerca scientifica, per la riaffermazione del pensiero laico e per la necessità che la globalizzazione possa e debba estendersi anche ai diritti umani.

Grazie all’impegno profuso nel corso di tutta la precedente Gran Maestranza Raffi, l’Istituzione ha ritrovato nel consesso delle Gran Logge dell’Europa la dovuta collocazione e la centralità che ad essa compete, quale legittima Obbedienza rappresentativa dei massoni regolari nel mondo.

Grande rinnovamento anche nella vita interna del Grande Oriente d’Italia attraverso un profondo processo di democratizzazione che ha portato, ad esempio, ad attribuire – contrariamente a quanto avveniva in passato – ad ogni Massone con il grado di Maestro il diritto di voto individuale nella elezione del Gran Maestro.

Tutto ciò nel rispetto della tradizione iniziatica, parte integrante ed inalienabile nella vita di ogni Libero Muratore, promuovendo seminari di studio, con la partecipazione di studiosi di fama internazionale, sull’esoterismo, sul linguaggio dei simboli e sul significato dei rituali.

“La Massoneria – ha detto il Gran Maestro Raffi – deve proseguire nell’opera di proposizione del suo fondamentale contributo alla costruzione di una prospettiva etica, culturale e sociale capace di rafforzare quegli ideali di libertà, tolleranza, fratellanza che sono il suo patrimonio ideale. Nel contempo, deve porsi come luogo, intellettualmente libero e critico, di discussione e di dialogo esoterico-spirituale ed etico-filosofico. In questo modo essa può contribuire affinché la nostra società si basi sulla centralità dell’uomo e sulla difesa della sua libertà e dignità, nel rispetto della autonomia di opinione e di giudizio, e senza vincoli dogmatici e condizionamenti di alcuna natura.”

“Nostro fine è che la Libera Muratoria Universale possa – ha concluso – offrire soprattutto alle nuove generazioni un messaggio antico e nuovo, allo stesso tempo, in cui i giovani possano trovare, se lo volessero, gli strumenti per affrontare la loro sete di conoscenza interiore e, non più, delle soluzioni confortevoli o aprioristiche”.

Assieme all’avvocato Raffi il Grande Oriente d’Italia ha eletto i componenti della Giunta esecutiva composta da Massimo Bianchi e Antonio Perfetti, Gran Maestri Aggiunti; Gianfranco De Santis e Giuseppe Troise, rispettivamente Primo e Secondo Gran Sorvegliante; Morris Ghezzi e Piero Lojacono, Grande Oratore e Gran Tesoriere.

La proclamazione – massonicamente, “l’installazione” – del Gran Maestro Raffi avrà luogo nel corso della Grande Loggia 2009, tradizionale assise annuale della Istituzione, che si svolgerà a Rimini dal 3 al 5 aprile prossimi e che avrà come titolo “Costruttori di sogni possibili”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Monopoli 20 febbraio – Massoneria: a Monopoli sabato 21 febbraio cerimonia rituale per nuova Loggia (la Eleusi di Nardò) del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Monopoli 20 febbraio – Massoneria: a Monopoli sabato 21 febbraio cerimonia rituale per nuova Loggia (la Eleusi di Nardò) del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Presente anche il Gran Maestro della Gran Loggia Nazionale di Francia, Francoise Stefani, originario di Nardò.

Si rafforza ulteriormente, in Puglia, la presenza della Massoneria del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Domani sabato 21 febbraio a Monopoli (hotel Melograno), alle ore 10, avrà luogo infatti la cerimonia rituale per la nascita della loggia massonica “Eleusi” di Nardò.

Alla cerimonia saranno presenti il Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi, il Gran Segretario Giuseppe Abramo, il Consigliere dell’Ordine Carlo Petrone e il Presidente del Collegio della Puglia, Mauro Leone.

Vi parteciperà anche, a testimonianza del prestigio internazionale del Grande Oriente d’Italia, il Gran Maestro della Gran Loggia Nazionale di Francia, Francoise Stefani, originario di Nardò, che sarà accompagnato da una delegazione di Grandi Dignitari della Massoneria d’Oltralpe.

Le celebrazioni proseguiranno nel pomeriggio nella Casa Massonica di Nardò con l’insediamento dei Dignitari della nuova loggia.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Castelfranco Veneto 19 febbraio 2009 – Massoni a Treviso. La loggia “Primavera” si racconta in un libro.

Castelfranco Veneto 19 febbraio 2009 – Massoni a Treviso. La loggia “Primavera” si racconta in un libro.

“Quale primavera per i figli della Vedova? Treviso vista e vissuta dai massoni di una loggia del Grande Oriente d’Italia” è il libro della loggia trevigiana “Primavera” (1174). E’ suo perché è narrato dalla viva voce dei maestri venerabili che l’hanno guidata nei suoi pochi anni di vita. La loggia “Primavera” è infatti un’officina del Terzo Millennio che ha messo in campo le proprie energie per confrontarsi col mondo. A cominciare da quello più ridotto della sua città.

Il volume, curato da Carlo Silvano ed edito da Ogm (pagg. 104, euro 10) sarà presentato il 19 febbraio (ore 17,45) nella sala della Biblioteca Comunale di Castelfranco Veneto. Introdurrà la serata l’editore Armando Fiscon.

Il libro è distribuito a Treviso da Tredieci (tel. 0422 440031 – fax 0422 963835).

Info: http://massoneriatreviso.blogspot.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 17 febbraio 2009 – Ettore Ferrari: l’uomo, l’artista, il politico, il massone.

Roma 17 febbraio 2009 – Ettore Ferrari: l’uomo, l’artista, il politico, il massone.

Presentazione all’Accademia Nazionale di San Luca dei due libri di Ettore Passalalpi Ferrari sui monumenti romani a Giordano Bruno e Giuseppe Mazzini dello scultore Ferrari, Gran Maestro

L’Associazione Culturale Ettore Ferrari e il Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia organizzano a Roma per il 17 febbraio (ore 16.30) la presentazione dei due saggi di Ettore Passalalpi Ferrari dedicati ai monumenti romani a Giordano Bruno in Campo de’ Fiori e a Giuseppe Mazzini sull’Aventino, opere esemplari dello scultore Ettore Ferrari.

L’incontro si svolgerà nell’Aula Magna dell’Accademia Nazionale di San Luca (Piazza dell’Accademia di San Luca a Fontana di Trevi) dove studiò lo stesso Ferrari. Fondata nel 1593, l’Accademia fin dal Seicento ha come proprio simbolo l’immagine di San Luca evangelista, pittore e protettore degli artisti. Nel corso dei secoli ha contribuito alla formazione di grandi artisti italiani e stranieri sotto la guida di personaggi come Bernini, Canova, Thorvaldsen. Significativo il suo emblema. Nel 1705 adotta lo stemma che ancora oggi la caratterizza con un triangolo equilatero formato dai tre strumenti tipici delle tre arti principali praticate nell’istituzione: il pennello per la pittura, lo scalpello per la scultura e il compasso per l’architettura

I due libri presentati il 17 febbraio ripercorrono il travagliato iter che i monumenti a Giordano Bruno e a Giuseppe Mazzini affrontarono per essere offerti alla vista di tutti. Descrivono il contesto storico, politico e sociale della nuova Italia unificata e di quella in cerca di identità che vuole affondare le proprie radici nei valori risorgimentali. La presentazione offrirà perciò l’occasione di parlare degli umori di un’epoca e del ruolo assunto da Ettore Ferrari, scultore di fama, ma anche politico impegnato, parlamentare e Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia. Interverranno: Francesco Taddei, Bernardino Fioravanti, Renato Mammucari, Marco Pizzo, Carlo Ricotti, Luigi Zaccheo e Gustavo Raffi.

La manifestazione è in agenda nel sito dell’Accademia Nazionale di San Luca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firenze 14 febbraio 2009 – Il pensiero libero dell’Italia moderna. Conferenza di Michele Ciliberto nella casa massonica.

Firenze 14 febbraio 2009 – Il pensiero libero dell’Italia moderna. Conferenza di Michele Ciliberto nella casa massonica.

Firenze – Biblioteca Laica – Il pensiero libero dell’Italia moderna è il titolo del libro curato da Michele Ciliberto (Ordinario di Storia della Filosofia moderna e contemporanea presso la Scuola Normale Superiore di Pisa) edito la fine dello scorso anno da Laterza.

Sarà presentato nella casa massonica fiorentina (Borgo degli Albizi 18) il 14 febbraio (ore 16) su iniziativa del Collegio circoscrizionale della Toscana. Il bibliotecario Francesco Borgognoni coordinerà l’incontro che sarà introdotto dal vicepresidente circoscrizionale Moreno Milighetti. Sarà presente il curatore.

Leggi il programma [ Scarica file File Formato PDF Size 151.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 10 febbraio 2009 – Giornata del Ricordo: Massoneria, Raffi (Goi) “mai più l’atrocità della pulizia etnica”.

Roma 10 febbraio 2009 – Giornata del Ricordo: Massoneria, Raffi (Goi) “mai più l’atrocità della pulizia etnica”.

“L’istituzione della Giornata del Ricordo finalmente riscatta il nostro Paese dall’omertà ideologica che ha occultato la pulizia etnica perpetrata contro gli italiani alla fine della seconda Guerra Mondiale e ristabilisce la verità storica”.

Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

“I soprusi di cui furono vittime gli italiani d’Istria, le violenze, le umiliazioni e le prevaricazioni che migliaia di italiani indifesi dovettero subire, siano anche l’occasione – ha aggiunto – per ricordare i valori di dignità della persona, di rispetto della vita e dei diritti umani”.

“Questa giornata sia allora di monito – ha concluso il Gran Maestro Raffi – affinché mai più in Europa e nel mondo si consumi e si giustifichi l’atrocità della “pulizia etnica”, negazione della vita umana, dell’identità e della libertà dei popoli. Tanto più ora che la democrazia e la libertà nel rispetto della multiculturalità, della multietnicità e della multireligiosità sono assurti a valori fondanti dell’integrazione europea”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Roma 9 febbraio 2009 – I 160 anni della Repubblica Romana. Manifestazione a Villa ‘Il Vascello’ organizzato dal Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia e dal Collegio circoscrizionale del Lazio.

Roma 9 febbraio 2009 – I 160 anni della Repubblica Romana. Manifestazione a Villa ‘Il Vascello’ organizzato dal Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia e dal Collegio circoscrizionale del Lazio.

Un libro e una mostra per celebrare il 160esimo anniversario della Repubblica Romana. E’ una iniziativa del Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia e del Collegio circoscrizionale del Lazio che per il 9 febbraio hanno organizzato a Villa ‘Il Vascello’ la presentazione del libro di Stefano Tomassini “Storia avventurosa della Rivoluzione Romana. Repubblicani, liberali e papalini nella Roma del ’48” e l’inaugurazione di una esposizione di volumi e stampe “1849-2009. La Repubblica Romana in Biblioteca”. La manifestazione avrà inizio alle ore 18 (via di San Pancrazio 8 – Roma).

Nel libro Tomassini descrive la città caput mundi, perno dello Stato Pontificio e della sorte del resto d’Italia, oggetto delle mire egemoniche di tutta Europa, tra i rocamboleschi anni precedenti alla Repubblica e la confusione che contribuì alla sua caduta. Nei pochi mesi in cui Roma rimase senza papa visse una realtà quasi impensabile e gettò per la prima volta le basi di istituzioni laiche, emancipate dal potere temporale della Chiesa.

In un serrato dialogo con il lettore, l’autore interroga ogni possibile documento per ricostruire l’ascesa e il declino del sogno repubblicano, scavando negli stati d’animo dei protagonisti, nei loro dilemmi, nelle loro scelte e nella quotidianità di un popolo reattivo alle tensioni del proprio tempo. Un racconto di vicende turbolente, prima suscitate e poi subite da Pio IX con i suoi mutamenti d’umore, da Pellegrino Rossi con il suo severo pragmatismo, da Garibaldi con la sua passione e ingenuità politica, da Mazzini con l’utopia divenuta reale per pochi mesi. “Storia avventurosa della Rivoluzione romana” è una rara opera in cui il rigore storico si unisce alla ricostruzione dettagliata dell’aneddoto e la profondità del saggio a un’incalzante prosa narrativa.

Intervengono alla presentazione l’autore Stefano Tomassini, gli storici Giuseppe Parlato, Rettore della Libera Università “San Pio V” di Roma, e Roberto Balzani, Preside della Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università di Bologna (sede Ravenna), il giornalista Stefano Folli, il presidente circoscrizionale del Lazio Bruno Battisti D’Amario, il Gran Maestro Gustavo Raffi. Introduce Dino Fioravanti, responsabile del Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia.

La mostra “1849-2009. La Repubblica Romana in Biblioteca” resterà aperta sino al 16 febbraio (ore 10,30-13 e 14,30-18).

Info: 06 5899344-215 (bibliogoi@grandeoriente.it)

Leggi l’invito all’evento [ Scarica file File Formato PDF Size 113.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 27 gennaio 2009 – Giornata Memoria: Massoneria, Raffi, (GOI) “monito affinché mai più tragedie simili insanguinino il mondo”.

Roma 27 gennaio 2009 – Giornata Memoria: Massoneria, Raffi, (GOI) “monito affinché mai più tragedie simili insanguinino il mondo”.

“E’ indispensabile sottolineare ancora una volta come il ricordo della Shoah sia sempre di più un monito per coloro che lottano per impedire che vengano perpetrati nuovi crimini contro l’Umanità e per difendere con forza l’uguaglianza, le libertà civili, la solidarietà, la partecipazione: serva a ricordare a tutti che la lotta contro l’odio razziale e religioso non è mai finita”.

“Per questo motivo credo sia indispensabile promuovere un’opera pedagogica, rivolta in primo luogo ai giovani, affinché conservino la memoria di quella indegna stagione di barbarie contro il popolo ebraico, ma soprattutto per farli crescere quali cittadini difensori della democrazia, capaci di costruire un mondo migliore di quello in cui noi tutti ora viviamo”.

Sono questi alcuni dei passaggi del messaggio che il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, avvocato Gustavo Raffi, ha inviato, in occasione della Giornata della Memoria, al presidente dell’Ucei, Renzo Gattegna, e al Rabbino Capo di Roma, Riccardo Di Segni.

“La Libera Muratoria – continua il messaggio – erede dei principi universali di fratellanza, uguaglianza e solidarietà, alza con forza il suo grido contro ogni barbarie, contro ogni intolleranza, contro ogni forma di oppressione e di discriminazione verso chi ci appare diverso e contro ogni manifestazione volta a umiliare e a distruggere la dignità dell’Uomo. Nostro compito è, infatti, anche quello di impedire che l’umanità, un’altra volta, venga travolta da una simile ondata di totalitarismi, dogmatismi e razzismi”.

“E’ con questi sentimenti – conclude – che – a nome dei Massoni tutti del Grande Oriente d’Italia – mi rivolgo a Voi nell’augurio che il ricordo di quella tragica barbarie rappresenti un monito per tutti affinché mai più tragedie simili insanguinino il mondo.”

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Napoli 17 gennaio 2009 – Centenario della loggia “Bovio-Caracciolo”. Una tornata rituale celebra l’anniversario.

Napoli 17 gennaio 2009 – Centenario della loggia “Bovio-Caracciolo”. Una tornata rituale celebra l’anniversario.

La loggia “Bovio-Caracciolo” (199) di Napoli festeggia i suoi primi cento anni il 17 gennaio.
La casa massonica della città (Galleria Umberto I, 7) ospiterà le celebrazioni con una tornata rituale condotta dal maestro venerabile Giovanni Esposito.

Nel corso dei lavori – che avranno inizio alle ore 9,30 – sarà insediato il nuovo venerabile, il fratello Donato Gamba.

La loggia celebrata nasce da tre officine, la “Giovanni Bovio”, la “Francesco Caracciolo” e la “Ora e Sempre”.

Info: Giovanni Esposito: studioesposito@fastwebnet.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Reggio Calabria 26 dicembre 2008 – Sisma 1908: Massoneria; il Grande Oriente d’Italia commemora solennemente il centenario.

Reggio Calabria 26 dicembre 2008 – Sisma 1908: Massoneria; il Grande Oriente d’Italia commemora solennemente il centenario.

Domenica 28 dicembre – con ingresso libero – un Concerto al Teatro Siracusa di Raggio Calabria. Presente il Gran Maestro Raffi.

Nella ricorrenza del centenario del terremoto, il più funesto della storia d’Europa, che il 28 dicembre del 1908 colpì le città di Reggio Calabria e di Messina, la Massoneria calabrese del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani commemorerà l’evento con un concerto di musica sacra cui faranno da cornice una introduzione dello storico Santi fedele dell’università di Messina e le conclusione del Gran Maestro Raffi.

Nella tragica circostanza i Liberi Muratori si prodigarono attivamente e personalmente nelle iniziative di solidarietà a favore delle popolazioni martoriate, Lo stesso Gran Maestro Ettore Ferrara fece appello alle Massonerie europee e internazionali per richiedere, ottenendoli, concreti interventi umanitari.

“Il ricordo – ha sottolineato il Gran Maestro Gustavo Raffi – non è mai inutile poiché rafforza il senso della comunità, alla quale apparteniamo, e della sua storia. Il ricordo ci da la forza di lottare per un mondo migliore, nella consapevolezza di contribuire al farsi della storia. Sicuri, anche, quando ci si prodiga per chi soffre, di far emergere la parte migliore di noi”.

Il concerto di musica sacra – previste, tra le altre, musiche di Chopin, Mozart, Beethoven e Donizetti – si terrà, con ingresso libero, alle ore 18, al Teatro Siracusa di Reggio Calabria.


Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 15 dicembre 2008 – Gelli: Massoneria Gran Maestro Raffi (GOI) “riappare il fantasma e conta panzane. Cui prodest?”

Roma 15 dicembre 2008 – Gelli: Massoneria Gran Maestro Raffi (GOI) “riappare il fantasma e conta panzane. Cui prodest?”

In riferimento all’articolo pubblicato oggi dal quotidiano La Stampa con il titolo “Ci sono le logge dietro la crisi della sinistra”, il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, avvocato Gustavo Raffi, smentisce categoricamente, bollandole come “panzane”, le dichiarazioni del Gelli, secondo le quali, a Firenze, le logge del Grande Oriente d’Italia si sarebbero rivoltate contro la sinistra al governo della città.

“Il Grande Oriente d’Italia – sottolinea Raffi – non si occupa di politica, non è di destra, né di sinistra, né di centro e, comunque, non si ingerisce nelle competizioni elettorali né nella città dei Medici, né altrove. E’, al contrario, pluralista al suo interno e all’esterno, lasciando ai propri membri, quali liberi cittadini, di esprimere il proprio voto secondo coscienza. Questa è la regola!”

“Il Gelli la spara grossa – continua – il Grande Oriente d’Italia non ha nulla a che spartire con costui, in quanto, senza possibilità di equivoci e di ripensamenti, ha sempre condannato il suo operato ed il fenomeno del “piduismo”. Purtroppo per lui il tempo gioca brutti scherzi e la disinformazione fa il resto.

“A titolo di esempio – conclude il Gran Maestro – a Firenze le logge del Grande Oriente sono 44 e non già 520, come millanta ; la Regione Marche ha abrogato da anni le norme che discriminavano i Massoni. E ciò in ottemperanza ad una sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo che accolse il ricorso del Grande Oriente d’Italia”.
“Et de hoc satis!”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Trani 13 dicembre 2008 – La Puglia di Garibaldi Convegno della loggia “Bensalem”. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Trani 13 dicembre 2008 – La Puglia di Garibaldi Convegno della loggia “Bensalem”. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

“Garibaldi e la Puglia: soldato, politico e massone” è il convegno organizzato a Trani il 13 dicembre alle ore 18 dall’Associazione Culturale “Bensalem” e la omonima loggia tranese in collaborazione con il Grande Oriente nazionale, il Collegio circoscrizionale della Puglia, le associazioni “Stupor Mundi Onlus”, “Sovero”, Progetto Vite Esemplari e i Lions Clubs Minervino-Canosa-Spinazzola e “Triggiano Peucetia”.

Sede dell’incontro è il Monastero di Santa Maria Colonna (Penisola di Colonna-Piazzale S.M. di Colonna). Dopo i saluti delle autorità e la presentazione di Carlo Petrone, consigliere dell’Ordine in Giunta, intervengono: Anita Garibaldi (Garibaldi marinaio, soldato e italiano), Giuseppe Inchingolo (Garibaldi eletto nel collegio di Andria), Aldo Chiarle, Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia (Garibaldi, massone e padre della Patria). Il Gran Maestro Gustavo Raffi chiude i lavori, moderati da Antonio Perfetti, presidente della Corte Centrale del Grande Oriente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 10 dicembre 2008 – Diritti umani: Massoneria, Gran Maestro Raffi (Goi) “valori assoluti e non negoziabili”.

Roma 10 dicembre 2008 – Diritti umani: Massoneria, Gran Maestro Raffi (Goi) “valori assoluti e non negoziabili”.

Domani, sabato 30 gennaio, ore 16,30, Aula Magna nuova dell’Università degli Studi.

“I diritti sanciti dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo, senza i quali non possiamo vivere come esseri umani, non devono rimanere un’idea astratta di giuristi e di filosofi, ma devono concretizzarsi nella vita di ogni uomo. Il rispetto di tali diritti rappresenta, infatti, un valore assoluto e non negoziabile”.

Lo ha dichiarato il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, avvocato Gustavo Raffi, in occasione del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo.

“Purtroppo – ha aggiunto – le libertà fondamentali contenute nella Dichiarazione non rappresentano oggi una realtà per tutti. Non possiamo non essere, oggi, profondamente preoccupati e angosciati del fatto che i diritti umani sono massicciamente violati in tante parti del mondo a causa della povertà, dei conflitti, del terrorismo e della violenza in genere, del pregiudizio e del mal governo”.

“Auspico – ha concluso – che i Governi degli Stati riformino i loro Ordinamenti ad una visione del mondo che ponga al centro la dignità e il valore della persona umana, e che i loro rappresentanti in seno alle Nazioni Unite operino di conseguenza, con un rinnovato impegno comune nell’affermazione dei postulati fondamentali del vivere civile”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Bologna 6 dicembre 2008 – Diritti umani e Costituzione italiana. Convegno del Collegio circoscrizionale dell’Emilia Romagna per sessantennale Dichiarazione Diritti Umani e nostra Carta costituzionale. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Bologna 6 dicembre 2008 – Diritti umani e Costituzione italiana. Convegno del Collegio circoscrizionale dell’Emilia Romagna per sessantennale Dichiarazione Diritti Umani e nostra Carta costituzionale. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Antonio Baldassarre (Presidente Emerito della Corte Costituzionale), Giovanni Greco (Ordinario di Storia Contemporanea all’Università di Bologna), Massimo Panebianco (Ordinario di Diritto Internazionale all’Universita di Salerno), Paolo Zanca (vicepresidente dell’Assemblea Legislativa Regionale dell’Emilia Romagna) e il Gran Maestro Gustavo Raffi, saranno i protagonisti del convegno “La Dichiarazione dei Diritti Umani e la Costituzione della Repubblica Italiana: 1948-2008 attualità e prospettive” in programma a Bologna la mattina del 6 dicembre (dalle ore 9.30) su iniziativa del Collegio circoscrizionale dell’Emilia Romagna con il patrocinio della Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Bologna. La manifestazione si svolgerà nell’Aula Prodi del Complesso San Giovanni in Monte dell’Università di Bologna.

Grande Oriente d'Italia

Nella stessa giornata sarà emesso un annullo postale speciale in collaborazione con l’Associazione Italiana di Filatelia Massonica del Grande Oriente d’Italia (Aifm-Goi)

Info: goi.bo@tin.it Leggi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 559.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Bologna 3 dicembre 2008 – 60° Costituzione e Dichiarazione diritti dell’Uomo: Massoneria, celebrazioni Grande Oriente sabato 6 dicembre a Bologna.

Bologna 3 dicembre 2008 – 60° Costituzione e Dichiarazione diritti dell’Uomo: Massoneria, celebrazioni Grande Oriente sabato 6 dicembre a Bologna.

Si conclude a Bologna, con il Convegno di studi “La Costituzione della Repubblica Italiana e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: 1948 – 2008. Attualità e prospettive” – sabato 6 dicembre, ore 9,30, Aula Prodi, Complesso S.Giovanni in Monte, Piazza San Giovanni in Monte 2 – il ciclo di celebrazioni che il Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani ha dedicato, nel corso di tutto il 2008, al 60° anniversario della Costituzione repubblicana e a quello della Dichiarazione universale dei Diritti Umani.

Storici, studiosi ed esponenti delle Istituzioni sono stati chiamati dal Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili dell’Emilia Romagna a dibattere su questi due storici documenti.

“L’appuntamento – spiega il professor Gianfranco Morrone, Presidente del Collegio dell’Emilia Romagna, presentando l’iniziativa, – rappresenta una seria riflessione su idee e valori che tuttora costituiscono le basi della nostra democrazia e del vivere civile”.

“Il Convegno – che si svolge sotto i Patrocini della Provincia di Bologna e dell’ Assemblea Regionale dell’ Emilia Romagna – vedrà la partecipazione di Paolo Zanca, Vicepresidente dell’Assemblea Legislativa Regionale; di Antonio Baldassarre, Presidente Emerito della Corte Costituzionale; di Giovanni Greco, dell’Università di Bologna; di Massimo Panebianco, dell’Università di Salerno e di Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia. I lavori verranno introdotto dal professor Angelo Scavone che fungerà anche da moderatore.

E proprio Raffi, ha sottolineato come la Costituzione “non sia per i Liberi Muratori un atto formale. Il nostro Paese, pur avendo subito una trasformazione straordinaria, deve rimanere saldamente ancorato ai principi ispiratori della Carta Costituzionale che ne rappresentano l’identità e che costituiscono, tuttora, le basi su cui costruire una Comunità nazionale libera e giusta”.

Sulla Dichiarazione Universale il Gran Maestro Raffi ha ricordato come “i diritti che essa sancisce, e senza i quali non possiamo vivere come esseri umani, non sono un’idea astratta di giuristi e di filosofi, ma si concretizzano, o meglio, devono concretizzarsi nella vita di ogni uomo. Purtroppo le libertà fondamentali contenute nella Dichiarazione non rappresentano, sempre ed ovunque, una realtà per tutti. Auspico, invece, che proprio l’anniversario sia una opportunità per garantire la trasformazione di questi diritti in una realtà vera e propria, affinché essi possano essere noti, compresi e, soprattutto, goduti ovunque e da chiunque perché rappresentano l’essenza stessa dell’ essere uomini”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa

Catania 29 novembre 2008 – In ricordo di un grande massone Omaggio al Gran Maestro Onorario Francesco Landolina a due anni dalla morte. L’iniziativa è della loggia catanese “Giuseppe Garibaldi”.

Catania 29 novembre 2008 – In ricordo di un grande massone Omaggio al Gran Maestro Onorario Francesco Landolina a due anni dalla morte. L’iniziativa è della loggia catanese “Giuseppe Garibaldi”.

La loggia “Giuseppe Garibaldi” di Catania, in collaborazione con l’Associazione Italiana di Filatelia Massonica del Grande Oriente d’Italia (Aifm-Goi), celebra il 29 novembre la figura di Francesco Landolina, Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia, con l’emissione di una busta filatelica commemorativa con annullo postale speciale. La manifestazione si svolgerà nella casa massonica catanese (Via Maddem 153) dalle ore 10 e sarà occasione per ricordare con un convegno la personalità di un grande massone vissuto quasi tutta la vita per la Libera Muratoria alla quale aderì nel 1919. Ci ha lasciato due anni fa all’età di 104 anni.

Dopo i saluti del maestro venerabile della “Garibaldi”, Francesco Zaccà, e l’introduzione di Salvatore Rizzo, delegato regionale Aifm-Goi, intervengono Massimo Morgantini, segretario nazionale Aifm-Goi, (La filatelia massonica in Italia) e Ferdinando Testa, psicoterapeuta e scrittore, (Francesco Landolina: una vita straordinaria). Chiude il convegno il Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi.

Info: 393 9034491

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Città di Castello 29 novembre 2008 – Il male di vivere Convegno della loggia “Armonia”. Partecipa il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Città di Castello 29 novembre 2008 – Il male di vivere Convegno della loggia “Armonia”. Partecipa il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Riflettere sul “male di vivere” è doveroso ma occorrono risposte e soluzioni. Il 29 novembre la loggia “Armonia” (1153) di Città di Castello ha invitato, nella propria città, medici, sociologi, giornalisti e anche un sacerdote, ad interrogarsi su cause e effetti di un fenomeno sempre più diffuso a tutti i livelli sociali. Il convegno “Il male di vivere” si svolgerà – dalle ore 15 – a Palazzo Vitelli (Piazza Garibaldi), sede della Cassa di Risparmio di Città di Castello, con un programma molto articolato che prevede il collegamento internazionale in videoconferenza con due specialisti massoni, a San Paolo del Brasile e a Bucarest, testimoni della realtà dei loro Paesi.

Dopo l’introduzione del maestro venerabile Mauro Minciotti, interverranno: Adolfo Puxeddu, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Perugia, (Società e giovani); Norberto Pentiricci, direttore U.O.C. Ser.T Altotevere Asl 1, (Dipendenze: vecchio e nuovo); Cesare Baccini, docente di Tossicologia all’Università di Bologna, (Alcool, droghe, farmaci e incidenti stradali); Massimo Biondi, pediatra e genetista all’Ospedale Civile di Avellino, (Nichilismo e tecnologia, i nuovi Dei); Stefano Bisi, caporedattore del Corriere di Siena, (Alcool-droghe: il caso Siena); Don Paolino Trani, presidente Ceis di Città di Castello – Organizzazione recupero Tossicodipendenti, (Esperienze di vita nel Centro Recupero); Aleksandar Jovanovic, semiologo e linguista all’Università di San Paolo del Brasile (Tempi moderni e il vuoto dell’esistenza); George Minculescu, ingegnere, (Droghe, situazione a Bucarest).

Dopo un breve dibattito e un coffee break, la seconda parte del convegno sarà incentrata su “Quali riflessioni e proposte a questo male di vivere”. Porteranno contributi: dal punto di vista medico, Alberto Massarelli, psichiatra e psicanalista junghiano; in ambito teologico, don Paolino Trani, sacerdote e parroco; sul profilo massonico, Morris Ghezzi, docente di Filosofia del Diritto all’Università di Milano e Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia.

Il Gran Maestro Gustavo Raffi chiuderà i lavori che saranno moderati dal presidente circoscrizionale dell’Umbria Fulvio Bussani, direttore del Dipartimento d’emergenza della ASL 2 di Perugia.

Sarà possibile seguire il convegno in diretta mondiale su www.guerrinitv.it con possibilità di chat interattiva.

Info: minciottimauro@libero.itcastagnoli.f@libero.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Udine 15 novembre 2008 – Nuove forme di famiglia, l’evoluzione dell’Amore. Relatori d’eccezione per il convegno del Consiglio dei maestri venerabili di Udine. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Udine 15 novembre 2008 – Nuove forme di famiglia, l’evoluzione dell’Amore. Relatori d’eccezione per il convegno del Consiglio dei maestri venerabili di Udine. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Tema di grandissima attualità in discussione ad Udine il 15 novembre per il tradizionale convegno autunnale del Consiglio dei maestri venerabili della città che, ancora una volta, si svolgerà a Palazzo Kechler con il patrocinio del Collegio circoscrizionale del Friuli Venezia Giulia. Dal primo pomeriggio (ore 14,30) si parlerà di “Nuove forme di famiglia, l’evoluzione dell’amore” con specialisti di varie discipline e il Gran Maestro Gustavo Raffi responsabile delle conclusioni del convegno. Interverranno: i giuristi Enzio Volli (Gran Maestro Onorario), Antonio Picotti (ex presidente del Collegio del Friuli Venezia Giulia) e Giovanni Cecconi (segretario della Corte Centrale) in veste anche di coordinatore dei lavori, lo storico Fulvio Salimbeni, la ginecologa e ricercatrice Anna Pia Ferraretti, la filosofa Luisella Battaglia, lo psichiatra Alessandro Meluzzi.

In apertura è previsto il saluto del presidente circoscrizionale Renzo Sagues e la presentazione del convegno da parte del presidente delle logge udinesi Sergio Parmegiani.

Info: brunocompasso@gmail.com

Leggi il programma completo [ Scarica file File Formato PDF Size 306.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firenze 13 novembre 2008 – Festa della luce. Tradizionale appuntamento del Collegio circoscrizionale della Toscana per il solstizio d’inverno.

Firenze 13 novembre 2008 – Festa della luce. Tradizionale appuntamento del Collegio circoscrizionale della Toscana per il solstizio d’inverno.

Com’è ormai tradizione, il Collegio circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Toscana organizza anche quest’anno la suggestiva Festa della Luce che si svolge in prossimità del solstizio d’inverno, con l’inizio del ritorno del sole nei cieli boreli, e celebra la “nascita” e quindi la rinascita spirituale.

L’appuntamento è allo Sheraton Hotel di Firenze alle ore 17 del 13 dicembre con una cerimonia in due momenti: l’apertura e la chiusura saranno rituali e riservate esclusivamente ai massoni del Grande Oriente d’Italia, mentre la parte centrale della serata, di circa un’ora, potrà essere seguita anche da familiari e amici non massoni. Avrà inizio alle 18,30 e prevede l’allocuzione del Gran Maestro Gustavo Raffi che parteciperà a tutta la manifestazione.

Chiude un’agape (ore 20) aperta a familiari e altri ospiti.

Costo a persona 40 euro con prenotazione obbligatoria entro il 5 dicembre.

MODALITÀ

1. effettuare un bonifico bancario a
BANCA FEDERICO DEL VECCHIO S.p.A. – AGENZIA 6 – VIA DEGLI ORTI ORICELLARI, 30
– 50123 FIRENZE FI
specificando:

(beneficiario) Collegio Circoscrizionale dei MMVV della Toscana

(IBAN) IT 81 K 03253 02806 000000011740

(causale) Festa della Luce per partecipanti

(mittente) “nome e cognome del prenotante”

2. inviare per fax la copia del bonifico al Collegio (055/2341233)

3. la sera della Festa ritirare il coupon alla segreteria allestita all’Hotel Sheraton

Descrizione dell’immagine “Verità svelata dal tempo” di Giovanbattista Tiepolo.

La giovane donna, posata accanto al globo terrestre su un soffice tappeto di nubi, rappresenta la Verità che stringe con la mano destra uno specchio, mentre con la sinistra sorregge il disco solare, simbolo della luce della Ragione. Il corpo nudo, morbido e sensuale della giovane è stretto tra le braccia del Tempo, rappresentato secondo la tradizione allegorica come un vecchio, la cui pelle raggrinzita contrasta nettamente con le carni rosee e levigate della fanciulla. Il Tempo, abbandonata la grande falce, suo consueto attributo, volge lo sguardo accigliato verso uno dei putti, più vivace degli altri, che gli ha appena rubato la clessidra,mentre impugna con la mano destra una foglia di palma che allude alla Verità. Sulla destra della tela, al di sotto di un putto con una corona d’alloro, appare la Menzogna abbagliata dalla luce accecante della verità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 10 novembre 2008 – Storia dei Laici. A Villa ‘Il Vascello’ presentazione dell’ultimo libro di Massimo Teodori. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Roma 10 novembre 2008 – Storia dei Laici. A Villa ‘Il Vascello’ presentazione dell’ultimo libro di Massimo Teodori. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Edita da Marsilio, è in libreria l’ultima ‘fatica’ del politologo Massimo Teodori. “Storia dei laici, nell’Italia clericale e comunista” ripercorre in maniera esauriente l’intero cammino nella Repubblica dei gruppi laici e antitotalitari italiani di matrice liberale, democratica e socialista. È la storia veritiera e originale del mondo politico e culturale che fu antifascista senza essere comunista e anticomunista senza essere fascista e clericale. Ed è per questa singolarità che i cattolici, predominanti in politica, e i comunisti, egemoni nella cultura, hanno tentato di cancellarne la memoria, pur trattandosi delle più significative correnti politiche e culturali che hanno reso migliore l’Italia.

Il Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia presenta il volume il 10 novembre (ore 18,30) a Villa Il Vascello, sede nazionale del Grande Oriente. Oltre all’autore, intervengono i giornalisti Massimo Bordin e Lino Jannuzzi, il senatore Luigi Compagna (Ordinario di Storia delle Dottrine Politiche alla Luiss-Guido Carli di Roma), il Gran Maestro Gustavo Raffi. Introduce Dino Fioravanti, responsabile del Servizio Biblioteca.

Leggi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 145.9 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Trieste 8 novembre 2008 – Storia e tradizione. Venticinquennale della loggia “Ars Regia”.

Trieste 8 novembre 2008 – Storia e tradizione. Venticinquennale della loggia “Ars Regia”.

La loggia triestina “Ars Regia” (1032) celebra 25 anni di nascita l’8 novembre e i festeggiamenti si svolgeranno nella casa massonica di Trieste (Circolo Gymnasium, Corso Umberto Saba 20) in due momenti, uno riservato ai soli massoni del Grande Oriente e l’altro pubblico con una tavola rotonda. Si comincia alle 10,30 con una tornata rituale in grado di apprendista e si prosegue nel pomeriggio (ore 17,30) con la conferenza del Consigliere dell’Ordine Claudio Bonvecchio e del fratello Ugo Rosenholz, membro della “Ars Regia” e decano del Grande Oriente d’Italia del secondo dopoguerra: l’anno prossimo festeggerà i suoi 60 anni di appartenenza. L’incontro ha per titolo “Ars Regia nella tradizione e nella storia”.

Chiude le celebrazioni una cena al Ristorante “Suban”.

Info e prenotazioni: vedi programma [ Scarica file File Formato PDF Size 179.5 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 6 novembre 2008 – Servizio Biblioteca presenta “Il tradimento del Templare”, libro postumo di Franco Cuomo. L’appuntamento è a Villa ‘Il Vascello’. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Roma 6 novembre 2008 – Servizio Biblioteca presenta “Il tradimento del Templare”, libro postumo di Franco Cuomo. L’appuntamento è a Villa ‘Il Vascello’. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Dal 23 settembre è in libreria il romanzo postumo di Franco Cuomo,“Il tradimento del Templare” (Baldini Castoldi Dalai), avvincente spy story di ambiente medievale che non rinuncia alla precisione storia.

Saranno proprio due medievalisti, Italo Comelli dell’Università Popolare di Parma, e Ludovico Gatto della “Sapienza” di Roma, a discuterne il 6 novembre a Villa ‘Il Vascello’ (ore 18,30 – Via di San Pancrazio 8 – Roma) nella presentazione dell’opera organizzata dal Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia. Partecipa il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Leggi la Nota dell’Autore

Leggi l’intervento sui templari di Franco Cuomo

Chi era Franco Cuomo

Leggi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 105.2 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sanremo 1 novembre 2008 – Templari, radici d’Europa. Convegno dell’Associazione sanremese Novantotto in collaborazione con l’Associazione culturale Mont-Blanc di Saint-Vincent, entrambe emanazioni di logge del Grande Oriente.

Sanremo 1 novembre 2008 – Templari, radici d’Europa. Convegno dell’Associazione sanremese Novantotto in collaborazione con l’Associazione culturale Mont-Blanc di Saint-Vincent, entrambe emanazioni di logge del Grande Oriente.

“I Templari, le radici dell’Europa” è il tema del convegno organizzato dall’Associazione “Novantotto”, emanazione della loggia “Giuseppe Mazzini” (98) di Sanremo, per il pomeriggio del 1° novembre (ore 16,30) presso il Piccolo Teatro della Federazione Operaia Sanremese.
L’evento si svolge in collaborazione con l’Associazione Culturale Mont-Blanc di Saint-Vincent, costituita dall’omonima officina – la (1197) – della provincia di Aosta alla quale appartengono tutti i relatori in programma. Intervengono: Michele Praz (La Regola di San Bernardo per i Cavalieri del Tempio), Lorenzo Bal (Vita quotidiana dei Cavalieri del Tempio), Stefano Mosca (La cerimonia di iniziazione), Emilio Zanelli (La Flotta Templare) e Silvio Canavese (Economia, Logistica e Guerra).

Info: novantotto@gmail.com

Leggi il programma [ Scarica file File Formato PDF Size 74.4 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA