‘La grammatica del dono’ e la bellezza del viaggio iniziatico. A Palmi la testimonianza di Mauro Cascio

Il secondo incontro di “Per Colloquia Aedificare”. Una lezione di vista: “….soli si può andare veloci, ma solo insieme si può andare lontano”.

Lo scorso 11 ottobre, in un Tempio allestito in maniera suggestiva presso il noto Hotel Stella Maris di Palmi, grazie all’Officina Pitagora-XXIX Agosto n. 1168, si è tenuto il secondo incontro della tredicesima edizione del “Per Colloquia Aedificare”, percorso culturale amato e atteso dai tanti fratelli che oramai alimentano la loro partecipazione con sempre maggiore entusiasmo. Tema di questa edizione: “Massoneria e Prossimità, per una autentica convivialità delle differenze”.
Hanno impreziosito la serata innumerevoli Fratelli provenienti da quasi tutti gli orienti calabresi. Significativa la presenza di Logge rappresentate dai loro maestri venerabili o altri delegati: Giorgio De Luca (D. Romeo – Reggio Cal.), Maurizio Maisano (Logoteta-Reggio Calabria), Enrico Paratore (E. Ferrari – Palmi), Antonio Castellano (Armonia – Siderno), Franco Matina (B. Franklin – Gioia Tauro), Ali Barati (M. Morelli – Vibo Valentia). Hanno, inoltre, preso parte ai Lavori i Fratelli Raffaele Scarfò, vice presidente del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Calabria, e Tonino Seminario, ex presidente Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Calabria , il Consigliere dell’Ordine Nino Marcianò, il Garante di Amicizia Alfonso Pileggi, i Grandi Ufficiali Cosimo Petrolino e Filippo Bagnato. Non ha fatto mancare la sua presenza il fr. Ugo Bellantoni, Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia. Prima della Tavola dedicata alla serata, una grande emozione ha pervaso l’intera Officina, gremita in ogni ordine di posto, quando l’ex presidente del Collegio Circoscrizionale Calabrese, Seminario, ha consegnato al fratello Roberto Lovecchio, ex Venerabile della Pitagora XXIX Agosto, l’onorificenza Giordano Bruno classe “bronzo”, concessagli dal Gran Maestro Gustavo Raffi, per quanto costruito assieme a tutti i suoi fratelli. Senza soluzione di continuità un orgoglioso ed emozionato Francesco Loria, MV dell’Officina, dopo un’articolata presentazione cede la parola al fr. Mauro Cascio, relatore della serata .

La riflessione del fr. Mauro Cascio – fratello filosofo di rara profondità e umiltà – regalata con originale sapienza ai tanti fortunati Fratelli presenti, ha disegnato il sentimento di una nuova “grammatica del dono” e della collaborazione con l’altro come percorso e ricerca, riflessioni che hanno avuto il timbro della narrazione, dove la parola ha accompagnato l’evento straordinario della costruzione di senso: evento come fatto compiuto, dove un uomo incontrando un altro uomo scopre qualcosa di sé e in maniera del tutto naturale comprende che “….soli si può andare veloci, ma solo insieme si può andare lontano”. In un clima di assoluta attenzione e condivisone fraterna, Cascio, è riuscito a far emergere in tutti l’emozione di un “viaggio iniziatico” denso di simboli e suggestioni, che solo un reale “percorso di senso” può fortificare e rendere unico, prezioso ed irripetibile. Numerosi gli interventi, ricchi di contenuto e spunti di riflessione su quanto ascoltato dal fr. Cascio, sapientemente sintetizzati dai Fratelli Tonino Seminario, ex presidente del Collegio Circoscrizionale della Calabria e Ugo Bellantoni, Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia che, nel portare i saluti del Gran Maestro Raffi, hanno evidenziato l’alto spirito dei lavori che per l’ennesima volta sono stati donati dall’Officina Pitagora XXIX Agosto di Palmi, arricchiti da quel senso di sobrietà e compostezza, di rispetto reciproco che da sempre contraddistinguono i lavori dell’Officina palmese, loggia che ha saputo coniugare la ritualità alla crescita culturale dei fratelli. Nel chiudere i lavori di una ennesima tornata di straordinaria intensità, Venerabile Francesco Loria, ha ricordato a tutti i presenti il prossimo incontro del “Per colloquia edificare” con la presenza del fratello Nino Marcianò, Consigliere dell’Ordine.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.