Grande Oriente d’Italia oltreoceano. Tradizionale appuntamento per il Columbus Day

Anche quest’anno una rappresentanza di Fratelli del Grande Oriente d’Italia ha sfilato nella Fifth Avenue di New York per la tradizionale parata di ottobre del Columbus Day. Sono giunti da Torino, Bologna, Sassari, Cagliari, Oristano, Taranto, Palermo, Catania, Milano per festeggiare insieme agli italoamericani – massoni e non – questa ricorrenza che ha raggiunto la massima notorietà e proietta nel mondo l’immagine nitida dell’orgoglio italiano negli Stati Uniti.

Questa è infatti l’occasione per approfondire il contributo fornito da uomini e donne di origine italiana alla vita sociale, politica e culturale d’oltreoceano. Si pensi a Fiorello La Guardia, 99° sindaco di New York dal 1933 al 1945 che avviò il risanamento e la rinascita della città e, per quanto ci riguarda, fu membro della Garibaldi Lodge della Gran Loggia dello Stato di New York.

Il Grande Rappresentante negli States, Vincenzo Cesare, ha fatto gli onori di casa e ha invitato i Fratelli italiani a partecipare a una tornata della sua officina, che è proprio la Garibaldi Lodge. Tra loro il Consigliere dell’Ordine Giuseppe Messina e i maestri venerabili Saverio Orfanò della Pietro Micca (876) di Torino, Salvatore Franzino della Bios (776) di Palermo e Francesco Ponti della Fratellanza Universale (1439) di Sassari.

La visita dei nostri Fratelli è proseguita a Washington con una giornata dedicata al George Washington Masonic National Memorial, testimonianza tangibile, oltre misura, del grande credito che l’istituzione massonica ha negli Stati Uniti d’America.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.