Roma 4 agosto 2009 – Le condoglianze del Gran Maestro Gustavo Raffi per la morte del fr. Augusto Comba.

Roma 4 agosto 2009 – Le condoglianze del Gran Maestro Gustavo Raffi per la morte del fr. Augusto Comba.

Il Gran Maestro Gustavo Raffi e i Membri della Giunta del Grande Oriente d’Italia partecipano commossi al dolore dei familiari e dei Liberi Muratori per la scomparsa dell’Illustrissimo Fratello Augusto Comba, già Grande Dignitario dal 1961 al 1970 e direttore della rivista massonica “Hiram”, e ne ricordano le grandi doti, il profondo rigore morale, lo spessore culturale mai ostentato.

Promotore del risveglio spirituale della Massoneria Italiana negli anni ’50 – ’60, ha testimoniato e garantito negli anni bui del piduismo che il Grande Oriente d’Italia si identifica con i valori della Democrazia e della Carta Repubblicana.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Radicondoli (Siena) 1 agosto 2009 – Mitra e compasso. Conversazione pubblica sul libro di Stefano Bisi sui rapporti tra Chiesa e Massoneria.

Radicondoli (Siena) 1 agosto 2009 – Mitra e compasso. Conversazione pubblica sul libro di Stefano Bisi sui rapporti tra Chiesa e Massoneria.

Per il pomeriggio del 1° agosto (ore 17), l’associazione culturale “Radicondoli Arte” ha organizzato al palazzo Bizzarrini di Radicondoli una conversazione pubblica sulla seconda edizione del libro di Stefano Bisi “Mitra e Compasso” (Storia dei rapporti tra Chiesa cattolica e massoneria da Clemente XII a Benedetto XVI).

Oltre all’autore partecipa il professor Maurizio Boldrini dell’Università di Siena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Viareggio 25 luglio 2009 – Laicità e le dimensioni del sacro. Convegno della loggia viareggina “Dante Alighieri”. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Viareggio 25 luglio 2009 – Laicità e le dimensioni del sacro. Convegno della loggia viareggina “Dante Alighieri”. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Incontro del Grande Oriente d’Italia a Viareggio su iniziativa della loggia cittadina “Dante Alighieri” (932) che per il 25 luglio ha organizzato un dibattito con il Gran Maestro Gustavo Raffi e il filosofo Michele Ciliberto della Scuola Normale Superiore di Pisa.

“Laicità e le dimensioni del Sacro. Frammenti di riflessioni e di pensieri per il divenire dell’Uomo: processi di conoscenza a confronto, dalla dialettica accademica al metodo iniziatico” è il titolo dell’iniziativa che si svolgerà all’Hotel Esplanade (Piazza Puccini 8) dalle ore 18,30.
Sarà uno scambio di vedute su temi che, secondo gli organizzatori, “il frastuono della quotidianità e delle fascinazioni del mondo dell’avere, sempre più confinano nell’intimo di ogni uomo”.

Moderano il presidente del Collegio della Toscana Stefano Bisi e la giornalista del Tg3 regionale Tiziana Missigoi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Viareggio 24 luglio 2009 – Massoneria: domani a Viareggio dibattito “Laicità e le dimensioni del Sacro”. Gran Maestro Raffi: “ricostruire nel nostro Paese un clima di laicità”, “la Massoneria non è anticlericale”.

Viareggio 24 luglio 2009 – Massoneria: domani a Viareggio dibattito “Laicità e le dimensioni del Sacro”. Gran Maestro Raffi: “ricostruire nel nostro Paese un clima di laicità”, “la Massoneria non è anticlericale”.

Solidarietà per la tragedia dello scorso 30 giugno e interventi per favorire la ricostruzione della sede della Pubblica Assistenza Croce Verde di Viareggio.

“Laicità e le dimensioni del Sacro. Frammenti di riflessioni e di pensieri per il divenire dell’Uomo: processi di conoscenza a confronto, dalla dialettica accademica al metodo iniziatico” è il tema del dibattito, organizzato a Viareggio, per domani, sabato 25 luglio, dalla loggia del Grande Oriente d’Italia, Dante Alighieri, e al quale parteciperanno il Gran Maestro Gustavo Raffi ed il filosofo Michele Ciliberto della Scuola Normale Superiore di Pisa.

“La Massoneria – sottolinea il Gran Maestro Raffi, anticipando alcuni dei temi che verranno toccati nel corso dell’iniziativa – non ha nulla a che vedere con il luogo comune ormai logoro dell’anticlericalismo fondato sulla contrapposizione esasperata fra laici e cattolici, così come la cultura laica non ha, e non ha mai avuto, un contenuto anticristiano, nè un contenuto irreligioso. Essa ha le sue basi nel pluralismo, nell’uso sistematico della ragione, nel rispetto delle opinioni altrui in ogni campo, nella centralità dell’essere umano in sé. Su questi principi la Massoneria non consente deroghe perché essi costituiscono la nostra identità, l’essenza del nostro modo di essere, le radici dei nostri giudizi. E’ indispensabile, e lo riaffermiamo con forza, ricostruire nel nostro Paese un clima di laicità che consenta il rispetto di tutti gli orientamenti religiosi e culturali, ma che, allo stesso tempo, impedisca che ci sia qualcuno che tenda a presidiare i confini dell’etica e ad imporre il proprio credo”.

L’incontro moderato dal presidente del Collegio dei Maestri Venerabili della Toscana Stefano Bisi e dalla giornalista Tiziana Missigoi si terrà all’Hotel Esplanade (Piazza Puccini 8) alle ore 18,30.

Nel rispetto della tradizione massonica che ha nella solidarietà uno dei suoi valori fondamentali, le logge di Viareggio Dante Alighieri e Felice Orsini ed il Collegio della Toscana sono impegnate in una iniziativa di solidarietà per aiutare la popolazione ferita dalla tragedia dello scorso 30 giugno: l’impegno è quello di ricostruire la sede della Pubblica Assistenza Croce Verde di Viareggio e di ripristinare un sistema di assistenza che è al servizio della città da oltre 120 anni.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Roma 22 luglio 2009 – Pietra e Progetto, verso il Centro Polifunzionale del Grande Oriente D’Italia, ora che il Comune di Roma ha rilasciato il “Permesso di costruire”.

Roma 22 luglio 2009 – Pietra e Progetto, verso il Centro Polifunzionale del Grande Oriente D’Italia, ora che il Comune di Roma ha rilasciato il “Permesso di costruire”.

Palazzo Giustiniani lancia un nuovo ponte sulle culture con la riqualificazione dell’Ex Cinema Belsito, acquisito per farlo diventare laboratorio di umanità per la Massoneria universale.
Gli eredi dei costruttori delle cattedrali tornano al lavoro. Il Grande Oriente d’Italia ha infatti acquistato all’asta l’ex Cinema Belsito di Roma, in Piazza Medaglie d’Oro, per farlo diventare entro settembre 2011 il primo “Centro Polifunzionale della Massoneria del Grande Oriente d’Italia”. I lavori, assicurano al Vascello, inizieranno a breve. L’intento è quello di farne la sede del Collegio romano di Palazzo Giustiniani, riunendo in un luogo fisico tutti i templi dell’Urbe ma nell’importante progetto c’è dell’altro: nel nuovo complesso nascerà infatti una grande Sala delle Conferenze, in grado di ospitare incontri e convegni di respiro internazionale.
E poi un archivio storico, una biblioteca aperta al pubblico e non ultima una libreria specializzata e multimediale che punta a diventare un riferimento culturale in particolare per le ricerche dei giovani studiosi.

Ingresso principale del futuro Centro Polifunzionale della Massoneria
Ingresso principale del futuro Centro Polifunzionale della Massoneria Rivestimento interno in travertino
Rivestimento interno in travertino

Non è finita. C’è infatti un’altra particolarità che arricchisce l’offerta del nuovo sito che porterà l’insegna della squadra e del compasso: grazie ai lavori di ristrutturazione l’edificio, con il progetto architettonico ed esoterico denominato “Luce nel Tempio” prenderà luce dall’alto per portarla in tutti gli ambienti attraverso un sofisticato sistema di specchi. E c’è di più: le pareti saranno di vetro, a indicare anche plasticamente la completa trasparenza di Palazzo Giustiniani tracciata in particolare nell’ultimo decennio dalla linea della “Primavera” voluta dal Gran Maestro Gustavo Raffi, che con

la sua guida ha impresso un costante e costruttivo confronto con la società, il mondo culturale e i giovani che hanno aderito con entusiasmo all’Istituzione.

Sezioni dell'edificio
Sezioni dell’edificio – [ Guarda Foto Grande ]

I 3.000 metri quadri del nuovo Centro Polifunzionale del GOI non diranno però solo il recupero di un’opera di pregio che a suo tempo fu concepita dall’illustre architetto Luccichenti. In cantiere, gli uomini del dubbio che scheggiano la pietra per cercare luce hanno anche un altro progetto: quello di collocare all’interno del complesso centinaia di opere d’arte, in modo da trasformare il sito in una sorta di museo vivente del pensiero. A tutti sar

Ravenna 20 luglio 2009 – Massoneria: Grande Oriente d’Italia, gli auguri del Gran Maestro Gustavo Raffi al cardinale Tonini per i suoi 95 anni.

Ravenna 20 luglio 2009 – Massoneria: Grande Oriente d’Italia, gli auguri del Gran Maestro Gustavo Raffi al cardinale Tonini per i suoi 95 anni.

“In occasione del suo novantacinquesimo compleanno, nel solco di una amicizia, la nostra, che dura da più di venti anni, desidero formularLe i più sinceri e sentiti auguri. In questa circostanza mi preme esaltare il suo fondamentale contributo per l’affermazione della cultura della pace e del dialogo che Lei, per tutta la vita, ha fornito alla Comunità: cultura della pace e del dialogo che i Liberi Muratori ritengono essere il bene più prezioso per l’umanità, e mai come oggi necessaria per affrontare le drammatiche sfide che colpiscono tante parti del globo”.

E’ questo uno dei passaggi più significativi del messaggio di auguri che l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, ha inviato al cardinale Ersilio Tonini per i suoi novantacinque anni.

“In una umanità lacerata da conflitti e da tensioni – continua il messaggio – il Suo impegno offre a tutti noi un altissimo ed autentico esempio in favore del dialogo tra i popoli, tra le religioni, tra laici e cattolici nella costante affermazione della centralità dell’uomo e dei suoi valori.”

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Torino 4 Luglio 2009 – Gli Egizi e l’Oriente nella cultura torinese. Convegno del Collegio di Piemonte e Valle d’Aosta all’Accademia delle Scienze.

Torino 4 Luglio 2009 – Gli Egizi e l’Oriente nella cultura torinese. Convegno del Collegio di Piemonte e Valle d’Aosta all’Accademia delle Scienze.

Tutti sanno delle influenze della cultura egizia e orientale a Torino, ma pochi conoscono la reale entità di questo apporto, soprattutto a cavallo tra Ottocento e Novecento.
Una iniziativa culturale della Commissione Cultura del Collegio circoscrizionale di Piemonte e Valle d’Aosta tratterà l’argomento con esperti e responsabili di importanti istituti culturali che spiegheranno quanto e come la cultura del capoluogo piemontese abbia goduto di questi influssi. Compresa la Massoneria.

“Torino, gli Egizi e l’Oriente tra Otto e Novecento” è il tema del convegno in programma il 4 luglio all’Accademia delle Scienze, nella prestigiosa Sala dei Mappamondi, che per una giornata (dalle ore 10 fino alle 17) darà voce allo spirito illuminato della Torino di “fin de siècle” con le sue aperture culturali, sociali ed estetiche, e le nuove conoscenze che ancora prima diedero impulso alla nascita del Museo Egizio e, molto più di recente, a quello d’Arte Orientale.

Collegio circoscrizionale Piemonte - Valle d'Aosta Gli Egizi e l'Oriente tra Otto e Novecento

Numerosi gli interventi previsti. Dopo i saluti del presidente circoscrizionale di Piemonte e Valle d’Aosta Marco Jacobbi e del sindaco di Torino Sergio Chiamparino, interverranno:
Alain Elkann (giornalista, scrittore e presidente della Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino) – L’evoluzione del mondo museale italiano: il caso di Torino.
Gianni Carlo Sciolla (storico dell’arte dell’Università di Torino) – L’influenza dell’Egitto e dell’Oriente sull’Arte a Torino.
Alessandro Roccati (egittologo dell’Università di Torino) – Lo sviluppo in Italia dell’egittologia come disciplina scientifica.
Franco Ricca (direttore del Museo d’Arte Orientale di Torino – MAO) – Un museo che offre alla città nuove aperture sull’Oriente.
Stefano Piano (indologo dell’Università di Torino) – Il sanscrito e la cultura dell’India nell’Università di Torino: la nascita dell’indologia
Antonio Invernizzi (archeologo, professore Emerito dell’Università di Torino e presidente del Centro Ricerche Archeologiche e Scavi di Torino per il Medio Oriente e l’Asia) – Torino e l’archeologia del vicino e Medio Oriente.
Marco Novarino (storico della Massoneria dell’Università di Torino) – Influenze egizie sulla Massoneria speculativa tra XVII e XVIII secolo.
Cristiano Daglio (curatore scientifico del Comitato per l’Evento celebrativo salgariano, Museo di Scienze Naturali) – L’immaginario popolare dell’Egitto e dell’India nei romanzi salgariani.

Al Gran Maestro Gustavo Raffi sono state affidate le conclusioni dei lavori che saranno moderati dal giornalista Rai Nino Battaglia.

Info: mdolla@mafservizi.it

Roma 4 luglio 2009 – Sufismo e Massoneria. Morris Ghezzi presenta un suo libro edito dalla Confraternita Sufi Jerrahi Halti in Italia.

Roma 4 luglio 2009 – Sufismo e Massoneria. Morris Ghezzi presenta un suo libro edito dalla Confraternita Sufi Jerrahi Halti in Italia.

Per il ciclo “Il simbolo come dialogo tra le civiltà” il Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia organizza il 4 luglio 2009 (ore 19,30) nel parco romano di Villa Il Vascello (Via di San Pancrazio 8) un incontro con la Confraternita Sufi Jerrahi Halti in Italia.
L’occasione è data dalla presentazione del libro, da loro edito nel 2008, Le lacrime di Hiram.
Autobiografia incompleta di un Libero Muratore.
Poesie di Morris L. Ghezzi.
Il volume ha vinto il primo premio del loro “Concorso Nazionale di Poesia Mistica e Religiosa”.

Gabriele Mandel
Gabriele Mandel

Nella prefazione di Gabriele Mandel, Vicario generale per l’Italia della Confraternita, si legge che “la poesia raggiunge il grado più elevato quando ingloba, oltre al ‘ritmoesimmetria’ e al sentimento, anche il concetto. E quale è il ‘Concetto’ che Morris Ghezzi racchiude in queste sue poesie? Per le genti di animo adatto ad accogliere tutte le vaste espressioni della ‘Ricerca’ potremmo dire che egli ha percorso il cammino di uno dei più eminenti valori umani; quello raffigurato sulla ‘Tavola Smeraldina’, vale a dire la Massoneria”.
Mandel ha realizzato – secondo la moda antica – le dodici illustrazioni del libro sul tema del “compasso”.

 

Ma cos’è il Sufismo? Si legge ancora nella prefazione che “in se stesso non è né una Scuola teologico-giuridica, né uno scisma, né una setta, anche se si pone al di sopra di ogni obbedienza.
E’ innanzitutto un metodo islamico di perfezionamento interiore, d’equilibrio, una fonte di fervore profondamente vissuto e gradualmente ascendente”
.

Danza rituale dei Sufi Mevlevi
Danza rituale dei Sufi Mevlevi Fakhraddin Gafarov
Fakhraddin Gafarov

Alcuni brani del libro recitati dall’attore Achille Brugnini e il concerto di musica sufi tenuto dal Maestro Fakhraddin Gafarov offriranno un quadro più intenso del simbolo nei suoi vari aspetti.
La musica Sufi e le storie dei Sufi sono artisticamente e psicologicamente multidimensionali: agiscono su molti livelli andando a raggiungere lati nascosti della psiche dell’ascoltatore, penetrano nei suoi blocchi personali e lo invitano a un più elevato livello di consapevolezza e sviluppo delle sue forze creative.

Interverranno all’incontro: il Gran Maestro Onorario Morris L. Ghezzi (Università di Milano), Gabriele Mandel (Vicario generale per l’Italia della Confraternita Sufi Jerrahi-Halveti), Fahkraddin Gafarov (concertista che eseguirà brani di musica sufi), Daniele Guizzo (Professore di Islamistica presso l’Università di

Marsala-Segesta 27 giugno 2009 – I 150 anni del Rito Simbolico Italiano.

Marsala-Segesta 27 giugno 2009 – I 150 anni del Rito Simbolico Italiano.

Celebrazioni della loggia regionale siciliana “Oreto” e del Collegio “Dreapanum” di Trapani, entrambi del Rito Simbolico. Partecipa il Gran Maestro Raffi.
Nel 2009 ricorrono i 150 anni di nascita della loggia “Ausonia”, del Grande Oriente Italiano da cui discende la Gran Loggia del Grande Oriente d’Italia di oggi, e del Rito Simbolico Italiano che trae origine proprio da quella prima Comunione nazionale.
Le celebrazioni sono iniziate a maggio in Piemonte, e precisamente a Torino dove nacque e ha ancora sede la “Ausonia”, e proseguono il 27 giugno in Sicilia su iniziativa del Rito Simbolico Italiano che festeggia il proprio anniversario con varie iniziative organizzate dalla Loggia regionale “Oreto” e dal Collegio “Dreapanum” di Trapani.
Interverranno il Gran Maestro degli Architetti, Mario Gallorini, e il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi.
La manifestazione avrà due sedi distinte, con un convegno la mattina a Marsala nel Convento del Carmine e un altro di pomeriggio nel Tempio di Segesta, e sono previste escursioni, anche il giorno successivo, nei punti culturali e artistici di maggiore interesse.

Info e prenotazioni: Vincenzo Vitrano 338 2321547 – drepanum@ritosimbolico.net

Leggi il programma [ Scarica file File Formato PDF Size 1.08 Mb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Milano 23 giugno 2009 – Architettura e Massoneria al Politecnico di Milano.

Milano 23 giugno 2009 – Architettura e Massoneria al Politecnico di Milano.

Dopo il successo dell’esposizione che si è tenuta dal 15 al 30 maggio presso la Sala Petruccioli della Facoltà di Architettura “Valle Giulia” di Roma, dal prossimo 15 giugno fino al 26 i nostri utenti potranno visitare la Mostra “Architettura e Massoneria. L’esoterismo della costruzione” allestita nel proprio Spazio Mostre dalla Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano in collaborazione con il Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia ed assistere alla Conferenza del Prof. Marcello Fagiolo martedì 23 giugno 2009 alle ore 16.30 presso l’Aula Gamma della Facoltà di Architettura e Società.
Sarà presente il Gran Maestro Gustavo Raffi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perugia 19 giugno 2009 – XX Giugno a Perugia. Gli Uomini e le Idee.

Perugia 19 giugno 2009 – XX Giugno a Perugia. Gli Uomini e le Idee.

Tradizionale commemorazione del Collegio circoscrizionale umbro dell’anniversario del XX Giugno 1859.
La data – che rievoca i moti insurrezionali perugini del Risorgimento italiano – sarà ricordata il 19 giugno con un convegno nel Complesso di San Bevignate alla presenza del Gran Maestro Gustavo Raffi.
Titolo dell’incontro: “XX GIUGNO a Perugia. Gli Uomini e le Idee”. Intervengono: Santi Fedele (Università di Messina), Gian Biagio Furiozzi (Università di Perugia), Romano Ugolini (Università di Perugia), Mario Bellucci (Università di Pergia), Giorgio Casoli (senatore della Repubblica italiana ed ex sindaco di Perugia).
Chiude il convegno il Gran Maestro Raffi.
L’iniziativa si svolge con il patrocinio del Comune di Perugia.

Leggi il programma [ Scarica file File Formato PDF Size 78.4 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

San Galgano 19 giugno 2009 – Solstizio in Abbazia. Tradizionali celebrazioni toscane d’inizio estate a San Galgano.

San Galgano 19 giugno 2009 – Solstizio in Abbazia. Tradizionali celebrazioni toscane d’inizio estate a San Galgano.

Anche quest’anno il Collegio circoscrizionale toscano e le logge senesi “Arbia” (138), “Montaperti” (722) e “Salomone” (758) organizzano la festa per il solstizio d’estate nell’Abbazia di San Galgano, nel comune di Chiusdino, a poco più di trenta chilometri da Siena. Le celebrazioni si svolgeranno il 19 giugno con una tornata rituale in grado di apprendista dalle ore 20,30. Prima dei lavori è previsto un buffet (dalle 18 alle 20) aperto agli accompagnatori (non massoni) dei fratelli il cui costo è di 25 euro a persona.

L’importo dovrà essere versato entro il 15 giugno sul conto corrente delle Valli Senesi c/o Banca Monte dei Paschi (IBAN IT21R0103014200000012432493) comunicando nominativi e numero delle persone per le quali si è effettuato il bonifico a sangalgano2009@gmail.com.

Entro la stessa data si raccomanda di segnalare (sempre a sangalgano2009@gmail.com) anche le adesioni di coloro che non parteciperanno al buffet.

Chi intende reperire un posto letto in zona può rivolgersi alla ProLoco di Chiusdino (tel. 0577 756738 o www.prolocochiusdino.it).

Per qualsiasi altra informazione scrivere a sangalgano2009@gmail.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perugia, 17 giugno 2009 – Perugia, XX Giugno 2009: le iniziative della Massoneria per i 150 anni dalla strage. Convegno di studi “XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee”. Partecipa il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Perugia, 17 giugno 2009 – Perugia, XX Giugno 2009: le iniziative della Massoneria per i 150 anni dalla strage. Convegno di studi “XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee”. Partecipa il Gran Maestro Gustavo Raffi.

Nella ricorrenza dei 150 anni delle stragi di Perugia – perpetrate il 20 giugno 1859 dalle truppe svizzere inviate dal governo pontificio per soffocare nel sangue la rivolta popolare della città umbra che aveva espresso un Governo provvisorio per far parte del Regno d’Italia – il Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e il Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria, organizzano il Convegno di studi “XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee”, che si terrà venerdì 19 giugno alle ore 17, al Complesso di San Bevignate, per il quale è stato predisposto anche un annullo filatelico.

L’iniziativa, al di là del doveroso fine commemorativo di uno dei più tristi avvenimenti del Risorgimento – che allora ebbe per la sua gravità una grande risonanza internazionale anche su testate quali il Times di Londra e il Chicago Tribune – intende approfondire il ruolo che la Massoneria ebbe allora nella difesa della città. Ma intende anche approfondire il ruolo dell’Istituzione come culla del libero pensiero e di difesa del dialogo.

“Da sempre, infatti, il Grande Oriente d’Italia – sottolinea il Gran Maestro Raffi – si pone infatti come luogo, intellettualmente libero e critico, di discussione e di dialogo volto a contribuire affinché la nostra società si basi sulla centralità dell’uomo e sulla difesa della sua libertà e dignità, nel rispetto della autonomia di opinione e di giudizio, senza vincoli dogmatici e condizionamenti di alcuna natura”.

“Dunque, una Massoneria sempre più proiettata verso il confronto aperto e costruttivo con la società civile e impegnata in grandi battaglie civili: tra queste, quella per la riaffermazione e il rafforzamento della scuola pubblica, per la libertà di ricerca scientifica, per la riaffermazione del pensiero laico, per la globalizzazione dei diritti umani. Un impegno che è testimoniato anche dal fatto che sempre più numerosi sono i giovani che chiedono di aderirvi.”

Il convegno che si avvale del Patrocinio del Comune di Perugia sarà aperto alle ore 17 dai saluti del Presidente del Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria, Fulvio Bussani.
Parteciperanno, coordinati dallo storico del risorgimento Franco Bozzi, Santi Fedele dell’Università degli Studi di Messina, “La Massoneria: sentimento nazionale e fratellanza universale”; Gian Biagio Furiozzi, Università degli studi di Perugia, “Massoneria e Risorgimento in Umbria”; Romano Ugolini e Mario Bellucci, della stessa Università, “Il XX Giugno tra mito e storia” e “Massoneria e Università”; il senatore Giorgio Casoli, “La vicenda della Tiara”.
Il Convegno sarà chiuso dall’intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi.

A mezzanotte per non dimenticare la cieca violenza subita, un secolo e mezzo fa, da bambini, donne e uomini, i Liberi Muratori si riuniranno – come tradizione – di fronte al monumento del Frontone eretto nel 1909 a ricordo e testimonianza delle stragi del 1859 con la prevista l’esecuzione di inni garibaldini, del Nabucco e dell’inno nazionale a cura della Corale Stoneight.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Portoferraio 14 giugno 2009 – Acacia 2009 – Consueto incontro all’Isola d’Elba. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Portoferraio 14 giugno 2009 – Acacia 2009 – Consueto incontro all’Isola d’Elba. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

“Se puoi sognarlo, puoi farlo” è il tema scelto quest’anno dalla loggia “Nuova Luce dell’Elba” (152) di Portoferraio per il suo consueto meeting d’inizio estate rivolto a favorire l’incontro tra i fratelli elbani e quelli di altre sedi, in compagnia dei loro familiari.
Per “Acacia 2009” è prevista una conferenza e una successiva agape bianca.
L’appuntamento è alle ore 10 presso l’Hotel Elba International di Capoliveri che sovrasta la Baia di Naregno. Saranno presenti il Gran Maestro Gustavo Raffi e il presidente del Collegio toscano Stefano Bisi.

Info e prenotazioni (costo agape 40 euro): nino@elbalink.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torino 3-4-5 giugno 2009 – Il Figlio della Vedova. Studio per Don Pipeta L’Asilè.

Torino 3-4-5 giugno 2009 – Il Figlio della Vedova. Studio per Don Pipeta L’Asilè.

Al Teatro Gobetti rappresentazione teatrale storico-popolare torinese dal romanzo del massone ottocentesco Luigi Pietracqua. Il patrocinio è del Collegio di Piemonte e Valle d’Aosta con la Regione.

Dal 3 al 5 giugno (ore 21) è in programma al Teatro Gobetti di Torino (Via Rossini 8) uno spettacolo teatrale del massone Luigi Pietracqua (apparteneva al Grande Oriente d’Italia nel 1862).
L’adattamento è di Giuseppe M. Vatri, studioso di Massoneria e noto saggista, la regia di Anna Cuculo.

Tra i patrocinatori dell’iniziativa compaiono il Collegio circoscrizionale dei Maestri Venerabili di Piemonte e Valle d’Aosta e la Regione piemontese.

Leggi la locandina [ Scarica file File Formato PDF Size 424.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firenze 2 giugno 2009 – Repubblica e libertà. Tavola rotonda del Collegio toscano per celebrare il 2 Giugno.

Firenze 2 giugno 2009 – Repubblica e libertà. Tavola rotonda del Collegio toscano per celebrare il 2 Giugno.

I massoni toscani celebrano il 2 Giugno, anniversario di nascita della Repubblica italiana, affrontando il tema “La repubblica e le libertà” nell’ambito di un dibattito in programma alle ore 10,30 nella casa massonica fiorentina (Borgo Albizi 18), sede del Collegio circoscrizionale della Toscana.
Intervengono Paolo Ermini, direttore del Corriere fiorentino-Corriere della Sera che parlerà di “Libertà e informazione negli anni della Repubblica” e Adalberto Scarlino, docente di lettere e storia, che affronterà il tema liberomuratorio con “Le logge massoniche alla nascita della Repubblica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firenze 29 maggio 2009 – Antonio Cocchi massone, una importante iniziativa. Il Collegio toscano presenta l’archivio del primo massone italiano.

Firenze 29 maggio 2009 – Antonio Cocchi massone, una importante iniziativa. Il Collegio toscano presenta l’archivio del primo massone italiano.

Firenze il 4 agosto 1732 il dottor Antonio Cocchi faceva il suo ingresso in una loggia massonica inglese. Lo scrive nelle sue “Effemeridi”, una sorta di diario manoscritto in cui si legge in quella data: “… in the evening I was received among the Free-Masons and remained to supper” (la sera fui accolto fra i Massoni e mi trattenni per cena). Fu il primo italiano ad entrare in Massoneria, o almeno – per ora – ci dicono le fonti massoniche. Medico, naturalista, filosofo, antiquario granducale, Antonio Cocchi è un personaggio ancora poco conosciuto che, con la riscoperta del suo immenso archivio, può essere valorizzato come scienziato, aiutando nel contempo gli storici a penetrare gli umori dell’epoca.

Le sue carte sono custodite nella Biblioteca della Facoltà di Medicina di Firenze e il Collegio circoscrizionale della Toscana, in un clima di grande collaborazione con la presidenza della stessa Facoltà, ha potuto consultarle realizzando la digitalizzazione della parte di suo interesse.

La Massoneria toscana presenterà il lavoro a Firenze il 29 maggio (ore 17,30) nella propria sede di Borgo Albizi. Interverranno Donatella Lippi, docente di storia della medicina all’Università di Firenze, che introdurrà il personaggio e Adalberto Scarlino che parlerà del massone Cocchi e delle logge fiorentine di quel tempo.

I documenti digitalizzati saranno consegnati all’archivio storico del Grande Oriente d’Italia e messi a disposizione dei ricercatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pitigliano 22-24 maggio 2009 – Tre giorni a Pitigliano. Iniziativa di dieci logge dei Collegi di Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Marche.

Pitigliano 22-24 maggio 2009 – Tre giorni a Pitigliano. Iniziativa di dieci logge dei Collegi di Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Marche.

Pitigliano – Quattro logge bolognesi (“VIII Agosto”, “Felsinea”, “Giovanni Pascoli” e “Ça-Irà”), quattro grossetane (“Ombrone”, “Acacia”, Francesco Baraccae “Tradizione”), una viterbese (“Labor ad Veritatem”) e un’altra di Senigallia (“De Hominis Dignitate”) hanno ideato per la seconda metà di maggio una tre giorni di cultura e relax a Pitigliano, comune di circa 4mila anime a 80 km da Grosseto.

Lo scenario è quello tipico del borgo della Maremma grossetana, anche se questo centro è conosciuto come la piccola Gerusalemme, per la presenza di una sinagoga e di una comunità ebraica piuttosto numerosa da sempre integrata con la popolazione locale. Su questa peculiarità s’incentra il programma dell’evento (che ha ricevuto il patrocinio del Comune), con il convegno “Pitigliano “La Piccola Gerusalemme” terra della libertà e della accoglienza” e la visita alla sinagoga e al ghetto ebraico.

Le iniziative non finiscono però qui. Sono previste altre attività di rilievo, tra cui quelle eno-gastronomiche.

Leggi il programma dettagliato e i contatti [ Scarica file File Formato PDF Size 238.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 20 – 30 Maggio 2009 – Esoterismo della costruzione.

Roma 20 – 30 Maggio 2009 – Esoterismo della costruzione.

All’Università una Lectio Magistralis, una tavola rotonda e una mostra per svelare la via dei simboli nell’architettura e nell’arte. Protagonista la Massoneria. Tra i relatori, Paolo Portoghesi e il Gran Maestro Onorario Morris Ghezzi che rappresenterà il Grande Oriente.

Interessante iniziativa romana il 20 maggio (ore 17.00), nell’Aula Magna “Bruno Zevi” della Facoltà di Architettura “Valle Giulia” (Via Antonio Gramsci 53) dove Marcello Fagiolo, storico dell’arte e dell’architettura, terrà la lectio magistralis “De Divina Architectura. L’Esoterismo della costruzione”. Seguirà una tavola rotonda sul tema “Massoneria, esoterismo e utopia” con tre noti architetti e docenti universitari quali Paolo Portoghesi, Franco Purini e Marco Petreschi, e con il Gran Maestro Onorario Morris Ghezzi, apprezzato sociologo, che porterà la voce della Libera Muratoria. L’iniziativa inaugura la mostra “Architettura e Massoneria, l’esoterismo della costruzione” – realizzata in collaborazione con il Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia – che sarà aperta nella Galleria della Facoltà di Architettura Valle Giulia fino al 30 maggio 2009.

Notizie sulla mostra

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Firenze 16 maggio 2009 – Massoneria nella storia d’Italia. La loggia “Concordia” di Firenze nel nuovo libro di Olinto Dini.

Firenze 16 maggio 2009 – Massoneria nella storia d’Italia. La loggia “Concordia” di Firenze nel nuovo libro di Olinto Dini.

Lo storico Palagio di Parte Guelfa di Firenze ospiterà il 16 maggio (alle ore 15) la presentazione del volume “Loggia Concordia 1861-2000” di Olinto Dini, ultimo saggio storico sulla Massoneria che fa luce sulle cronache di Firenze e Toscana in ben 150 anni.
La loggia fiorentina “Concordia”, una delle officine più antiche dell’Italia postunitaria, ha annoverato fratelli che hanno contributo all’affermazione della Libera Muratoria italiana e alla crescita civile del nostro paese.

Alla presentazione del volume, edito da Polistampa, interverranno l’assessore del Comune di Firenze Eugenio Giani, il vicepresidente del Consiglio Regionale Angelo Pollina, il Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia Massimo Bianchi, il presidente del Collegio toscano Stefano Bisi, l’ex maestro venerabile della “Concordia” Giuseppe Meroli, lo scrittore Guglielmo Adilardi, il docente Fabio Bertini e il direttore dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana Paolo Bagnoli. Sarà presente l’autore.

In mattinata (ore 10), e per tutta la durata del convegno, sarà aperta una mostra storica nella stessa sede.

 

il libro
ancora il libro
chi è Olinto Dini

 

Leggi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 226.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

New York 5 maggio 2009 – Massoneria: Raffi (Goi), “Liberamuratoria oggi più che mai barriera contro intolleranza, fanatismo e tirannia”.

New York 5 maggio 2009 – Massoneria: Raffi (Goi), “Liberamuratoria oggi più che mai barriera contro intolleranza, fanatismo e tirannia”.

Gran Maestro ad annuale Gran Loggia dello Stato di New York.

“Il sogno dei Liberimuratori è quello di costruire un mondo in cui il compimento pieno dei diritti costituisca il punto di partenza e non quello di arrivo. La Liberamuratoria, nel solco della sua tradizione, si propone ancora una volta come luogo privilegiato di incontro e approfondimento, etico e razionale, sui grandi temi nei quali si dibatte l’umana società, e come barriera contro intolleranza, fanatismo, tirannia, sopraffazione e disprezzo dell’Uomo”.

Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, intervento alla annuale Gran Loggia dello Stato di New York.

“Oggi siamo pronti ad impegnarci ancora di più – ha aggiunto Raffi recentemente ‘installato’ alla massima carica della Massoneria italiana per il quinquennio 2009-2014 – per affermare i principi di libertà, solidarietà, tolleranza e fraternità”.

“Temiamo – ha concluso – che la crisi che la nostra società sta vivendo provochi, come reazione, anche forme di regressione culturale che possono condurre all’irrigidimento dottrinario, ad espressioni reazionarie e alle tentazioni di un dogmatico ritorno al passato.”

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Torino maggio/ottobre 2009 – Nasceva 150 anni fa la loggia Madre Ausonia.

Torino maggio/ottobre 2009 – Nasceva 150 anni fa la loggia Madre Ausonia.

Si riconduce all’officina l’origine dell’attuale Grande Oriente d’talia dopo la matrice napoleonica.

L’8 ottobre 1859 sette fratelli “dispersi” innalzarono a Torino le colonne della loggia “Ausonia”, l’officina considerata il primo seme della Comunione massonica italiana postnapoleonica. Per questo assunse la definizione di ‘loggia madre’ dopo per aver dato vita, il 20 dicembre dello stesso anno, al ‘Grande Oriente Italiano’, embrione della Gran Loggia nazionale del Grande Oriente d’Italia di oggi. Ad essa si rifanno anche le origini del Rito Simbolico Italiano.

Per celebrare il suo 150esimo anniversario di nascita la loggia Madre “Ausonia” (11) ha in programma una serie di iniziative a partire dal 23 maggio.

Inaugura i festeggiamenti il “Concerto dei 150 anni” che si svolgerà alle ore 21 presso il Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Verdi” (Via Mazzini 11) con le esibizioni del pianista Fabio Luz (“L’alchimia dei suoni”) e del Bip-Bip Quartett (“Come eravamo: 1935-1954”).

Nel corso delle serata saranno consegnate 2 borse di studio di 1000 euro ciascuna a 2 allievi meritevoli del Conservatorio torinese. L’intera iniziativa è realizzata con il Rito Simbolico Italiano.

Gli organizzatori hanno comunicato altri appuntamenti per dopo l’estate:
3 ottobre (ore 15) tornata rituale delle logge del Collegio Piemonte-Valle d’Aosta

8 ottobre (ore 17,30) conferenza stampa di presentazione del convegno sulla costituzione della loggia “Madre Ausonia”

8 ottobre (ore 18) presentazione del libro “Massoni e Logge nella Torino capitale. Dalla fondazione dell’Ausonia alla rinascita del Grande Oriente Italiano” di Marco Novarino e Giuseppe Vatri

8 ottobre (ore 20,30) tornata rituale per i 150 anni di fondazione

Venerdì 23 ottobre (pomeriggio) Sabato 24 ottobre (mattino) Convegno di studi sulla costituzione della loggia Madre “Ausonia” dal titolo “Massoneria e unità d’Italia. La rinascita della libera muratoria nella Torino del 1859”.

L’8 ottobre la loggia “Ausonia” emetterà un annullo filatelico speciale con busta commemorativa in collaborazione con l’Associazione Italiana di Filatelia Massonica del Grande Oriente d’Italia (Aifm-Goi).

Leggi il programma invito [ Scarica file File Formato PDF Size 242.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 23 aprile 2009 – Massoneria e Religioni civili. Fulvio Conti presenta il suo ultimo libro al Saint Patrick’s Pub.

Roma 23 aprile 2009 – Massoneria e Religioni civili. Fulvio Conti presenta il suo ultimo libro al Saint Patrick’s Pub.

Parlare di Massoneria in un clima conviviale che magari ricorda quello delle locande frequentate nel Settecento dai liberi muratori si può. Il 23 aprile lo storico Fulvio Conti presenterà il suo ultimo saggio “Massoneria e religioni civili” al Saint Patrick’s Irish Pub di Roma (Via Calabria 30).

L’appuntamento è alle 18 nell’ambito della rassegna di presentazioni promossa dal locale. L’atmosfera è quello di sempre, garantiscono gli organizzatori: birra, compagnia e una buona chiaccherata con l’autore che analizza l’importanza della Massoneria in un nuovo capitolo della storia d’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Arezzo 18 aprile 2009 – I 140 anni della loggia “Benedetto Cairoli”. Un convegno in Comune per celebrare l’anniversario di nascita. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

Arezzo 18 aprile 2009 – I 140 anni della loggia “Benedetto Cairoli”. Un convegno in Comune per celebrare l’anniversario di nascita. Partecipa il Gran Maestro Raffi.

“La loggia Benedetto Cairoli nella città di Arezzo: storia e prospettive” è il titolo del convegno organizzato per il 18 aprile (ore 17) dalla loggia aretina “Benedetto Cairoli” (119) in occasione del suo 140esimo anniversario di nascita.

L’incontro, patrocinato dal Comune di Arezzo e dal Collegio circoscrizionale della Toscana, si svolgerà nella Sala del Consiglio Comunale in Piazza della Libertà. Dopo i saluti del sindaco Giuseppe Fanfani, dell’assessore alla Cultura Camillo Brezzi e del presidente circoscrizionale toscano Stefano Bisi, interverranno: Michele Coradeschi (Storia della Loggia Cairoli), Luigi Armandi (I Massoni della Cairoli nella società aretina) e Morris L. Ghezzi (Prospettive della Libera Muratoria), Grande Oratore e Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia.

Le conclusioni del convegno saranno del Gran Maestro Gustavo Raffi. Seguirà una cena aperta a tutti al Circolo Artistico (Corso Italia 108 – 40 Euro a persona). Per prenotarsi alla cena cliccare qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ravenna 6 aprile 2009 – Terremoto: Massoneria: solidarietà del Grande Oriente d’Italia.

Ravenna 6 aprile 2009 – Terremoto: Massoneria: solidarietà del Grande Oriente d’Italia.

Raffi: “abbiamo già lanciato una sottoscrizione a favore delle popolazioni colpite”.

“A nome del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e di tutti i Liberimuratori italiani esprimo la mia più viva solidarietà ai nostri concittadini colpiti dal devastante terremoto che nel corso della notte ha procurato tanti lutti e distruzioni in Abruzzo e i sensi di affettuosa vicinanza a quanti in queste ore si stanno prodigando oltre ogni limite per portare soccorso e alleviare le pene delle popolazioni”.

E’ quanto si legge in un messaggio del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi.

“Abbiamo già lanciato tra i Liberimuratori una sottoscrizione a favore di quanti sono stati colpiti dal sisma e invitiamo tutti i cittadini italiani a mobilitarsi per fronteggiare – uniti – questa immane tragedia. La generosa terra d’Abruzzo – conclude Raffi – saprà ancora una volta – lenite le ferite – riprendere il suo cammino di sviluppo e di prosperità.”

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Rimini 5 aprile 2009 – Massoneria: chiusa la Gran Loggia 2009, Raffi: “con la crisi, il rischio di aggressività verso i diversi”.

Rimini 5 aprile 2009 – Massoneria: chiusa la Gran Loggia 2009, Raffi: “con la crisi, il rischio di aggressività verso i diversi”.

Ai lavori intervenuto anche Thomas Jackson, Segretario Generale della Conferenza mondiale delle Grandi Logge, massima autorità massonica mondiale.

“C’è il rischio che con la crisi prenda piede – insieme alla disoccupazione e alla povertà – un diffuso disagio sociale e che esso si trasformi in aggressività che, all’interno, si rivolga verso tutti coloro che sono eccentrici rispetto alla società come i diversi, in tutti i loro aspetti, e all’esterno verso tutti coloro che – estranei alla nostra società come ad esempio gli immigrati – vi cercano una soluzione ai loro problemi esistenziali”.

Lo ha detto il Gran Maestro Gustavo Raffi chiudendo a Rimini i lavori della Gran Loggia 2009 che ha visti riuniti per tre giorni nel Palazzo dei Congressi della città romagnola oltre duemila Liberimuratori del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e le ventisette delegazioni di Grandi Logge straniere con la partecipazione di Thomas Jackson, Segretario Generale della Conferenza mondiale delle Grandi Logge, massima autorità massonica mondiale.

“A questo rischio – ha detto ancora Raffi – si aggiunge quello di una regressione culturale che può portare all’irrigidimento dottrinario, a forme reazionarie e alle tentazioni di un dogmatico ritorno al passato. Può voler dire ripiombare in incubi di cui la storia del novecento (e non solo del novecento) ha dato drammatici esempi.”

“A questa ipotetica e non augurabile prospettiva – ha concluso Raffi – la Libera Muratoria non intende rimanere estranea. Senza scendere sul terreno della politica o della religione si impegnerà per far valere e rendere concreti i propri principi di libertà solidarietà, tolleranza e fraternità”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Rimini 4 aprile 2009 – Massoneria: la Gran Loggia 2009 “installa” Gustavo Raffi Gran Maestro.

Rimini 4 aprile 2009 – Massoneria: la Gran Loggia 2009 “installa” Gustavo Raffi Gran Maestro.

Riconfermato dopo le elezioni del marzo scorso, guiderà il Grande Oriente d’Italia nel prossimo quinquennio. I lavori della Gran Loggia si concluderanno domani domenica.

Nel corso della solenne cerimonia di “installazione” – che lo riconferma alla carica di Gran Maestro per il quinquennio 2009-2014 – l’avvocato ravennate Gustavo Raffi ha prestato oggi la sua Promessa Solenne di fronte agli oltre duemila massoni riuniti a Rimini per la Gran Loggia 2009.

La riconferma dell’avvocato Raffi è avvenuta attraverso le elezioni cui sono stati chiamati lo scorso 2 Marzo – dopo un profondo processo di democratizzazione che ha portato ad attribuire, contrariamente a quanto avveniva in passato, ad ogni Massone con il grado di Maestro il diritto di voto individuale – gli oltre 14mila Maestri, su un totale di circa 19mila iscritti.

Assieme al Gran Maestro Raffi hanno prestato la loro Promessa Solenne gli altri componenti della Giunta Esecutiva: i Gran Maestri Aggiunti Massimo Bianchi e Antonio Perfetti; il Primo e Secondo Gran Sorvegliante, Gianfranco De Santis e Giuseppe Troise; il Grande Oratore, Morris Ghezzi; il Gran Tesoriere, Piero Lojacono. Il Gran Maestro Raffi ha inoltre confermato Giuseppe Abramo alla carica di Gran Segretario.

E’ stato questo il momento più significativo della seconda giornata della Gran Loggia 2009, “Costruttori di sogni possibili” che vede riuniti fino a domenica alla Fiera di Rimini oltre duemila Liberimuratori del Grande Oriente d’Italia.

“La Massoneria – ha ricordato il Gran Maestro Raffi – deve proseguire nell’opera di proposizione del suo fondamentale contributo alla costruzione di una prospettiva etica, culturale e sociale capace di rafforzare quegli ideali di libertà, tolleranza, fratellanza che sono il suo patrimonio ideale. E porsi come luogo, intellettualmente libero e critico, di discussione e di dialogo esoterico-spirituale ed etico-filosofico”.

Raffi ha anche sottolineato l’esigenza di migliorare ulteriormente l’organizzazione del Grande Oriente per renderla più efficace e più razionale.

“Dobbiamo modernizzare le nostre strutture e rendere più comunicativo ed esplicito agli occhi dell’opinione pubblica – ha detto ancora – il nostro impegno e potenziare le nostre opere di solidarietà. Il Liberomuratore – da vero esoterista – non può che essere solidale con chi è più povero e bisognoso: non solo di un aiuto concreto ma anche di un sorriso”.

I lavori della Gran Loggia si concluderanno domani, domenica.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi a Presidente Napolitano “ci offriamo come laboratorio fattivo di sogni per la società”.

Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi a Presidente Napolitano “ci offriamo come laboratorio fattivo di sogni per la società”.

“Nel proclamarsi costruttori di sogni possibili i Massoni italiani vogliono offrire ancora oggi l’orizzonte della Liberamuratoria come laboratorio fattivo di sogni per la Società”.

E’ questo uno dei passi più significativi del telegramma inviato dal Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, Gustavo Raffi, al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dalla Gran Loggia 2009 apertasi oggi a Rimini.

“In occasione dell’annuale Gran Loggia – prosegue il testo del telegramma – i Liberimuratori del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, le mandano un saluto ossequioso ed augurale. Vogliamo ancora una volta confermare con parole e fatti la fedeltà del Grande Oriente d’Italia ai valori più intimi della Costituzione italiana, di cui Lei, signor Presidente, è indispensabile garante.”

“Le assicuriamo – conclude il telegramma del Gran Maestro Raffi – che senza scendere sul terreno della politica o della religione, di fronte alla crisi in atto la Massoneria italiana darà il proprio contributo facendo valere la potenza luminoso del sogno contro le tenebre degli incubi”.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.

Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi, sogniamo un mondo dove possano coesistere etnie, idee, religioni, politiche diverse.

Rimini 3 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 Gran Maestro Raffi, sogniamo un mondo dove possano coesistere etnie, idee, religioni, politiche diverse.

I lavori della Gran Loggia a Rimini da oggi sino a domenica.

Domani sabato il Gran Maestro Raffi “installato” nella massima carica per il quinquennio 2009-2014.

Con l’inno di Mameli, l’omaggio al Tricolore e con la lettura di un messaggio di saluto inviato al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, si è aperta oggi a Rimini alla presenza di oltre duemila massoni provenienti da tutta Italia, la Gran Loggia 2009 – “Costruttori di sogni possibili” – del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

Tra le prime iniziative della giornata, l’inaugurazione delle mostre “La rivoluzione della Repubblica Romana tra celebrazione e satira 1849-2009” e “Esposizione di decorazioni e documenti massonici del XVIII e XIX secolo” a cura del Servizio Biblioteca; e “Massoni illustri nella storia degli Stati Uniti d’America” a cura dell’Associazione italiana di filatelia massonica del Grande Oriente d’Italia; oltre al primo dei momenti di dibattito previsti nella tre giorni di Rimini, il talk show “Costruttori di sogni” condotto dallo psichiatra e saggista Alessandro Meluzzi e al quale sono intervenuti l’ex magistrato Franco Battaglino, il filosofo Michele Ciliberto, il giornalista Oscar Giannino ed il teologo don Paul Renner.

Ma il momento più significativo della prima giornata dei lavori della Gran Loggia 2009 è stato rappresentato dalla Allocuzione del Gran Maestro Gustavo Raffi resa in forma pubblica alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni e della stampa.

“Non sognare – ha detto il Gran Maestro Raffi – è la metafora di una vita senza colore, senza brio, senza respiro, senza ideali, senza fantasia, senza creatività, senza voglia di spendersi per sé e per gli altri. Dove domina una solitudine che ben presto si trasforma nell’egoismo di chi non è capace di slanci disinteressati, di chi abbraccia il meschino interesse, la signoria del denaro, le suggestioni del potere o il narcisismo più sfrenato. Guardandoci intorno ci accorgiamo, purtroppo, che questo è il modello imperante di vita che i mass-media cercano di accreditare come l’unico possibile. Poco importa se molti – in ogni parte del mondo e soprattutto in Occidente – si accontentano di vivere una vita succube del consumismo, della pubblicità e del finto progresso: se preferiscono i sogni televisivi – teleguidati – dove tutto è falso, posticcio, casuale e distraente; e se molti annullano la loro dignità in folli corse verso un potere che è solo uno specchietto per le allodole”.

“Non sono questi i sogni – ha aggiunto – che piacciono ai Liberi Muratori e che essi vogliono sognare. I Liberi Muratori vogliono sognare un mondo migliore e più giusto: un mondo dove possono coesistere etnie, idee, religioni, politiche diverse”.

“Non è un mistero – ha proseguito Raffi – che stiamo vivendo momenti difficili: l’associazione tra liberalismo e mercato sta miseramente naufragando in una crisi senza precedenti che ci ha svegliati non da un sogno qualsiasi ma dal “sonno della ragione”. E indipendentemente dagli esiti di questa crisi bisognerà riconsiderare il modo con cui buona parte degli Stati hanno vissuto sino ad ora: incuranti della realtà e dimentichi dei bisogni altrui. Se questo non avverrà le conseguenze potranno essere assai più disastrose di un generale abbassamento del tenore di vita. Tutte le crisi economiche, inoltre, portano con sé pericolosi contraccolpi politici, istituzionali, sociali e culturali. Significa perdita di fiducia nelle istituzioni, nella politica, negli uomini e nella possibilità di un progresso equitativo.”

“Senza scendere sul terreno della politica o della religione la Liberamuratoria deve – ha detto ancora – fa

Rimini 1 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 “Costruttori di sogni possibili”, dal 3 al 5 aprile al Palacongressi di Rimini.

Rimini 1 aprile 2009 – Massoneria: Gran Loggia 2009 “Costruttori di sogni possibili”, dal 3 al 5 aprile al Palacongressi di Rimini.

Venerdì 3 aprile alle ore 17,30 Allocuzione pubblica del Gran Maestro Raffi; sabato 4 aprile alle ore 20,00 concerto della cantante israeliana Noa.

“Costruttori di sogni possibili” è il tema scelto dal Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani per la Gran Loggia 2009, la più importante Assise dell’Istituzione. Articolata nella formula inaugurata dalla Gran Maestranza Raffi a partire dal 2000, ossia in un contesto che vede affiancare i lavori rituali con una serie di iniziative pubbliche quali seminari di studio, dibattiti, tavole rotonde, presentazioni di libri, esposizioni di opere d’arte, la Gran Loggia 2009 avrà luogo dal 3 al 5 aprile prossimi, al Palacongressi di Rimini.

“L’essere costruttori di sogni – sottolinea il Gran Maestro Raffi – rimanda a quelle immagini di pace, di armonia, di fratellanza e di tolleranza in cui prendono corpo i valori in cui crede la Libera Muratoria e che professa il Grande Oriente d’Italia. Il nostro sogno è quello di costruire un mondo in cui il compimento pieno dei diritti costituisca il punto di partenza e non quello di arrivo. La Libera Muratoria, nel solco della sua tradizione, si propone dunque ancora una volta come luogo privilegiato di incontro e approfondimento, etico e razionale, sui grandi temi nei quali si dibatte l’umana società”.

La Gran Loggia 2009 sarà aperta venerdì 3 aprile, alle ore 9.30, dalla inaugurazione delle mostre “La rivoluzione della Repubblica Romana tra celebrazione e satira 1849-2009” e “Esposizione di decorazioni e documenti massonici del XVIII e XIX secolo” a cura del Servizio Biblioteca; e “Massoni illustri nella storia degli Stati Uniti d’America” a cura dell’Associazione italiana di filatelia massonica del Grande Oriente d’Italia.

Seguirà il primo dei momenti di dibattito previsti nella tre giorni di Rimini, il talk show “Costruttori di sogni” che sarà condotto dallo psichiatra e saggista Alessandro Meluzzi e al quale parteciperanno il filosofo Salvatore Veca, il giornalista Oscar Giannino ed il teologo don Paul Renner.

Un momento oramai tradizionale, ma sempre molto atteso – ed emblema della politica culturale della trasparenza inaugurata dall’attuale Gran Maestranza – sarà rappresentato, sempre venerdì 3 aprile, alle ore 17.30, dall’apertura del Tempio al pubblico e ai rappresentanti delle Istituzioni, dinnanzi ai quali il Gran Maestro Raffi svolgerà la sua Allocuzione.

Nella giornata di sabato 4 aprile, oltre a esposizioni e presentazioni di libri, è previsto – alle 17,30 – il secondo talk show, dal titolo “Costruttori di utopie” al quale interverranno, moderati da Claudio Bonvecchio, filosofo della politica, Marcello Fagiolo, storico dell’architettura; Dino Cofrancesco, storico delle dottrine politiche; Gabriele Pastrello, storico dell’economia.

Alle ore 20,30 avrà luogo il concerto della cantante israeliana Noa, la cui voce dà corpo e anima all’Israele del dialogo.

Le manifestazioni culturali della Gran Loggia 2009 si concluderanno domenica 5 aprile con l’ultimo dei talk show in programma “Costruttori di realtà”. Su questo tema, moderati dallo storico orientalista Antonio Panaino, si confronteranno Gian Mario Cazzaniga, filosofo della morale; Luisella Battaglia, filosofo dell’etica; Antonio Baldassare, presidente emerito della Corte Costituzionale.

Silvia Renzi, 338 2366914,
comunicazione e rapporti con la stampa.