Roma 9 ottobre 2010 – Presentazione del volume “Le Iniziazioni e L’Iniziazione Massonica” di Irène Mainguy.

Roma 9 ottobre 2010 – Presentazione del volume “Le Iniziazioni e L’Iniziazione Massonica” di Irène Mainguy.

Sabato 9 ottobre 2010, ore 18:30 Biblioteca di Villa Il Vascello, PRESENTAZIONE DEL VOLUME “LE INIZIAZIONI E L’INIZIAZIONE MASSONICA” (EDIZIONI MEDITERRANEE) DI IRÈNE MAINGUY; interverrà insieme all’autrice il Prof. Claudio Bonvecchio (Università dell’Insubria – Varese).
Conclusioni del Gran Maestro Gustavo Raffi.

I più autorevoli studi etnologici mettono in evidenza, fin dall’antichità, la pratica di cerimonie iniziatiche presso qualsiasi cultura. L’iniziazione è, quindi, un argomento molto vasto e impossibile da trattare in maniera esaustiva: ecco perché Irène Mainguy ne propone una sintesi documentale, prendendo obiettivamente in considerazione le varie e differenti tesi.
Questa pubblicazione ha lo scopo di permettere ai lettori di seguire un filo di Arianna nel dedalo delle centinaia di studi pubblicati sull’argo­mento.

 

Leggi l’invito. [ Scarica file File Formato PDF Size 184.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 20 settembre 2010 – Unità d’Italia: Massoneria; Raffi (GOI), domani a Porta Pia con la nostra storia e la forza del pensiero laico.

Roma 20 settembre 2010 – Unità d’Italia: Massoneria; Raffi (GOI), domani a Porta Pia con la nostra storia e la forza del pensiero laico.

invito Alemanno ci è giunto solo il giorno dopo il nostro comunicato

“Porta Pia è simbolo della battaglia di libertà per l’Unità d’Italia. Una conquista laica che è passata anche per la lotta e il sangue degli Uomini liberi del Grande Oriente d’Italia. Era perciò naturale, perfino ovvio, che fossimo presenti domani, con la nostra storia e i nostri progetti, alle Celebrazioni del XX Settembre, sia a Porta Pia sia in Campidoglio. Tagliando corto su ogni dietrologia e a differenza di quanto riportato anche oggi da alcuni organi di informazione precisiamo e ribadiamo, ancora una volta, che ci è giunto solo il giorno dopo il nostro comunicato, l’invito – peraltro anticipato via email – da parte del Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, a partecipare domani alla seduta straordinaria dell’Assemblea Capitolina nell’Aula Giulio Cesare, in occasione della visita del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella ricorrenza dei 140 anni di Roma Capitale. Ciò del resto, era stato da noi affermato in maniera inequivocabile in un comunicato ufficiale del 17 settembre – come si può facilmente verificare dai lanci delle maggiori agenzie di stampa e come attesta anche il sito internet del Grande Oriente d’Italia (www. grandeoriente.it) cui rimandiamo per ogni ulteriore e dirimente parola sulla questione”.

E’ quanto afferma Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani.

“L’occasione di questo necessario chiarimento – aggiunge Raffi – ci permette al contempo di rimarcare su scala nazionale che non siamo per nulla interessati a vetrine e a celebrazioni museali delle iniziative per il centocinquantenario dell’Unità. Controvento, liberi e sicuri come sempre, gli uomini del Grande Oriente d’Italia – conclude – hanno tanto da dire e da lavorare per contribuire a realizzare una nuova idea di Paese, più libero e consapevole delle grandi sfide che ci attendono. Lo abbiamo fatto ieri, non ci fermeremo domani”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 20 settembre 2010 – Unità d’Italia: Raffi (GOI), “dopo 150 anni passione laica e Risorgimento della ragione per restare insieme”.

Roma 20 settembre 2010 – Unità d’Italia: Raffi (GOI), “dopo 150 anni passione laica e Risorgimento della ragione per restare insieme”.

Serve una generazione di ribelli perché il nostro paese diventi una ‘terra bellissima’

“Un ponte per superare l’incompiuto e pensare una nuova idea di Paese. Questo è per noi il senso profondo del 150° dell’Unità d’Italia. L’immagine che i nostri occhi vedono è quella di un fabbricato allo stato grezzo: ci sono pilastri e strutture portanti, ma l’opera non è terminata. La scommessa è un ‘Nuovo Risorgimento della Ragione’. Gli ideali oggi non hanno grande benzina nei serbatoi. Proprio per questo c’è un rinnovato bisogno di parole vere e di idee forti, di una rivolta delle coscienze che porti, ciascuno nel proprio campo, a lavorare sul tanto che ancora resta da edificare. La Libera Muratoria, forza morale e argine posto contro la deriva del pensiero unico, intende dare un contributo attivo a questa storia di verità. Basta con il disfattismo di chi ha la pancia a corte e la testa nelle catacombe: questo è per tutti il tempo della responsabilità”.

Così Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, in un passaggio della sua allocuzione, tenuta oggi a Villa ‘Il Vascello’ in occasione delle celebrazioni per il XX Settembre e l’Equinozio d’autunno.

“Che cosa ci manca? – chiede Raffi – Il Grande Oriente d’Italia lo dice da tempo: il senso laico del dovere e della responsabilità. Ai livelli alti e bassi della scala sociale. Gli italiani hanno bisogno di sapere che esistono persone oneste e disinteressate, in grado di farsi carico degli immani problemi di una nazione in caduta libera. E’ successo altre volte, nella nostra storia. Ci sono stati uomini, durante il Risorgimento, che hanno governato a Roma tornandosene più poveri di quando vi erano arrivati. Sapevano benissimo cosa li aspettava, eppure continuarono ad agire sorretti dalle loro idee e scommettendo sul futuro. Lo fecero perché credevano occorresse dare l’esempio. Per ricomporre un’identità culturale e di vissuto, il Paese ha bisogno di riscoprire una laica purezza d’intenti: laica, perché determinata dall’esclusivo servizio alla collettività, dal senso del dovere, da una doverosa percezione dei propri limiti, da un uso appassionato della ragione per superare l’incompiuto e stendere ponti all’incontro”.

“Il Grande Oriente d’Italia – conclude Raffi – cerca di raccoglierli, questi ‘eretici necessari’, persone apparentemente così estrane al mondo che le circonda, perché sa che essi sono una riserva di energie preziose per la democrazia. La storia che amiamo è quella che è sempre in cammino. L’augurio più bello che possiamo fare alla nostra Italia è che nel suo seno cresca una generazione di giovani ribelli che possano far propria la speranza e la lotta di Paolo Borsellino, quando diceva a voce alta e ferma: “Un giorno questa terra sarà bellissima”. Lo sarà se tutti noi vi lavoreremo con passione e ragione. Dopo 150 anni per restare insieme”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 20 settembre 2010 – XX Settembre: Massoneria; Raffi (GOI), accogliamo invito Alemanno, non potevamo non essere presenti.

Roma 20 settembre 2010 – XX Settembre: Massoneria; Raffi (GOI), accogliamo invito Alemanno, non potevamo non essere presenti.

“Accogliamo l’invito, che ci è giunto oggi, del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, a partecipare alla seduta straordinaria dell’Assemblea Capitolina che si terrà lunedì 20 settembre alle ore 11,00 in Campidoglio nell’Aula Giulio Cesare rinnovata in occasione della visita del Presidente della Repubblica alla Città nella ricorrenza dei 140 anni di Roma Capitale. Non potevamo non esserci con la nostra storia”.

Lo afferma l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 20 settembre 2010 – XX Settembre: Massoneria; Raffi (Goi), “Alemanno non dimentichi chi celebra Porta Pia da 140 anni e con essa Roma Capitale”.

Roma 20 settembre 2010 – XX Settembre: Massoneria; Raffi (Goi), “Alemanno non dimentichi chi celebra Porta Pia da 140 anni e con essa Roma Capitale”.

“E’ proprio il caso di dire che non si è voluto mettere il sulfureo pensiero laico insieme all’acqua santa. Non contestiamo il fatto che lunedì prossimo il Segretario di Stato Vaticano, Tarcisio Bertone, sia presente alla cerimonia al monumento ai caduti di Porta Pia. Ci permettiamo tuttavia di far notare che il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha forse dimenticato di invitare a quella celebrazione proprio il Grande Oriente d’Italia, che celebra Porta Pia da 140 anni, peraltro arrivando a quella mura non da Oltretevere, ma da molto più lontano e con una storia profondamente diversa, essendo Noi gli eredi del sindaco Ernesto Nathan. Dovremmo forse rivolgerci al responsabile delle pari opportunità, perché, oltre al rosso della porpora cardinalizia dei vinti della storia, aiuti a trovare uno spazio per il rosso garibaldino e il verde dei nostri labari”.

Così Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, sulle celebrazioni del XX Settembre in programma a Porta Pia.

“Siamo sicuri – aggiunge – che il cardinale Bertone non farà un elogio dello Stato Pontificio ma si ricorderà della lezione di Paolo VI, che giudicò ‘provvidenziale’ la fine del potere temporale della Chiesa”.

“Una storia condivisa di quell’evento – conclude Raffi – aiuta la memoria del Paese e soprattutto il suo futuro, onorando gli eroi del Risorgimento italiano. A Porta Pia, simbolo della laicità dello Stato, ci saremo come sempre”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 20 settembre 2010 – XX Settembre: Massoneria; Raffi (Goi) “il nuovo Risorgimento inizia già da domani”.

Roma 20 settembre 2010 – XX Settembre: Massoneria; Raffi (Goi) “il nuovo Risorgimento inizia già da domani”.

Le iniziative del Grande Oriente d’Italia.

I regnanti di Casa Savoia, Giuseppe Garibaldi, Giuseppe Mazzini, Ugo Bassi, i due eroi massoni Zamboni e De Rolandiis, Luigi Einaudi: sono questi solo alcuni dei personaggi dell’“Intervista a Giosuè Carducci”, di Marco Poli, ideata, interpretata e diretta da Emanuele Montagna.

Lo spettacolo – che farà rivivere “in carne e ossa” il grande poeta, Premio Nobel per la Letteratura – si tiene sabato 18 settembre, alle ore 17,30 – a Villa Il Vascello in occasione delle celebrazioni del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani per le ricorrenze del XX Settembre e dell’Equinozio di Autunno, data che segna la ripresa dei lavori massonici, e che saranno dedicate al 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

“Un cantiere aperto sulla storia da costruire: è questo – secondo il Gran Maestro Gustavo Raffi – il senso che il Grande Oriente d’Italia dà alle celebrazioni per il 150° dell’Unità, un evento che deve parlare al cuore e alla testa degli italiani, e diventare un necessario confronto sulle sfide poste dai grandi temi contemporanei”.

“La Libera Muratoria, sempre al fianco degli uomini in ricerca – spiega ancora il Gran Maestro – invita a riscoprire un verbo unitario fatto di progetti e di energia morale. In nome dell’Umanità vogliamo più tolleranza e pensiero, percorsi autentici e rispetto per l’altro: il nuovo Risorgimento inizia, dunque, già da domani”.

Su questi temi il Grande Oriente d’Italia ha chiamato al confronto storici e studiosi che nella mattina di sabato, alle ore 10,30, parteciperanno al convegno di studi “Unità d’Italia, dopo 150 anni per restare insieme”. Moderati da Valerio Zanone interverranno Lucio Villari (Il risorgimento cavouriano e il risorgimento alternativo dei democratici e dei repubblicani); Santi Fedele (“Una d’arme, di lingua, d’altare”: i cattolici, il Risorgimento,l’Italia unita); Giorgio Rebuffa (I fattori costitutivi dell’identità nazionale nei 150 anni della storia unitaria); Massimo Teodori (La tradizione laica nell’unità d’Italia).

Sempre sabato 18, alle 18,30 circa – dopo l’intervista a Giosuè Carducci e la proiezione di un brano del film “Casa Ricordi” (1954) di Carmine Gallione – prevista la tradizionale allocuzione del Gran Maestro Raffi sugli impegni e sulle iniziative della massima Istituzione massonica italiana nei prossimi mesi.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 20 settembre 2010 – Manifesto del Gran Maestro Gustavo Raffi per la ricorrenza del XX Settembre 2010.

Roma 20 settembre 2010 – Manifesto del Gran Maestro Gustavo Raffi per la ricorrenza del XX Settembre 2010.

Sono trascorsi un secolo e mezzo dall’Unità d’Italia e centoquarant’anni da Porta Pia. Tanti, nella vita di una nazione moderna. Eppure, mai come ora, i cittadini si sentono impauriti dal futuro, sfiduciati, preoccupati: il clima è ben diverso dal 1960, quando il Paese era ancora una giovane democrazia in pieno boom economico.
Che cosa ci manca? Il Grande Oriente d’Italia lo dice da tempo: il senso laico del dovere e della responsabilità. Ai livelli alti e bassi della scala sociale. Negli uffici pubblici come nelle attività private. Un egoismo dilagante funge da solvente del legame di comunità, rende la parola “patriottismo” un termine grottesco e obsoleto, degno al più di sarcastica irrisione.
Gli Italiani hanno bisogno di sapere che esistono persone oneste e disinteressate, in grado di farsi carico degli immani problemi di una nazione in caduta libera. E’ successo altre volte, nella nostra storia. Ci sono stati uomini, durante il Risorgimento, che hanno governato a Roma, tornandosene più poveri di quando vi erano arrivati. Per molti di loro si aprirono poi le porte dell’esilio e di un’esistenza spesso triste e miserevole. Essi sapevano benissimo ciò che li aspettava, eppure lo fecero lo stesso, perché, semplicemente, credevano occorresse dare l’esempio.
Il Paese ha bisogno di questa laica purezza d’intenti: laica, perché determinata dall’esclusivo servizio alla collettività, dal senso del dovere, da una doverosa percezione dei propri limiti, da un uso appassionato della ragione. Il Grande Oriente d’Italia cerca di raccoglierli, questi individui apparentemente così estranei al mondo che li circonda, perché sa che essi sono una riserva di energie preziose per la democrazia: si rinnova così la continuità ideale ed etica con il tempo glorioso dell’adolescenza della Nazione. D’altronde, non c’è che un modo per ricordare davvero il Risorgimento: mostrarsene degni!

Roma, Villa ‘Il Vascello’, 20 settembre 2010

 

Guarda il Manifesto [ Scarica file File Formato PDF Size 276.0 Kb ]

Messina 1 settembre 2010 – “Pecoraro vede ombre massoniche in sala parto? Manager vittima di un colpo di sole”.

Messina 1 settembre 2010 – “Pecoraro vede ombre massoniche in sala parto? Manager vittima di un colpo di sole”.

“Vedere l’ombra della Massoneria nel reparto Ginecologia del Policlinico di Messina è sicuramente dovuto a un colpo di sole estivo o a stress post-ferie. Affermare, come fa Giuseppe Pecoraro, direttore generale del Policlinico, che lì comandano i massoni che magari si aggirano nei reparti con tanto di cappuccio e camice bianco, è una boutade che francamente fa sorridere e ricorda il vecchio vizio di chi, per combattere gli elefanti dell’inefficienza, cerca capri espiatori nelle facili trame di misteri e baroni”.

Così Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, replica all’intervista di Giuseppe  Pecoraro, direttore generale del Policlinico di Messina, a ‘la Gazzetta del Sud’.

“Invece di vedere cosa accade in sala parto – aggiunge – il manager lamenta anche di essere stato ‘toccato’ sul polso con un segno di ‘riconoscimento’ massonico e senza essersi sottoposto a visita ortopedica, imputa a questo le disfunzioni di una  struttura sanitaria che, senza esprimere giudizi nel merito, forse merita miglior coordinamento”.

Per Raffi, “la ‘pioggia di veleno’ stigmatizzata da Pecoraro, va di pari passo con la pioggia di scuse che, come ha giustamente fatto il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, andrebbe indirizzata ai cittadini, che devono usufruire dei servizi nel modo migliore, senza assistere a risse e a colpi di teatro. Rassicuriamo dunque il direttore Pecoraro: nessun fratello è implicato nella paradossale vicenda accaduta nell’unità di Ostetricia e Ginecologia. Per una volta, almeno, l’allergia ai massoni non è causa delle liti tra medici. Intanto – conclude- solidarietà piena del Grande Oriente d’Italia alla famiglia vittima dello spiacevole episodio e all’azienda sanitaria Policlinico, che non merita affermazioni del genere”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 31 agosto 2010 – Iran: Massoneria; Raffi (Goi), vicini a Sakineh, mai più donne condannate a morte.

Roma 31 agosto 2010 – Iran: Massoneria; Raffi (Goi), vicini a Sakineh, mai più donne condannate a morte.

“Mai più donne condannate a morte. Le pietre devono servire per costruire speranze, non per lapidare coscienze libere”. E’ quanto afferma Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia e firmatario dell’appello per Sakineh, la donna iraniana di 43 anni che rischia la lapidazione per adulterio, per la quale è partita una mobilitazione internazionale.

“La vita è il bene più prezioso, ed è una forza sempre più potente di uomini, leggi  e regimi – sottolinea – perciò la Libera Muratoria, che da sempre promuove l’umanità e fa del confronto e della tolleranza il terreno delle proprie battaglie civili e morali, si unisce con profonda convinzione alle iniziative già intraprese dalle organizzazioni di difesa dei diritti dell’uomo, quali Human Rights Watch e Amnesty International, a favore della signora Sakineh Mohammadi-Ashtiani”.

“Il rispetto della dignità e della libertà di tutte le donne iraniane – conclude Raffi – sia un impegno concreto alla mobilitazione, perché il silenzio e l’indifferenza non accompagnino questi tristi riti di morte che appartengono al periodo della caccia alle streghe. Ci auguriamo che la ragione sia più forte del fondamentalismo”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Reggio Calabria 27 agosto 2010 – Massoneria; Perfetti (Goi), “convinta solidarietà a Di Landro, la Calabria onesta vincerà”.

Reggio Calabria 27 agosto 2010 – Massoneria; Perfetti (Goi), “convinta solidarietà a Di Landro, la Calabria onesta vincerà”.

“Solidarietà e profonda vicinanza al procuratore Di Landro, in prima linea ogni giorno per combattere la ‘ndrangheta e tutte le mafie che si annidano sul territorio. C’è da lottare ma siamo certi che la luce vincerà sulle forze del male, smantellando la ragnatela della criminalità organizzata che attenta alla vita civile e sociale della Calabria. La nostra regione ha energie e uomini, pensieri e progetti per vincere la sfida della legalità e della giustizia”.

Lo ha dichiarato Antonio Perfetti, Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia, dopo l’ordigno fatto esplodere nella notte di ieri sotto l’abitazione del procuratore generale di Reggio Calabria, Salvatore Di Landro.

“Nel rinnovare sentimenti di stima al procuratore – conclude Perfetti – lo invitiamo a proseguire nell’opera coraggiosa fin qui intrapresa, cosciente che troverà sempre nelle persone oneste sostegno convinto. Lui è uomo di legge, non getterà la spugna”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 27 agosto 2010 – Essere a Soveria 2010: le iniziative del Grande Oriente d’Italia.

Roma 27 agosto 2010 – Essere a Soveria 2010: le iniziative del Grande Oriente d’Italia.

Il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, avvocato Gustavo Raffi, sarà in Calabria sabato 4 Settembre 2010. Alle ore 10.00 incontrerà i giornalisti, nel corso di una conferenza stampa moderata dal giornalista Sergio Tursi Prato, presso la Sala convegni “Ermanno Critelli”, Rubbettino Grafiche ed Editoriali, a Soveria Mannelli (Cz),dove nel pomeriggio,alle ore 17:00, concluderà i lavori di un convegno di studi sul tema: “I 150 anni: Italia e Massoneria; etica e tolleranza per un confronto storico”.

L’iniziativa rientra nelle manifestazioni estive “Essere a Soveria 2010”, promosse dalla locale Amministrazione Comunale. Il programma del convegno, coordinato dal Dott. Egidio Laraia, della R.L. “La Sila – D. Ponzio” n° 363 dell’Oriente di Decollatura,prevede i saluti istituzionali del Dott. Federico Nicotera, Maestro Venerabile della R.L. “La Sila-D. Ponzio” n° 363 dell’ Oriente di Decollatura, del Dott. Leonardo Sirianni, Sindaco di Soveria Mannelli e Antonio Seminario, Presidente del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Calabria. Seguiranno le relazioni del Prof. Mario Cosco,già docente presso l’Università Magna Grecia di Catanzaro, su “Etica e tolleranza tra memoria e futuro”,del Prof. Fulvio Conti, docente dell’Università degli Studi di Firenze,su “La Massoneria nella storia d’Italia dall’Unità ai giorni nostri” e del Prof. Sergio Moravia, docente presso l’Università degli Studi di Firenze, su “Il pensiero massonico e problemi sociali e spirituali del nostro tempo”.

Come ogni anno, inoltre, il Dott. Leonardo Sirianni, Sindaco di Soveria Mannelli, saluterà ufficialmente a nome dell’Amministrazione Comunale, la presenza del Gran Maestro Gustavo Raffi nel corso di una cerimonia, che si terrà alle ore 12.00 di Sabato nel salone di rappresentanza del Municipio. Per rafforzare questo processo di osmosi e di confronto costante con la societa’ civile e con le Istituzioni a vari livelli, anche nell’ambito della trasparenza e di apertura al mondo profano che la Gran Maestranza Raffi sta portando avanti nel corso di questi anni, le due manifestazioni saranno riprese integralmente e mandate in onda, in esclusiva, sull’Emittente televisiva privata interregionale “Telitalia”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 22 agosto 2010 – La partecipazione del Goi per la scomparsa di Mons. Alberto Ablondi, già Vice Presidente della Conferenza Episcopale Italiana e Vescovo Emerito di Livorno.

Roma 22 agosto 2010 – La partecipazione del Goi per la scomparsa di Mons. Alberto Ablondi, già Vice Presidente della Conferenza Episcopale Italiana e Vescovo Emerito di Livorno.

Gustavo Raffi Gran Maestro, Massimo Bianchi Gran Maestro Aggiunto, i Massoni livornesi partecipano al dolore della Città e della Diocesi e porgono l’estremo saluto a Mons. Alberto Ablondi con cui abbiamo percorso la via del dialogo e dell’amicizia.

La dichiarazione del Gran Maestro Aggiunto Massimo Bianchi.

Una perdita grande ed un grande dolore per noi tutti. Ho avuto il privilegio di conoscere e frequentare Mons. Ablondi per tanti anni. Da Lui ho imparato che si deve giudicare l’uomo e non le sue appartenze con una attenzione straordinaria ai Valori e alle ragioni degli altri. Nelle giornate belle e in quelle tragiche e difficili Livorno ha potuto contare sulla Sua presenza, sulla parola e sull’esempio. L’essere Cittadino Onorario è stato uno dei riconoscimenti a cui ha più tenuto.

La mia Famiglia, il Gran Maestro Gustavo Raffi, i Massoni del GOI e personalmente partecipiamo con affetto al lutto della Città e della Diocesi.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 17 agosto 2010 – Cossiga: Massoneria, Raffi (Goi), “piangiamo un grande uomo e un eretico pensatore che guardava sempre lontano”.

Roma 17 agosto 2010 – Cossiga: Massoneria, Raffi (Goi), “piangiamo un grande uomo e un eretico pensatore che guardava sempre lontano”.

“Il Grande Oriente d’Italia rende onore all’umanità e alla forza di pensiero di Francesco Cossiga, maestro di vita di tutti gli italiani”. Così Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, esprime il cordoglio della Massoneria di Palazzo Giustiniani per la scomparsa del presidente emerito, Francesco Cossiga.

“I nostri labari sono listati a lutto –prosegue Raffi- perché è doveroso rendere omaggio a un politico vero e a una storia personale alta e profonda, che ha saputo tracciare strade di dialogo e di tolleranza in tutta la sua carriera come nella sua ricerca senza sosta. Piangiamo un esempio di morale e di etica laica, un riferimento sicuro delle istituzioni e uno straordinario uomo di cultura. Di lui resteranno gli esempi, le parole sempre vere e libere, la capacità di guardare oltre con arguzia, indicandoci con simpatia che un’altra verità è possibile”.

“Cossiga –rimarca Raffi- è stato un ‘eretico’ perché ha vissuto al di là di ogni schema e gabbia, infinitamente libero perché aveva una percorrenza personale che ha saputo fondare ogni affermazione. Poteva permettersi tutto perché tutto conosceva e andando controcorrente aveva indagato percorsi e vicende con gli occhi di chi sa che la verità sta sempre in fondo alla strada”.

“Da oggi –conclude l’avvocato ravennate alla guida del Goi- l’Italia ha un dovere in più: seguirne le indicazioni, lavorando a costruire speranza come la vita di questo grande uomo ci hai testimoniato. Addio, amato presidente. E grazie, amico caro, per tutto quello che ci hai insegnato: lo porteremo per sempre nel cuore”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Roma 16 agosto 2010 – Verdini: Massoneria; Gran Maestro aggiunto Bianchi “mai stato iscritto al Grande Oriente d’Italia”.

Roma 16 agosto 2010 – Verdini: Massoneria; Gran Maestro aggiunto Bianchi “mai stato iscritto al Grande Oriente d’Italia”.

“L’onorevole Verdini non è iscritto, né lo è mai stato, alla Massoneria del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani”.

Lo afferma il Gran Maestro Aggiunto, Massimo Bianchi smentendo quanto pubblicato ieri in un articolo de la Repubblica, a firma di Alberto Statera, che qualifica arbitrariamente il coordinatore del PDL come affiliato al Grande Oriente.

“La sua storia politica, imprenditoriale e le vicende di altra natura che di recente lo vedono coinvolto, a torto o a ragione, non sta a noi sindacarlo – riguardano esclusivamente l’onorevole Verdini”.

“Il Grande Oriente d’Italia – conclude Bianchi – respinge pertanto ogni accostamento a costui”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Radicofani 29 agosto 2010 – Tornata nel Bosco Isabella. Tradizionale incontro di fine estate della loggia “XX Settembre” di Montepulciano.

Radicofani 29 agosto 2010 – Tornata nel Bosco Isabella. Tradizionale incontro di fine estate della loggia “XX Settembre” di Montepulciano.

La loggia “XX Settembre” (604) di Montepulciano invita anche quest’anno tutti i fratelli a partecipare alla tradizionale tornata nel Bosco Isabella a Radicofani, vicino Siena.
Il giardino ha una traccia iniziatica secondo il volere del suo ideatore, il fratello Odoardo Luchini, senatore del Regno italiano, che lo realizzò alla fine dell’Ottocento con l’obiettivo di riprodurre un “tempio a cielo aperto”. Lo dedicò a sua moglie.

L’appuntamento è per il 29 agosto alle ore 10. Nel corso dei lavori sarà celebrato il cinquantenario della loggia organizzatrice con una tavola dal titolo ” La Libera Muratoria a Montepulciano dal XIX al XXI secolo ” Seguirà un’agape bianca (35 euro a persona) nel ristorante “La Torre” nel corso della quale si potranno degustare vini pregiati prodotti dai fratelli della “XX Settembre” di Montepulciano.

Info e prenotazioni: l.ventisettembre.604@virgilio.it – 333 7870484 (Giorgio) o 349 4939895 (Marco)

Leggi la locandina [ Scarica file File Formato PDF Size 436.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lido di Camaiore 26 agosto 2010 – In ricordo di Roberto Mei. Iniziativa della loggia viareggina “Felice Orsini”.

Lido di Camaiore 26 agosto 2010 – In ricordo di Roberto Mei. Iniziativa della loggia viareggina “Felice Orsini”.

La loggia “Felice Orsini” (134) di Viareggio organizza il 26 agosto la tradizionale agape bianca per ricordare il fratello Roberto Mei scomparso cinque anni fa. L’incontro è al Park Hotel Villa Ariston (Viale Bernardini 355) alle ore 21.

La cena sarà preceduta, alle ore 18,30, da una conferenza-dibattito dal titolo “Massoni e Unità d’Italia” che celebrerà l’imminente 150esimo anniversario dell’unificazione nazionale.

Info e prenotazioni entro il 18 agosto: Vincenzo Cremona (0584 391746) o Ivano Nocetti (339 5755625) o Marco Parlanti (348 3578264)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Follonica 11 settembre 2010 – Massoneria: storia e attualita’ nella Maremma toscana. Convegno della Libera Muratoria della regione.

Follonica 11 settembre 2010 – Massoneria: storia e attualita’ nella Maremma toscana. Convegno della Libera Muratoria della regione.

Nella Sala Consiliare del Comune di Follonica, il Collegio circoscrizionale della Toscana – in collaborazione con le logge di Follonica, Giuncarico, Grosseto e Massa Marittima – organizza il convegno “Massoneria: storia e attualità nella Maremma Toscana”. L’appuntamento è alle ore 18.00.

Dopo i saluti del sindaco di Follonica Eleonora Baldi, intervengono Giampiero Caglianone su “Massoneria e massoni in Maremma” e Stefano Bisi su “Attualità della Massoneria in Toscana”. Partecipano Ezio Gabrielli, già Assessore al Comune di Ancona, Alberto Monaci, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, e Massimo Bianchi, Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia. Modera i lavori il vicepresidente circoscrizionale Moreno Milighetti.

 

Leggi la locandina. [ Scarica file File Formato PDF Size 480.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 26 luglio 2010 – Cossiga: Raffi (Goi), “una storia politica che invita a guardare lontano”. “Da decenni la sua saggezza fa bene alla Politica”.

Roma 26 luglio 2010 – Cossiga: Raffi (Goi), “una storia politica che invita a guardare lontano”. “Da decenni la sua saggezza fa bene alla Politica”.

“Gli auguri più sinceri e affettuosi di buon compleanno al presidente Cossiga”. E’ quanto afferma Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, nel messaggio augurale per l’ottantaduesimo compleanno del presidente emerito e senatore a vita, Francesco Cossiga.

“A Cossiga – prosegue Raffi – figura di riferimento per tutta la nazione ed esempio di attaccamento ai valori repubblicani va anche l’augurio di ritrovare al più presto la piena forma perché la sua parola libera, schietta e sempre propositiva, porti al dibattito politico italiano l’innegabile contributo di saggezza cui da decenni ci ha abituato. Tra Cassandra e Pizia, come lo stesso presidente ha scritto di sé, Cossiga è una lezione vivente di etica dello Stato. Una storia – conclude il Gran Maestro Raffi – che ci invita a guardare lontano”.

Silvia Renzi, 338 2366914
comunicazione e rapporti con la stampa

Rocca Calascio 30-31 luglio e 1 agosto 2010 – Medioevo alla Rocca. L’associazione “Luce per la Rinascita” ha raggiunto il primo obiettivo a sostegno dell’Abruzzo terremotato.

Rocca Calascio 30-31 luglio e 1 agosto 2010 – Medioevo alla Rocca. L’associazione “Luce per la Rinascita” ha raggiunto il primo obiettivo a sostegno dell’Abruzzo terremotato.

Il programma di tre giorni – dal 31 luglio al 1° agosto – di animazione a tema medievale che si svolgerà a Calascio, ai piedi della famosa Rocca, saranno il prologo all’illuminazione della stessa Rocca, gesto simbolico per l’avvio del progetto di riqualificazione dei luoghi terremotati in Abruzzo messo in campo dall’associazione di liberi muratori “Una Luce per la Rinascita”. In quei tre giorni, nel cielo di Calascio, voleranno i falchi addestrati da Falconieri che conoscono l’Ars Venandi cum Avibus, reciteranno artisti di strada, si esibiranno giocolieri, duelleranno cavalieri e si tirerà con l’arco, mentre artigiani mostreranno il loro antico lavoro, il tutto nella magnifica cornice di uno dei posti più belli e suggestivi delle montagne abruzzesi. Anche la musica sarà protagonista con il concerto che si svolgerà alle 18 del 30 luglio. Ad esibirsi sarà il gruppo di fiati “Out Of Tune” che suonerà nel meraviglioso scenario del Gran Sasso nella suggestiva piazza antistante la chiesa ottagonale di Santa Maria della Pietà sotto la Rocca di Calascio. Un concerto inserito nella terza edizione della rassegna “Parco in Musica”, con il patrocinio dell’ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, che ha voluto contribuire alla tre giorni calascina. Dopo il concerto le esibizioni dei rapaci in notturna chiuderanno la prima giornata. Ma i falchi riprenderanno a volare il 31 luglio alle 17:30, per continuare anche domenica 1 agosto, accompagnati dalle animazioni medievali che vedranno la realizzazione di giochi d’epoca per i più piccoli ed esibizioni di teatro popolare. L’illuminazione della Rocca (che il 3 luglio ha visto realizzati i test positivi su un primo torrione), momento clou della tre giorni, vorrà siglare l’inizio del progetto voluto dall’architetto milanese Dario Banaudi, libero muratore e presidente dell’associazione “Una luce per la Rinascita”, che insieme ad altri fratelli del Grande Oriente d’Italia, ha messo in campo una serie di iniziative per la rinascita dell’Abruzzo terremotato. Con il comune di Calascio e l’aiuto della società Umanitaria di Milano, l’associazione “Una Luce per la Rinascita” vuole operare per ripopolare un borgo storico come quello di Calascio, pensando a un restauro che valorizzi il romanticismo della Rocca e del suo complesso urbanistico e con esso a un museo interattivo che aiuti a sviluppare ulteriormente il turismo e crei posti di lavoro insieme a alloggi per studenti che seguano corsi tutto l’anno e che possano, insieme a un complesso museale innovativo, far ripartire l’economica del territorio. Un intento, che non vuole essere invasivo, ma di collaborazione con i cittadini e l’amministrazione calascina. E l’organizzazione della tre giorni di quest’estate, anch’essa coordinata fratello Banaudi, vuole proprio essere la migliore premessa per una lunga collaborazione nell’interesse di Calascio e dell’Abruzzo. Quindi tutti alla Rocca, ad illuminare il futuro!

 

Leggi il programma. [ Scarica file File Formato PDF Size 902.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

La Maddalena 24 luglio 2010 – Democratici e pensiero laico. Conferenza dell’Associazione “Asproni” con la partecipazione della loggia “Quatuor Coronati” di Cagliari.

La Maddalena 24 luglio 2010 – Democratici e pensiero laico. Conferenza dell’Associazione “Asproni” con la partecipazione della loggia “Quatuor Coronati” di Cagliari.

Crescono le iniziative per il 150esimo dell’Unità d’Italia. Il 24 luglio sarà l’Associazione Culturale “Giorgio Asproni” di Cagliari, con la partecipazione della loggia “Quatuor Coronati” (1365) del capoluogo sardo, a realizzare un convegno che evidenzierà l’influsso liberomuratorio nel Risorgimento e lungo il processo postunitario del nostro Paese.

L’iniziativa si svolgerà a La Maddalena seguendo la linea programmatica che ha visto più volte l’associazione impegnata, ad altissimi livelli, con manifestazioni pubbliche in tutta l’isola.

“Democratici e pensiero laico. Garibaldi e Asproni testimoni e interpreti dell’Unità d’Italia” è il titolo del convegno maddalenino che si svolgerà in Piazza Ferraccio alle 21,30 con gli interventi degli storici Fulvio Conti dell’Università di Firenze, Paolo Gastaldi dell’Università di Pavia, Stefano Pira e Gianpaolo Salice dell’Università di Cagliari e del politologo Antonello Mattone dell’Università di Sassari.

Info associazioneasproni@alice.it)

 

Leggi locandina. [ Scarica file File Formato PDF Size 131.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA