Dai Fratelli del Grande Oriente pietre di solidarietà concreta per le popolazioni colpite dal sisma in Emilia

Dai Fratelli del Grande Oriente pietre di solidarietà concreta per le popolazioni colpite dal sisma in Emilia

Appello alle Logge del Gran Maestro Gustavo
Raffi

Fratelli carissimi,
il sisma che ha colpito l’Emilia è un’emergenza nazionale.
Proviamo profondo dolore per le vittime, storie spezzate dalla
morte sul luogo di lavoro, mentre come ogni giorno lottavano e si
impegnavano per dare sostentamento alle loro famiglie. Anche i
danni alle scuole e al patrimonio artistico e culturale sono
enormi: davanti ai nostri occhi scorrono le immagini di centri
storici, castelli e luoghi d’arte distrutti dalla violenza di un
terremoto che nella sua onda violenta ha sepolto sotto fango e
polvere storie personali e di comunità. Occorre risollevare la
testa e ripartire. I Liberi Muratori non stanno a guardare: devono
dare un contributo concreto per affrontare l’emergenza e pensare la
ricostruzione puntando su progetti di crescita dopo la notte del
dolore.

Roma 4 giugno 2012 – Nell’aiuto all’altro, il vero cuore della Massoneria. Lettera del Presidente della Circoscrizione Emilia-Romagna, Giangiacomo Pezzano

Roma 4 giugno 2012 – Nell’aiuto all’altro, il vero cuore della Massoneria. Lettera del Presidente della Circoscrizione Emilia-Romagna, Giangiacomo Pezzano

A poche settimane dalla tremenda prima scossa che nel cuore della notte, quasi all’alba, ha sconvolto il territorio dell’Emilia, ho verificato con immensa gioia e profonda commozione che il vero cuore della Massoneria e dei Fratelli tutti é una fonte inesauribile, spontanea ed inarrestabile di solidarietà. Una conferma gradita, anche se giunta in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo.
Da tutti i Collegi circoscrizionali sono immediatamente pervenute, a più riprese, partecipazioni ed offerte di aiuti; dai Fratelli del mio Collegio ha originato, senza alcun bisogno di sollecitazioni, una catena di comunicazioni e di sostegno a favore della popolazione emiliana, che é la più colpita nel territorio dell’Emilia Romagna.
Quei Fratelli emiliani che, purtroppo, hanno subito danni alla propria abitazione o alla propria sede di lavoro, sono stati tutti individuati e raggiunti e sono in contatto telefonico diretto sia con il Gran Maestro, Gustavo Raffi, che con il sottoscritto e presto si provvederà a sostenere e a soddisfare le loro prime vitali necessità. Ho attivato un contatto telefonico con l’ufficio di coordinamento degli aiuti che si trova a Mirandola, il cuore del sisma, ottenendo l’assicurazione che saremo contattati nel momento in cui si saranno precisamente individuate le specifiche aree di intervento (economico, assistenziale, sanitario).
Ma la Solidarietà fraterna si é manifestata anche in altra direzione: poiché la Casa massonica di Ferrara non é più agibile a causa delle lesioni strutturali conseguenti al sisma, i Fratelli delle Officine emiliano-romagnole più lontane dall’epicentro del terremoto hanno prontamente offerto ospitalità mettendo a disposizione le proprie sedi ai Fratelli ferraresi ed a tutti coloro – e sono tanti – che con esemplare ed incrollabile spirito libero muratorio hanno manifestato il desiderio di proseguire, anche in questo sfortunato momento, i propri Lavori Rituali.
Sono, dunque, convinto che il cuore dei Fratelli, una volta di più, stia pulsando all’unisono per superare – tutti insieme – il tragico momento dell’emergenza e della ricostruzione. Occorre rialzare la testa e ripartire. Come ci ha indicato il Gran Maestro.

 

Giangiacomo Pezzano
Presidente del Collegio Circoscrizionale dell’Emilia Romagna del Gran Oriente d’Italia

 

Alla Gran Segreteria del Grande Oriente d’Italia, in queste ore stanno giungendo numerosi messaggi di solidarietà e tanti racconti di impegno di molte Officine che si sono attivate per contribuire a fronteggiare l’emergenza del sisma in Emilia.
Tra le tante testimonianze, quelle dei Fratelli di Modena, tra i quali medici e ginecologici appartenenti all’Istituzione, che stanno assistendo diverse persone e casi clinici, contribuendo senza risparmio di energie e competenze ad assicurare l’operatività di ambulatori mobili in zona sisma.

Roma 4 giugno 2012 – Agli Asili Notturni di Torino e Piccolo Cosmo pronti 5 mini alloggi per 15 terremotati dell’Emilia

Roma 4 giugno 2012 – Agli Asili Notturni di Torino e Piccolo Cosmo pronti 5 mini alloggi per 15 terremotati dell’Emilia

La solidarietà ha il volto della concretezza. “Mettiamo a disposizione da subito 5 mini alloggi, per 15 persone, preso la sede della onlus Piccolo Cosmo, in via Ormea 119 e in via Cosmo 9, a Torino, per i terremotati dell’Emilia”. E’ quanto annuncia Sergio Rosso, presidente degli Asili Notturni Umberto I di Torino e Piccolo Cosmo, rispondendo all’appello lanciato dal Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, che chiama i Fratelli dell’Obbedienza di Palazzo Giustiniani all’impegno per le popolazioni colpite dal sisma. Per contribuire ad affrontare l’emergenza, il Grande Oriente d’Italia ha già istituito un fondo di solidarietà per i terremotati.

“Le famiglie che saranno assistite gratuitamente, per tutto il periodo necessario, dalle Onlus Piccolo Cosmo e Asili Notturni – spiega Rosso – potranno contare sui servizi di mensa e lavanderia, ma anche usufruire delle cure mediche dei nostri ambulatori odontoiatrici e oculistici, cui si unisce l’assistenza psicologica, 24 ore su 24, assicurata da un’equipe formata da 12 Fratelli psichiatri e psicologici, al lavoro presso gli Asili Notturni Umberto I di Torino, una realtà dove offriamo un letto e un pasto caldo a persone bisognose e in condizione di fragilità, italiane e straniere, e visite specialistiche grazie a medici volontari”.

“Abbiamo segnalato la nostra disponibilità ai comuni colpiti dal sisma – prosegue il presidente delle onlus di cui è presidente onorario il Gran Maestro Raffi – e siamo in attesa delle loro indicazioni. Vogliamo poter contribuire ad aiutare le persone in difficoltà:: ognuno deve fare la sua parte, subito. Agli Asili Notturni e Piccolo Cosmo – conclude Rosso – usiamo un’espressione: ‘Mostrami la vita di un uomo che è andata male, e ti indicherò mille ragioni per cui è solo un caso se al suo posto non ci sei tu’. La solidarietà si fa unendo le parole ai fatti”.

 

Asili Notturni Umberto I – Ente Morale ONLUS in Torino 10126 Via Ormea, 119. Tel. 011 566.08.04 – 011 696.32.90, www.asilinotturni.org.

Roma 1 giugno 2012 – 2 giugno: il Gran Maestro Raffi (GOI), il nostro cuore è con i terremotati dell’Emilia. E’ la solidarietà la maniera più autentica per celebrare e vivere il senso della Repubblica

Roma 1 giugno 2012 – 2 giugno: il Gran Maestro Raffi (GOI), il nostro cuore è con i terremotati dell’Emilia. E’ la solidarietà la maniera più autentica per celebrare e vivere il senso della Repubblica

“Impegno civile, responsabilità per costruire, e sobrietà: la Festa della Repubblica non diventi occasione per nuove divisioni ma costituisca un momento forte di pensiero e di coesione nazionale, per ritrovare quella forza morale che, oggi più che mai, serve al Paese. Il nostro cuore è in Emilia, al fianco delle popolazioni colpite dal sisma ma prosegue senza sosta l’impegno per affrontare le emergenze e i problemi, individuando soluzioni per un’Italia migliore e solidale, che sappia guardare al domani con fiducia, sempre unita dai suoi simboli più veri”. E’ quanto afferma il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, in occasione delle celebrazioni del 2 giugno.

“La Repubblica si deve vivere tutti i giorni, sentendosi cittadini – sottolinea il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani – e aprire il cantiere di una rivoluzione morale che è alla radice del cambiamento. I giovani, la scuola, la cultura e il lavoro siano i punti di forza di un rinnovato orgoglio nazionale, mostrando nei fatti la capacità di rialzare la testa e di credere a un progetto per il futuro. A fronte delle avversità naturali – rimarca Raffi – un pronto, spontaneo moto di solidarietà nazionale sia la maniera più giusta e più autentica per celebrare nel 2 giugno la Repubblica di tutti, per ricordare a tutti che la Nazione è ‘il plebiscito di ogni giorno’, perché ogni giorno si rinnova l’impegno e l’orgoglio di ritrovarci assieme nella rinnovata fiducia nell’avvenire della Repubblica una e indivisibile vaticinata da Mazzini perché diventasse la casa comune di tutti gli italiani”.

Per ricordare tutti i Padri della Patria, gli uomini e le donne che hanno lottato per la libertà e l’unità del Paese, sabato 2 giugno, alle 9,30, a Roma, una delegazione del Grande Oriente d’Italia deporrà una corona d’alloro alla statua di Garibaldi, al Gianicolo. Un segno di unità, perché la memoria diventi pietra di costruzione per il presente.

Roma, Villa il Vascello 1 giugno 2012

 

Scarica il file “ZIP” delle foto della manifestazione [ Scarica file File Formato PDF Size 1.46 Mb ]

Follonica 23 giugno 2012 – Massone e patriota, convegno su Niccola Guerrazzi a Follonica

Follonica 23 giugno 2012 – Massone e patriota, convegno su Niccola Guerrazzi a Follonica

Follonichese, massone e patriota. Nel centenario della morte, la Loggia Niccola Guerrazzi, con il patrocinio del Comune di Follonica, in provincia di Grosseto, organizza un convegno sulla figura e il pensiero del fedele seguace di Garibaldi. L’appuntamento è per sabato 23 giugno, alle 9.30, presso la Pinacoteca Modigliani.

Partecipano il Maestro Venerabile Ezio Puggelli, il sindaco di Follonica, Eleonora Baldi, il presidente del Collegio, Stefano Bisi, Leonardo Rombai, docente di Geografia all’Università di Fireze, Marica Pizzetti, ricerccatrice universitaria, Massimo Corti, docente emerito di Lettere all’Università di Siena. A tracciare le conclusioni sarà il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gubbio, Monte Foce 23 giugno 2012 – Tornata rituale della loggia perugina “Fede e Lavoro”

Gubbio, Monte Foce 23 giugno 2012 – Tornata rituale della loggia perugina “Fede e Lavoro”

Anche quest’anno la Loggia “Fede e Lavoro” (459) di Perugia celebra il Solstizio d’Estate con la tradizionale tornata rituale in cima al Monte Foce, il più elevato dei tre monti sopra i quali è costruita Gubbio, dove il cielo costellerà la sommità del Tempio.

L’appuntamento è il 23 giugno (ore 16,30) nel parcheggio antistante il Teatro Romano di Gubbio. Mezzi fuoristrada saranno disponibili per agevolare il trasferimento dei Fratelli nell’area riservata ai lavori. Al termine è prevista un’agape bianca nella villa del Fratello Luigi Parziale.

Info: Luigi Parziale (347 7573014 – parziale@tiscali.it) o Luigi Guatini (360 488777 – guaitini@gmail.com) maestro venerabile della “Fede e Lavoro”.

 

Vedi Annullo Filatelico [ Scarica file File Formato PDF Size 28.0 Kb ]

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli 16 giugno 2012 – ‘La massoneria e le donne’, a Napoli incontro a quattro Logge

Napoli 16 giugno 2012 – ‘La massoneria e le donne’, a Napoli incontro a quattro Logge

Sabato 16 giugno, presso la casa massonica napoletana, in Galleria Umberto I n. 27, si terrà alle 17 un incontro a quattro Logge: l’Acacia 577 di Napoli, la Francesco Galasso 1269 di Rossano Calabro, la Mazzini Mori 1329 di Gioia Tauro, la Ettore Ferrari 272 di Palmi sul tema ‘La massoneria e le donne’.

La Tornata, previa sospensione dei Lavori Rituali, sarà aperta ai rappresentanti dei corpi rituali e alle sorelle della Stella d’Oriente dei Capitoli di Napoli e di Gioia Tauro, Parteciperanno il Secondo Gran Sorvegliante, Geppino Troise, il Gran Tesoriere Aggiunto, Giovanni Esposito, il presidente del Collegio Campania-Basilicata, Michele Di Matteo, il presidente del Consiglio dei Maestri Venerabili di Napoli, Ivan Conte e numerosi Dignitari circoscrizionali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Bologna 21 giugno 2012 – Presentazione del libro del Gran Maestro Gustavo Raffi ‘In Nome dell’Uomo’

Bologna 21 giugno 2012 – Presentazione del libro del Gran Maestro Gustavo Raffi ‘In Nome dell’Uomo’

Giovedì 21 giugno, alle 18, a Bologna, presso la sala delle Conferenze del Baraccano (in via Santo Stefano n.119), il Comitato di Bologna della Società Dante Alighieri ospiterà la presentazione del libro del Gran Maestro Gustavo Raffi ‘In nome dell’uomo’, edito da Mursia. Alla presentazione interverranno l’autore, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, e il curatore del volume, Gerardo Picardo. L’introduzione sarà a cura dell’Avv. Prof. Angelo Scavone, Presidente del Comitato di Bologna Società Dante Alighieri. L’incontro è aperto al pubblico.

Il ricavato delle vendite del libro, giunto alla terza edizione, è interamente devoluto alle onlus Asili Notturni e Piccolo Cosmo.

 

Vedi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 49.0 Kb ]

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abano 12 giugno 2012 – Trentennale della Loggia “Florence Nightingale” di Padova

Abano 12 giugno 2012 – Trentennale della Loggia “Florence Nightingale” di Padova

Martedì 12 giugno, alle 19, ad Abano, il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, parteciperà alla tornata rituale e di festeggiamenti per il trentennale di fondazione della Loggia “Florence Nightingale” n. 1012 di Padova. L’officina fondata il 24 maggio del 1982, è attualmente guidata dal Maestro Venerabile, Antonio Bergamini.

Dai responsabili territoriali ai dignitari, saranno tanti i Fratelli che celebreranno questo momento di comunione e pensiero di una Loggia che negli anni ha saputo testimoniare il messaggio e i valori della Libera Muratoria del Grande Oriente d’Italia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

San Galgano 22 giugno 2012 – Celebrazione del solstizio d’estate della Comunione toscana a San Galgano

San Galgano 22 giugno 2012 – Celebrazione del solstizio d’estate della Comunione toscana a San Galgano

Organizzata dall’Oriente di Siena, la tradizionale tornata rituale in grado di Apprendista, quest’anno si svolgerà il 22 giugno nell’incantevole scenario dell’ex Abbazia di S.Galgano, nel comune di Chiusdino. Si tratta di un appuntamento che, assieme alla festa della Luce, scandisce i due solstizi celebrati da diversi anni dalla Comunità massonica toscana.

San Galgano è un luogo estremamente suggestivo in cui lo spazio interno è suddiviso in tre navate da sedici pilastri cruciformi composti da quattro semicolonne. Le arcate sono a sesto acuto con doppio archivolto. Il transetto è a tre navate, ma la navata orientale appare trasformata in quattro cappelle, due a due laterali alla cappella maggiore, con abside rettangolare. Sulla destra della chiesa si trova il Monastero, di cui rimangono la Sala capitolare, la Sala dei monaci e un piccolo tratto del chiostro ad arcate su colonnine binate.

Per informazioni e prenotazioni

 

Vedi Annullo Filatelico [ Scarica file File Formato PDF Size 27.0 Kb ]

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Reggio Calabria 16 giugno 2012 – Convegno dell’Associazione culturale “Giuseppe Logoteta”

Reggio Calabria 16 giugno 2012 – Convegno dell’Associazione culturale “Giuseppe Logoteta”

“Gli Ideali di Libertà, Fratellanza e Uguaglianza in Calabria alle soglie del XX secolo” è il titolo dell’incontro in programma il 16 giugno nella Sala Conferenza del Palazzo Storico della Provincia di Reggio Calabria. Responsabile dell’iniziativa è l’Associazione Culturale “Giuseppe Logoteta”, emanazione dell’omonima loggia che ha sede nel capoluogo reggino. Dopo le introduzioni del presidente dell’Associazione, Maurizio Maisano, e del Presidente circoscrizionale della Calabria, Antonio Seminario, intervengono al dibattito: il Gran Maestro Aggiunto Antonio Perfetti, il Gran Maestro Onorario Ernesto D’Ippolito, Presidente dell’Accademia Cosentina, gli storici Santi Fedele e Franco Arillotta. Fedele, professore ordinario di Storia Contemporanea all’Università di Messina, è autore di numerosi saggi di storia massonica, nonché Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia. Modera i lavori il professor Salvatore Chiappalone.
Il convegno ha ricevuto il patrocinio della Regione, della Provincia e del Comune di Reggio Calabria e del Collegio Circoscrizionale calabrese.

 

Leggi il programma [ Scarica file File Formato PDF Size 1.21 Mb ]

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 14 giugno 2012 – La Porta Magica di Roma e i Rosacroce

Roma 14 giugno 2012 – La Porta Magica di Roma e i Rosacroce

Il Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia vi ricorda il prossimo appuntamento che si terrà questa volta presso il Teatro Il Vascello (Via Giacinto Carini, 78) nei pressi della nostra sede giovedì 14 giugno 2012 ore 19:00

Conferenza di Mino Gabriele
Con un intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi

Mino Gabriele, ordinario presso l’Università di Udine, dove insegna “Iconografia e Iconologia”, studioso noto a livello internazionale per le sue ricerche in ambito ermetico e alchemico, illustrerà il significato simbolico della Porta Magica di Roma e la sua derivazione rosacrociana. Sul piano della soglia si trova l’iscrizione palindroma Si sedes non is (Se siedi non vai – Se non siedi vai), un invito a varcarla per iniziare un’esperienza alchemica di purificazione e spiritualizzazione indicata nei sette Sigilli che contrassegnano il percorso. L’ideatore della Porta è il nobile romano Massimiliano Palombara che la fece collocare nella sua proprietà all’Esquilino. Le fonti letterarie a cui si è ispirato l’illustre committente e i contenuti del suo scritto “La Bugia”(1656) dimostrano come sia fondata l’ipotesi della presenza del movimento Rosacroce a Roma, seppure con caratteristiche diverse da altri paesi europei.

 

Vedi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 1.2 Mb ]

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perugia 19 giugno 2012 – Celebrazioni del XX Giugno

Perugia 19 giugno 2012 – Celebrazioni del XX Giugno

Il Collegio Circoscrizionale dell’Umbria celebra l’anniversario del XX Giugno perugino con il consueto raduno presso il monumento ai Caduti per la Libertà nei Giardini del Frontone a Perugia. La ricorrenza ricorda l’eccidio perpetrato dalle truppe dei reggimenti svizzeri – inviate da papa Pio IX – verso i cittadini che si erano ribellati al dominio dello Stato della Chiesa. Fu il primo episodio di guerra popolare del 1859 che causò l’occupazione e il saccheggio di Perugia con il massacro di civili da parte dell’esercito papalino.

I Fratelli umbri onoreranno le gesta dei loro cittadini la notte del 19 giugno (ore 23,45) dandosi appuntamento nel monumento eretto a memoria, dove sarà deposta una corona del Collegio. Potranno essere esposti i labari delle logge e chi avrà piacere, potrà indossare le proprie insegne massoniche.

A mezzanotte, un coro intonerà l’Inno nazionale di Goffredo Mameli e il “Va pensiero” di Giuseppe Verdi. Il presidente circoscrizionale Gonario Guatini chiuderà la celebrazione con un breve intervento.

Tutti i fratelli sono invitati a partecipare, con familiari e amici, per testimoniare pubblicamente l’impegno del Grande Oriente d’Italia alla tutela al trinomio universale della Massoneria in un momento di forte bisogno, ma soprattutto dovere, di solidarietà tra le genti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 23 maggio 2012 – Raffi (GOI), lotta senza sosta alla mafia. Il coraggio di Falcone e Borsellino corre sulle gambe di migliaia di giovani

Roma 23 maggio 2012 – Raffi (GOI), lotta senza sosta alla mafia. Il coraggio di Falcone e Borsellino corre sulle gambe di migliaia di giovani

“La mafia continua ad avvelenare il Sud, ma la nostra libertà è ancora più forte. Occorre accertare fatti e verità, portare nel cuore dei giovani la lezione dei veri eroi italiani, e proseguire senza sosta la lotta alla criminalità raccogliendo l’eredità morale che ci hanno lasciato grandi uomini come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”. E’ quanto afferma il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, nel ventennale della strage di Capaci, nella quale persero la vita il giudice antimafia Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e i tre agenti di scorta, Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro.

“Rendiamo onore a uomini che hanno incarnato il simbolo del senso dello Stato e della lotta a tutte le mafie. E’ vivo e forte in noi e in tutti gli italiani – rimarca Raffi – l’esempio dei giudici senza paura che hanno abbattuto muri di omertà per combattere e sconfiggere la piaga mafiosa, il vero cancro del Sud. Falcone e Borsellino, rappresentano uno straordinario esempio di coraggio soprattutto per i giovani. Onorare degnamente la memoria di Falcone, di Borsellino e di chi è morto per affermare gli ideali di giustizia – rimarca il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani – vuol dire impegnarsi in progetti di legalità e di riscatto del territorio. Non servono le parole ma i fatti, per sottrarre ogni giorno terreno a una criminalità che ha la sua forza nell’area grigia delle connivenze”.

“Ricordiamo le lezioni dei giudici ai giovani studenti – fa notare Raffi – quelle parole forti e vere, il coraggio che davano con la loro testimonianza di impegno contro tutto e tutti. Falcone e Borsellino sapevano e credevano che la scuola è un avamposto di democrazia e di pensiero libero, il luogo dove si formano le coscienze e le nuove generazioni di cittadini. Occorre proseguire con tenacia anche su questa strada segnata, aprendo sentieri alla libertà contro ogni cultura di morte. La frase di Borsellino ‘Questa terra un giorno sarà bellissima’ non può essere una speranza: è un progetto che ciascuno di noi, con libertà e responsabilità, deve contribuire a portare a termine”, conclude il Gran Maestro del Grande Oriente.

Roma, Villa il Vascello 23 maggio 2012

Roma 20 maggio 2012 – Terremoto, l’Italia trema al Nord. Vittime in Emilia. Tremila sfollati. Il Gran Maestro Raffi (GOI): “E’ l’ora della solidarietà. Ricostruire pietra su pietra luoghi di arte e storia”

Roma 20 maggio 2012 – Terremoto, l’Italia trema al Nord. Vittime in Emilia. Tremila sfollati. Il Gran Maestro Raffi (GOI): “E’ l’ora della solidarietà. Ricostruire pietra su pietra luoghi di arte e storia”

Terremoto, l’Italia trema al Nord. Vittime in Emilia. Tremila sfollati. Il Gran Maestro Raffi (GOI): “E’ l’ora della solidarietà. Ricostruire pietra su pietra luoghi di arte e storia”

Terremoto, l'Italia trema al Nord. Vittime in Emilia

“Dolore per le vittime, commossa partecipazione al dolore delle loro famiglie”. In una nota il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, esprime la vicinanza dell’Istituzione alle popolazioni ferite dal sisma che ha colpito il Nord Italia, la Bassa Padana e in particolare le province emiliane di Modena e Ferrara, causando sei morti e una cinquantina di feriti. “Grande apprezzamento – prosegue Raffi – per l’impegno della Protezione Civile, il lavoro dei soccorritori e del mondo del volontariato, impegnati ad affrontare l’emergenza. Questa è l’ora della solidarietà concreta e forte – rimarca il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani – per assistere i circa

tremila sfollati nei territori dell’Emilia-Romagna e per mettersi subito al lavoro per ricostruire la vita e le case delle persone”.

Per Raffi, “gli ingenti danni al patrimonio culturale, con chiese e castelli a pezzi, sono una ferita nel cuore di tutto il Paese. Nessuno può stare a guardare. L’orologio del campanile di Sant’Agostino, in provincia di Ferrara, si è fermato alle 4.05 – fa notare il Gran Maestro – l’ora in cui si è registrata la scossa più forte. Occorre spostare avanti quelle lancette, lavorando senza sosta, pietra su pietra, per restituire alla comunità nazionale storie, città e luoghi d’arte che fanno onore al nostro Paese”.

“Siamo sicuri –conclude Raffi – che il popolo laborioso delle zone colpite risolleverà la testa senza fare speculazioni, con l’orgoglio di chi sa fare il proprio dovere ed è sicuro di potercela fare al di là della dovuta solidarietà di tutta la Nazione. Anche il Grande Oriente d’Italia farà la sua parte”.

Roma, Villa il Vascello 20 maggio 2012

Belgrado 1-3 giugno 2012 – Più di 30 Grandi Logge Estere per la Gran Loggia della Gran Loggia Regolare di Serbia. Partecipano ai lavori il Gran Maestro, Gustavo Raffi e il Gran Rappresentante, Liborius Ceran

Belgrado 1-3 giugno 2012 – Più di 30 Grandi Logge Estere per la Gran Loggia della Gran Loggia Regolare di Serbia. Partecipano ai lavori il Gran Maestro, Gustavo Raffi e il Gran Rappresentante, Liborius Ceran

Un’altra pietra per la Primavera della Massoneria dell’Est. Dal 1 al 3 giugno si terrà a Belgrado l’Annuale Gran Loggia della Gran Loggia Regolare di Serbia. Ai lavori Rituali si prevede la partecipazione di più di 30 Grandi Logge Estere. I lavori prevedono l’Installazione del nuovo eletto Gran Maestro Ranko Vujacic, che subentra al Gran Maestro Petar Kostic, una figura di grande rilievo massonico. La Gran Loggia Regolare di Serbia nella sua lunga storia è sempre stata legata da vincoli fraterni e comunanza di pensiero con il Grande Oriente d’Italia. Alcune Logge furono consacrate dagli ufficiali massoni Garibaldini e la Libera Muratoria di Palazzo Giustiniani è stata protagonista della ricostruzione della Massoneria in Serbia dopo gli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale e la notte della dittatura comunista. Ai lavori della Gran Loggia Regolare di Serbia parteciperanno il Gran Maestro, Gustavo Raffi, e il Fratello Liborius Ceran, Gran Rappresentante del Grande Oriente d’Italia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 19 maggio 2012 – Brindisi: Gran Maestro Raffi (GOI), ferma condanna per il vile attentato. Inaccettabile morire davanti a una scuola

Roma 19 maggio 2012 – Brindisi: Gran Maestro Raffi (GOI), ferma condanna per il vile attentato. Inaccettabile morire davanti a una scuola

“Ferma condanna per un attentato vile e senza onore: il sangue dei giovani grida verità. Esprimiamo profondo dolore per la morte di Melissa e vicinanza forte alle sue compagne che stanno lottando per la vita. E’ inaccettabile morire davanti a scuola, vittima di una violenza senza fine. Nei periodi bui si vuole colpire la cultura e i giovani che sono la voce della legalità”. Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, esprime il cordoglio dell’Obbedienza di Palazzo Giustiniani per il tragico attentato avvenuto questa mattina all’istituto professionale di Brindisi ‘Morvillo-Falcone’, costato la vita alla sedicenne Melissa Bassi. Sette i feriti, tre in prognosi riservata.

“Senza un briciolo di umanità, è stata colpita una scuola che porta avanti progetti di legalità e lotta alla mafia – sottolinea Raffi – noi siamo al fianco degli studenti e di tutti coloro che lottano ogni giorno sul territorio contro le organizzazioni criminali e la morte della speranza. Il Sud e la sue coscienze libere sono sono più forti dei mercanti di odio. Nessuno sforzo – conclude il Gran Maestro – deve essere risparmiato per individuare e punire i responsabili di questo crimine odioso”.

Roma, Villa il Vascello 19 maggio 2012

Cagliari 26 e 27 Maggio 2012 – IV Emulation Day

Cagliari 26 e 27 Maggio 2012 – IV Emulation Day

Si è tenuto a Cagliari, il 26 e 27 maggio 2012, presso la suggestiva cornice del centro comunale d’arte e cultura Exmà, il IV Emulation Day, la riunione nazionale delle Logge Emulation del Grande Oriente d’Italia.
L’evento, organizzato dalla Loggia Heredom 1224 di Cagliari, ha visto la partecipazione di oltre 200 fratelli in rappresentanza di ben 47 logge, provenienti da tutta italia. Ai numerosi fratelli delle 28 Logge Emulation, oggi operanti nel Grande Oriente d’Italia, si sono uniti tantissimi fratelli appartenenti a logge di altra ritualità, desiderosi di conoscere ed approfondire le modalità operative ed i contenuti simbolici ed esoterici di questo antico ed importante rituale, il più diffuso al mondo.
Nella mattinata di sabato 26 maggio, i delegati delle Logge Emulation, coordinati dal Gran Maestro Aggiunto, il ven.mo fr. Massimo Bianchi, e dal Gran Tesoriere aggiunto, il ven. fr. Giovanni Esposito, hanno avuto occasione di incontrarsi in una tavola rotonda col proposito di confrontarsi e scambiare opinioni ed esperienze sulla pratica operativa di questa ritualità.

Nel pomeriggio di sabato, si è tenuta la suggestiva e toccante tornata rituale della Loggia Heredom 1224 che ha visto presenti, oltre al Gran Maestro Aggiunto ed al Gran Tesoriere Aggiunto, numerosissimi Grandi Ufficiali nazionali, membri della corte centrale, consiglieri dell’ordine e garanti d’amicizia. Il collegio circoscrizionale dei maestri venerabili della sardegna è stato rappresentato dal presidente, il ven. fr. Michele Pietrangeli, accompagnato dall’oratore e dal segretario, oltre che da numerosi maestri venerabili delle logge sarde.

Alla tornata rituale erano presenti anche due delegazioni di fratelli della Gran Loggia Svizzera Alpina e della Grand Lodge of British Freemasons of Germany. La serata si è conclusa con una gioiosa cena di gala nel panoramico parco di San Michele, con la presenza di 140 fratelli e gentili signore.
La domenica mattina si è svolto il seminario di studi dal titolo “Il sistema liberomuratorio nella tradizione Emulation”, con il contributo di sette interessantissimi lavori presentati dalle logge “Jerusalem 1199” di Roma, “Quatuor Coronati – Emulation 931” di Firenze, “Sir Horace Mann 913” di Firenze, “Akhenaton 1132” di Pavia, “Armonia Esoterica 1350” di Novara, “Heredom 1224” di Cagliari, “Saint Jean de La Mysterieuse 1384” di Torino.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cosenza 26 maggio 2012 – Convegno sul tema “Scienza – Ragione – Libertà”

Cosenza 26 maggio 2012 – Convegno sul tema “Scienza – Ragione – Libertà”

La Loggia Francesco Saverio Salfi n.271 di Cosenza e l’Associazione Equipariamo, con il patrocinio del Grande Oriente d’Italia e del Collegio dei Maestri Venerabili della Calabria, organizza la Giornata di Solidarietà del “Fiume Pensante” – Concorso per n.4 Borse di Studio per la migliore Ricerca in Scienze Oncologiche. La giornata prevede alle 17, presso l’Holiday Inn di Cosenza, il Convegno sul tema “Scienza – Ragione – Libertà”.

L’incontro, coordinato dal Prof. Sergio Tursi Prato, Consigliere dell’Ordine del Grande Oriente d’Italia, prevede la partecipazione ed interventi di: On. Mario Oliverio, Presidente Provincia di Cosenza, On. Gianpaolo Chiappetta, Consigliere Regionale e Membro del Consiglio d’Europa, Dott. Antonio Seminario, Presidente Collegio Maestri Venerabili G.O.I. Calabria, Avv. Antonio Giancarlo Perfetti Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d’Italia, Prof. Sebastiano Andò, Preside Facoltà di Farmacia e Scienze della Nutrizione e della Salute, Università degli Studi della Calabria, Prof. Vincenzo Ferrari, Ordinario di Diritto Privato, Università degli Studi della Calabria, Avv. Ernesto d’Ippolito, Presidente dell’Accademia Cosentina, Ing. Domenico Cavaliere, Maestro Venerabile Loggia “Francesco Saverio Salfi”, Dott. Arcangelo Badolati, Giornalista e Scrittore, Dott. Marco Cimmino, Garante d’Amicizia del Grande Oriente d’Italia, Prof. Mario Caligiuri, Assessore Cultura Regione Calabria. A tracciare le conclusioni, il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi.

 

Vedi il programma [ Scarica file File Formato PDF Size 372.0 Kb ]

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ferrara 25 maggio 2012 – Mostra su Elia Rossi con il contributo del GOI

Ferrara 25 maggio 2012 – Mostra su Elia Rossi con il contributo del GOI

Ferrara: Mostra su Elia Rossi con il contributo del GOI

 

Mostra su Elia Rossi Bey

Vetrina con il contributo del Grande Oriente d’Italia alla mostra “Elia Rossi Bey (1816-1891) israelita ferrarese, medico al Cairo al tempo del colera”, Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara

È in corso a Ferrara, presso il Museo Civico di Storia Naturale (Via de Pisis, 24) dal 29 aprile al 3 giugno, con apertura dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 18.00 a ingresso libero, una mostra dedicata alla figura di Elia Rossi, israelita ferrarese, medico al Cairo al tempo del colera. Attraverso documenti originali l’esposizione ripercorre la straordinaria vicenda umana e professionale di Elia Rossi che, nella prima metà dell’800, dal ghetto ferrarese approdò sulle sponde dell’Egitto per perseguire i suoi ideali liberali, profondendosi nell’impegno professionale, scientifico e sociale a favore della scienza e del Paese egiziano.
Il Grande Oriente d’Italia, tramite il Servizio Biblioteca, ha collaborato all’allestimento della mostra attraverso il prestito per l’esposizione del Diploma massonico in pergamena con inchiostro speciale rilasciato e firmato da Domenico Angherà, Gran Maestro e Gran Commendatore ad vitam del Supremo Consiglio del 33° del R.S.A.A. del G:.Or:. It:. Valle del Sebeto, che conferisce al Fr:. Muhammad Tewfik figlio di Ismail, Principe ereditario d’Egitto, il grado di Cavaliere Kadosch. Il Diploma è redatto in quattro lingue: latino, italiano, francese e inglese (Napoli, 26 marzo 1873 E:.V:.) della collezione dell’Archivio Storico del G.O.I.

Il Servizio Biblioteca ha inoltre fornito informazioni sull’ambiente massonico egiziano tramite la rivista “Egitto Massonico” del Fondo Francesco Landolina conservato presso il Servizio Biblioteca dove risulta la nomina del Dr. Elia Rossi Bey nel 1883 a Gran Maestro del Rito di Memphis del Santuario del Grande Oriente d’Egitto, nella Massoneria Egiziana «aperta a qualunque fede religiosa e politica», ai cui ideali liberali ed egualitari Rossi, mazziniano e carbonaro, aveva aderito con entusiasmo.
Alla esposizione documentaria hanno contribuito con il prestito di documenti, libri, reperti importanti istituzioni quali la Bibliotèque Nationale de France, la Biblioteca del Ministero degli Affari Esteri, la Biblioteca della Fondazione CEDC (Centro Documentazione Ebraica Contemporanea) Milano e la Comunità Ebraica di Ferrara e diverse biblioteche universitarie.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 30 maggio 2012 – Lettera di cordoglio per le vittime del terremoto dalla Gran Loggia della Croazia

Roma 30 maggio 2012 – Lettera di cordoglio per le vittime del terremoto dalla Gran Loggia della Croazia

Grande Oriente d’Italia
RW Bro. Alberto Jannuzzelli
Grand Secretary

In questi giorni difficili, mi permetto di esprimere, a nome del Gran Maestro della Gran Loggia di Croazia, Venerabilissimo Fratello Dragan Kukavica e di tutti i Fratelli della nostra Giurisdizione, il nostro sincero cordoglio a Te e alle famiglie delle vittime e di pregare per il rapido recupero dei feriti.

Il Venerabilissimo Fratello Dragan Kukavica porge il suo profondo rammarico verso le pesanti conseguenze causate dal sisma nel Nord Italia, con morti e seri danni agli edifici del patrimonio storico e culturale.

Da parte mia, mio caro amico, chiedo di offrire le mie parole di sostegno e di partecipazione alle famiglie e ai parenti degli uccisi nel terremoto e di pronta guarigione ai feriti. Spero che gli effetti di questo disastro naturale siano superati con successo.

RW Bro Bojan Šober, DGM
Grand Chancellor

 

Vedi la lettera originale [ Scarica file File Formato PDF Size 66.7 Kb ]

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma 16 maggio 2012 – Trento, sabato conferenza “Laicità oggi: una proposta e una sfida”

Roma 16 maggio 2012 – Trento, sabato conferenza “Laicità oggi: una proposta e una sfida”

Sabato 19 maggio alle 9.30 presso il Castello del Buonconsiglio di Trento (Sala delle Marangonerie), si terrà la conferenza pubblica sul tema ‘Laicità oggi: una proposta e Una Sfida’. Il programma dell’incontro, coordinato dal giornalista Giuseppe De Cesare, dopo il saluto di Roberto Cirimbelli, presidente del Collegio Circoscrizionale del Trentino-Alto Adige, vedrà gli interventi di: Morris L. Ghezzi, ordinario di Sociologia del Diritto Università degli Studi di Milano; Stefano Bisi, giornalista e presidente del Collegio della Toscana; Dino Cofrancesco, docente di Storia e Filosofia Politica Università di Genova; Don Paolo Renner, teologo e direttore Istituto Scienze Religiose Bolzano; Claudio Bonvecchio, docente di Filosofia delle Scienze Sociali Università degli Studi dell’Insubria. A tracciare le conclusioni, il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi.

Nel pomeriggio, con inizio alle 15.30, sempre nella Sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio, si terrà il Seminario di Studio del Primo Grado riservato ai Fratelli del Grande Oriente d’Italia. Il programma dei lavori prevede interventi e contributi di Roberto Cirimbelli, presidente del Collegio Circoscrizionale del Trentino-Alto Adige; Bernardino Fioravanti, sul tema ‘La storia del Grado di Apprendista’; Stefano Bisi, ‘La tegolatura: come avveniva e come avviene’; Claudio Bonvecchio, ‘Il Grado di Apprendista: un percorso simbolico’; Giuseppe Abramo, ‘Il silenzio dell’Apprendista’; Morris Ghezzi ‘I Lavori in Grado di Apprendista’; Peter Litturi ‘Longissima via: i viaggi dell’Apprendista’. Alle 18 le conclusioni del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi.

Roma, Villa il Vascello 16 maggio 2012

 

Vedi il programma [ Scarica file File Formato PDF Size 195.0 Kb ]