Bruxelles 30 novembre 2011 – (Adnkronos) UE: Barroso, anche in nostre democrazie valori non sono scontati

Bruxelles 30 novembre 2011 – (Adnkronos) UE: Barroso, anche in nostre democrazie valori non sono scontati

Incontro a Bruxelles con rappresentanti organizzazioni non confessionali

“L’Europa non ha motivo di compiacersi” in materia di diritti e democrazia, perché “davvero niente oggi può più essere dato per scontato” in quanto “non c’è bisogno di citare esempi per illustrare i rischi reali per cui conquiste preziose sono improvvisamente rimesse in questione e ora minacciate dall’erosione e a volte da movimenti estremisti”. E’ il messaggio del presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso al termine dell’incontro annuale con i rappresentanti delle organizzazioni filosofiche e non confessionali, alla presenza anche del presidente dell’Europarlamento Jerzy Buzek e di quello del Consiglio europeo Herman Van Rompuy.

“I diritti umani, la democrazia e il secolarismo politico non possono essere messi in piedi in una notte, per questo anche noi tutti, ogni giorno individualmente e collettivamente, dobbiamo rimettere il nostro lavoro sulla strada giusta”, ha sottolineato Van Rompuy, mentre Buzek ha ricordato che “abbiamo bisogno sia le organizzazioni religiose che quelle non confessionali per costruire ponti verso altre parti del mondo, soprattutto verso i nostri vicini”.

All’incontro, dedicato proprio alla “partnership per la democrazia e una prosperità condivisa: una volontà comune per promuovere i diritti e le libertà democratiche”, hanno partecipato una ventina di rappresentanti delle organizzazioni non confessionali d’Europa, tra cui il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi. “Possiamo avere successo solo se facciamo squadra e lavoriamo mano nella mano tra istituzioni, stati membri e la società civile nel suo complesso”, ha concluso Barroso.

(AdnKronos) 30 NOV 2011

Roma 29 novembre 2011 – (Adnkronos) Libri: giovedi’ al Vascello Massimo Teodori presenta ‘Risorgimento laico’

Roma 29 novembre 2011 – (Adnkronos) Libri: giovedi’ al Vascello Massimo Teodori presenta ‘Risorgimento laico’

Con il nuovo libro ‘Risorgimento laico. Gli inganni clericali sull’Unità d’Italia’ (Rubbettino), Massimo Teodori dimostra che la laicità, oltre l’unità e l’indipendenza, è stata un pilastro unificante delle correnti politiche che hanno fatto l’Italia, di fronte alle contraffazioni della storia dell’Ottocento e alle risorgenti pulsioni populiste, separatiste e clericali antirisorgimentali.

Il pamphlet ripercorre le idee forza che furono alla base del ricongiungimento del nostro Paese alla moderna civiltà europea, mettendo in guardia dalle odierne tendenze reazionarie di vecchio sapore ottocentesco.

Il Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia presenterà il saggio giovedì 1 dicembre alle 18:30 a Villa Il Vascello (Via di San Pancrazio, 8) con gli interventi dell’autore, di Piero Craveri, storico del diritto e delle istituzioni, dei giornalisti Stefano Folli, editorialista del Sole 24 Ore, e Marco Politi, vaticanista. Le conclusioni saranno del Gran Maestro Gustavo Raffi.

(AdnKronos) 29 NOV 2011

Roma 29 novembre 2011 – (Agenzia Radicale) ‘In nome dell’uomo’: verità e segreti della massoneria secondo Raffi

Roma 29 novembre 2011 – (Agenzia Radicale) ‘In nome dell’uomo’: verità e segreti della massoneria secondo Raffi

Ribelli per la verità e operai della speranza: Gustavo Raffi, dal 1999 alla guida del Grande Oriente d’Italia, definisce così i Liberi Muratori. 21.400 Fratelli in tutta Italia, per 757 logge. Uomini del dubbio che sterrano strade all’incontro di culture e fedi diverse, abbracciandole nell’unico Pantheon dell’Umanità (…continua)

(Agenzia Radicale) 29 NOV 2011

Roma 29 novembre 2011 – (Adnkronos) Ue: domani Raffi a Bruxelles per meeting con associazioni umanistiche

Roma 29 novembre 2011 – (Adnkronos) Ue: domani Raffi a Bruxelles per meeting con associazioni umanistiche

“Un partenariato per la democrazia e una prosperità condivise: una volontà comune di promuovere i diritti e le libertà democratiche”. Questo il tema dell’incontro che si terrà domani presso la Commissione europea a Bruxelles, dalle 11.30 alle 14.30.

L’evento riunirà esponenti di associazioni umanistiche non confessionali europee, il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, e rappresentanti dell’Unione europea del più alto livello. Obiettivo dell’assise è “unire le nostre forze a quelle di tutti i partner che condividono la stessa volontà di difendere e promuovere gli stessi valori universali dell’uomo”.

(AdnKronos) 29 NOV 2011

Roma 21 novembre 2011 – (Adnkronos) Governo: Raffi (GOI), comico adombrare congiura giudaico massonica

Roma 21 novembre 2011 – (Adnkronos) Governo: Raffi (GOI), comico adombrare congiura giudaico massonica

Al ‘Tempo’, siamo alla fantasia pura e alla fuga verso scenari fantastici

“Qualcuno adombra una sorta di congiura giudaico-massonica: è comico”. E’ quanto replica il gran maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi intervistato dal ‘Tempo’, a proposito dei poteri forti che starebbero dietro l’operazione che ha portato al governo Monti.

“Siamo alla fantasia allo stato puro”, afferma. “Chiamare in causa la massoneria è una vecchia abitudine”. Per Raffi, “anziché fare un’analisi seria della situazione, cercando le responsabilità anche nel passato e invece di cercare di risolvere i problemi, c’è la fuga verso la costruzione di scenari fantastici. A volte, nel nostro Paese si vive come in una fiction, l’etica della responsabilità è mandata a farsi friggere”. Quanti ai ministri, “non mi scandalizzo se alcuni hanno una sensibilità cattolica. C’è da vedere – sottolinea il numero uno della massoneria italiana a capo del Goi – se nell’azione di governo sapranno essere laici, mantenere la loro fede nella sfera privata, essere indipendenti e autonomi. Che siano cattolici o no, non cambia nulla”.

(AdnKronos) 21 NOV 2011

Roma 11 novembre 2011 – (Adnkronos) Unita’ d’Italia: tradizione e sfide sociali, domani a Udine convegno Grande Oriente

Roma 11 novembre 2011 – (Adnkronos) Unita’ d’Italia: tradizione e sfide sociali, domani a Udine convegno Grande Oriente

A Palazzo Kechler il VI seminario di studi massonici

L’associazione culturale ‘Galileo Galilei’ di Udine, sotto l’egida del Grande Oriente d’Italia e del Collegio circoscrizionale del Friuli Venezia Giulia, presenta il convegno ‘L’Unità nella molteplicità: 150 anni di Italia. Ruolo e funzione attuale della Massoneria innanzi alle nuove frammentazioni sociali’.

Il convegno annuale, aperto al pubblico, si terrà domani a Palazzo Kechler, con inizio alle 16. L’evento è dedicato ad Antonio Celotti, “che non fu solo figura di spicco della Massoneria del Grande Oriente d’Italia ma anche -rileva una nota- nell’immediato dopoguerra, fra i più solerti artefici della rinascita intellettuale della società civile udinese”.

Ai lavori partecipa il Gran Segretario del Grande Oriente d’Italia, Alberto Jannuzzelli. Nell’aprile 2010, la libera Muratoria di Palazzo Giustiniani, guidata dal Gran Maestro Gustavo Raffi ha istituito il Premio Antonio Celotti, rivolto a laureati dell’Ateneo udinese.

(AdnKronos) 11 NOV 2011

Roma 8 novembre 2011 – (Adnkronos) Massoneria: Grande Oriente, convegno ‘L’Unità nella molteplicità’ a Udine

Roma 8 novembre 2011 – (Adnkronos) Massoneria: Grande Oriente, convegno ‘L’Unità nella molteplicità’ a Udine

Sabato a Palazzo Kechler il VI seminario di studi massonici

L’associazione culturale ‘Galileo Galilei’ di Udine, sotto l’egida del Grande Oriente d’Italia e del Collegio circoscrizionale del Friuli Venezia Giulia, presenta il convegno ‘L’Unità nella molteplicità: 150 anni di Italia. Ruolo e funzione attuale della Massoneria innanzi alle nuove frammentazioni sociali’.

Il convegno annuale, aperto al pubblico, si terrà sabato 12 novembre nella prestigiosa cornice di Palazzo Kechler, con inizio alle 16. L’evento è dedicato ad Antonio Celotti, che non fu solo figura di spicco della Massoneria del Grande Oriente d’Italia ma anche, nell’immediato dopoguerra, fra i più solerti artefici della rinascita intellettuale della società civile udinese.

Nell’aprile 2010, la libera Muratoria di Palazzo Giustiniani, guidata dal Gran Maestro Gustavo Raffi ha istituito il Premio Antonio Celotti, rivolto a laureati dell’Ateneo udinese.

(AdnKronos) 08 NOV 2011

Roma 6 novembre 2011 – (Adnkronos) Maltempo: Raffi, Grande Oriente ha istituito fondo solidarieta’ per alluvionati

Roma 6 novembre 2011 – (Adnkronos) Maltempo: Raffi, Grande Oriente ha istituito fondo solidarieta’ per alluvionati

Vicini nel concreto a popolazioni Liguria e Toscana, ora soccorsi e non polemiche

“Siamo vicini a tutti coloro che sono stati colpiti dall’alluvione che ha messo in ginocchio Liguria e Toscana, a causa della perdita dei propri cari o delle proprie case. Ora è il momento dei soccorsi e non delle polemiche. E’ indubbio però che occorra ripensare il sistema di protezione idrogeologico del nostro Paese e fronteggiare un’indiscriminata cementificazione che indebolisce le difese sul territorio”. E’ quanto afferma Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia.

“Tutti dobbiamo rimboccarci le maniche -rimarca il Gran Maestro di Palazzo Giustianiani- per aiutare i cittadini a uscire dall’emergenza. Il Grande Oriente d’Italia ha istituito un fondo di solidarietà per gli alluvionati, invitando tutte le Logge dell’obbedienza a partecipare versando somme di denaro che saranno devolute alle popolazioni delle zone colpite. I Fratelli del Grande Oriente sono al loro fianco, con il cuore e con azioni concrete”.

(AdnKronos) 6 NOV 2011

Roma 6 novembre 2011 – (Adnkronos) Udine: sabato a Palazzo Kechler il VI seminario di studi massonici

Roma 6 novembre 2011 – (Adnkronos) Udine: sabato a Palazzo Kechler il VI seminario di studi massonici

Tema ‘L’Unità nella molteplicità’, il ruolo del Grande Oriente d’Italia nella modernità

L’associazione culturale ‘Galileo Galilei’ di Udine, sotto l’egida del Grande Oriente d’Italia e del Collegio circoscrizionale del Friuli Venezia Giulia, presenta il convegno ‘L’Unità nella Molteplicità: 150 anni di Italia. Ruolo e funzione attuale della Massoneria innanzi alle nuove frammentazioni sociali’.

Il convegno annuale, aperto al pubblico, si terrà sabato 12 novembre nella prestigiosa cornice di Palazzo Kechler, con inizio alle 16. L’evento è dedicato ad Antonio Celotti, che non fu solo figura di spicco della Massoneria del Grande Oriente d’Italia ma anche, nell’immediato dopoguerra, fra i più solerti artefici della rinascita intellettuale della società civile udinese.

Nell’aprile 2010, la Libera Muratoria di Palazzo Giustiniani, guidata dal Gran Maestro Gustavo Raffi ha istituito il Premio Antonio Celotti, rivolto a laureati dell’Ateneo udinese.

(AdnKronos) 6 NOV 2011

Roma 6 novembre 2011 – (ANSA) Maltempo: alluvioni; fondo solidarieta’ Grande Oriente Italia

Roma 6 novembre 2011 – (ANSA) Maltempo: alluvioni; fondo solidarieta’ Grande Oriente Italia

Il Grande Oriente d’Italia ha istituito un fondo di solidarietà per gli alluvionati. “Siamo vicini a tutti coloro che sono stati colpiti dall’alluvione che ha messo in ginocchio Liguria e Toscana, a causa della perdita dei propri cari o delle proprie case. Ora è il momento dei soccorsi e non delle polemiche. E’ indubbio peroò – ha detto Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia – che occorra ripensare il sistema di protezione idrogeologico del nostro Paese e fronteggiare un’indiscriminata cementificazione che indebolisce le difese sul territorio”.

“Tutti dobbiamo rimboccarci le maniche – ha aggiunto il Gran Maestro di Palazzo Giustianiani – per aiutare i cittadini a uscire dall’emergenza. Il Grande Oriente d’Italia ha istituito un fondo di solidarietà per gli alluvionati, invitando tutte le Logge dell’obbedienza a partecipare versando somme di denaro che saranno devolute alle popolazioni delle zone colpite. I Fratelli del Grande Oriente sono al loro fianco, con il cuore e con azioni concrete”.

(ANSA) 06 NOV 2011

Roma 29 ottobre 2011 – (Adnkronos) Unita’ d’Italia: Gran Maestro Raffi, cultura e identita’ per un nuovo umanesimo

Roma 29 ottobre 2011 – (Adnkronos) Unita’ d’Italia: Gran Maestro Raffi, cultura e identita’ per un nuovo umanesimo

Serve un progetto che dia spazio alla forza delle idee

“Il suicidio dell’Italia passa per l’omicidio della cultura. Il nostro Paese, con le sue pietre millenarie e la voce libera dei suoi cercatori di verità, deve ripensarsi nella modernità mettendo a frutto l’enorme patrimonio culturale che ne fa una Nazione unica al mondo, ricca di storia e arte, di lettere e ingegno che in ogni tempo ha saputo declinare vissuti profondi e pensare il cambiamento”. E’ appello che lancia Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, dal convegno ‘Le Muse dell’Italia. Arti, cultura e scuola nella costruzione dell’identità nazionale’, che si è tenuto nell’Antica Abbazia di San Zeno, a Pisa. “Di fronte alle grandi sfide che ci vedono ogni giorno competere nel villaggio globale – sottolinea il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani – l’identità non è recinto o chiusura, ma ponte di comprensione e leva per lo sviluppo. All’Italia occorre un grande progetto culturale, che dia spazio alla forza delle idee, che sono tradizione ma anche innovazione, percorso già compiuto e avanguardia”.

“Responsabilità, laicità e impegno sono le dimensioni che guidano il nostro viaggio identitario nel Paese, per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia – prosegue Raffi – Abbiamo voluto che non fossero un’esposizione museale di vecchie glorie ma un cantiere aperto di progetti e proposte. Guardiamo alla storia d’Italia, ma soprattutto al futuro, rimarcando la priorità della cultura per la vita della Nazione. Un asset strategico che, insieme al rilancio necessario della scuola pubblica – spiega – può e deve contribuire a una nuova stagione di responsabilità condivise per uscire dal declino e dalla decadenza morale”.

“Ripensare il rapporto tra tradizione e attualità, tra moderno e globale – prosegue Raffi – significa porre al centro i giovani, offrire loro occasioni e spazi di possibilità, promuovere la ricerca in Italia non all’estero, aprire laboratori e finanziare ricerche. Pisa è il segno e il simbolo di questo percorso di riconquista delle nostre radici profonde, del nostro proprio, che è storia e battaglia di sapere. Identità e cultura costituiscono un nuovo racconto sociale e progettuale: da una parte contro i lacci del pregiudizio, dall’altra contro un facile decisionismo populista. In questa nuova capacità di energia italiana sta la ribellione al declino”.

“Chiediamo alle altre forze sane della società di impegnarsi insieme a noi per un nuovo umanesimo – è l’appello di Raffi – e la Massoneria, come Istituzione di uomini liberi che hanno la speranza del domani, può e vuole dare un proprio contributo per superare le criticità. Quando lanci le idee, non le fermi piu’: solo chi scende in campo e lotta, può avere diritto alla parola. Noi lo facciamo e non siamo soli. La nostra – conclude – è l’Italia degli uomini liberi, che non hanno rinunciato al pensiero”.

(AdnKronos) 29 OTT 2011

Roma 29 ottobre 2011 – (ANSA) Italia 150: Raffi (GOI), serve grande progetto culturale. Suicidio Italia passa per omicidio cultura, patrimonio va difeso

Roma 29 ottobre 2011 – (ANSA) Italia 150: Raffi (GOI), serve grande progetto culturale. Suicidio Italia passa per omicidio cultura, patrimonio va difeso

“Il suicidio dell’Italia passa per l’omicidio della cultura. Il nostro Paese, con le sue pietre millenarie e la voce libera dei suoi cercatori di verità, deve ripensarsi nella modernità mettendo a frutto l’enorme patrimonio culturale che ne fa una Nazione unica al mondo”: ad affermarlo è il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi, in un appello lanciato al convegno ‘Le Muse dell’Italia. Arti, cultura e scuola nella costruzione dell’identità nazionale’, che si è tenuto nell’Antica Abbazia di San Zeno, a Pisa.

“Di fronte alle grandi sfide che ci vedono ogni giorno competere nel villaggio globale – ha sottolineato Raffii – l’identità non è recinto o chiusura, ma ponte di comprensione e leva per lo sviluppo. All’Italia occorre un grande progetto culturale, che dia spazio alla forza delle idee, che sono tradizione ma anche innovazione, percorso già compiuto e avanguardia”. Perché la cultura – ha concluso – rappresenta “un asset strategico che, insieme al rilancio necessario della scuola pubblica, può e deve contribuire a una nuova stagione di responsabilità condivise per uscire dal declino e dalla decadenza morale”.

(ANSA) 29 OTT 2011

Roma 28 ottobre 2011 – (Adnkronos) Mafia: Raffi, Bruno Contrada mai stato iscritto a Grande Oriente Italia

Roma 28 ottobre 2011 – (Adnkronos) Mafia: Raffi, Bruno Contrada mai stato iscritto a Grande Oriente Italia

Peraltro nessuno viene assolto o condannato perché massone

“Bruno Contrada non è stato mai iscritto al Grande Oriente d’Italia. L’appartenenza alla Massoneria peraltro non è discriminante nelle vicende giudiziarie, che sono sempre personali. Nessun uomo, infatti, può essere assolto o condannato solo perché appartiene alla Libera Muratoria. Questo vale per l’ex 007 come per ogni altro individuo”. E’ quanto afferma Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, che compare nella lista dei 29 testi che l’avvocato Giuseppe Lipera, difensore di Bruno Contrada, chiede di sentire nell’ambito della revisione del processo in cui l’ex dirigente del Sisde è stato condannato a 10 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa nel dibattimento che si aprirà l’8 novembre davanti alla Corte di Appello di Caltanissetta.

“Infine, ma non per ultimo –conclude Raffi- respingo qualsiasi accostamento del mio nome a quello del signor Gelli, che non ho mai conosciuto e non intendo conoscere”.

(AdnKronos) 28 OTT 2011