Roma 22 luglio 2009 – (Omniroma) Massoneria, Grande Oriente: Centro Polifunzionale in ex Cinema.

Roma 22 luglio 2009 – (Omniroma) Massoneria, Grande Oriente: Centro Polifunzionale in ex Cinema.

“Grande Oriente d’Italia”, riferisce una nota dell’associazione della massoneria, “ha ottenuto dal Comune di Roma il ‘Permesso di costruire’, vale a dire l’autorizzazione ad eseguire, a breve, i lavori di riqualificazione del complesso ex Cinema Belsito di Roma, in Piazza Medaglie d’Oro, che entro settembre 2011 diventerà il primo ‘Centro Polifunzionale della Massoneria del Grande Oriente d’Italia’.

Nel nuovo spazio di circa tremila metri quadri, acquistato e ridisegnato dal Goi, nascerà una grande Sala delle Conferenze, un archivio storico, una biblioteca aperta al pubblico e una libreria multimediale che si candida a diventare un riferimento culturale per le ricerche dei giovani studiosi.

Il Centro ospiterà, inoltre, la sede del Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili del Lazio, riunendo in questo luogo fisico tutti i templi di Roma. L’edificio, con il progetto ‘Luce nel Tempio’ prenderà luce dall’alto per portarla in tutti gli ambienti attraverso un sistema di specchi, mentre le pareti saranno di vetro, a indicare la trasparenza di Palazzo Giustiniani”.

“Sarà una grande agorà per camminare nella luce – rimarca il Gran Maestro Gustavo Raffi – Un’opera che realizziamo nonostante le difficoltà e coronando un progetto che coltiviamo da decenni. Per il Grande Oriente d’Italia non è solo una nuova struttura di possibilità ma soprattutto un ponte lanciato a tutte le altre culture per la promozione della libertà e del libero pensiero vissuto come ricerca continua di senso”.

(Omniroma) 22 luglio 2009

Roma 22 luglio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: via ai lavori per Centro Polifunzionale Grande Oriente d’Italia a Roma nel complesso dell’ex Cinema Belsito.

Roma 22 luglio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: via ai lavori per Centro Polifunzionale Grande Oriente d’Italia a Roma nel complesso dell’ex Cinema Belsito.

Un Centro polifunzionale della Massoneria nei locali dell’ex Cinema Belsito a Roma. Il grande Oriente d’Italia annuncia di avere ottenuto dal Comune di Roma la concessione per i lavori, che inizieranno a breve, e che daranno vita, entro il settembre del 2011, a quella che il gran maestro Gustavo Raffi, definisce, “un’agorà di libertà e uno spazio di confronto”.

Tra poco inizieranno i lavori di riqualificazione del complesso dell’ex Cinema Belsito di Piazza Medaglie d’Oro, a Roma, che entro il settembre 2011 diventerà il primo “Centro Polifunzionale della Massoneria del Grande Oriente d’Italia”.
Nel nuovo spazio di circa tremila metri quadri, acquistato e ridisegnato dal Grande Oriente, nascerà una grande sala delle conferenze, un archivio storico, una biblioteca aperta al pubblico e una libreria multimediale che si candida a diventare un riferimento culturale per le ricerche dei giovani studiosi.
Inoltre, il Centro ospiterà la sede del Collegio circoscrizionale dei Maestri venerabili del Lazio, riunendo in un unico luogo tutti i templi di Roma.

L’edificio, con il progetto “Luce nel Tempio”, prenderà luce dall’alto per portarla in tutti gli ambienti attraverso un sistema di specchi, mentre le pareti saranno di vetro, a indicare la trasparenza di Palazzo Giustiniani. “Sara’ una grande agorà per camminare nella luce -annuncia il gran maestro Gustavo Raffi- un’opera che realizziamo nonostante le difficoltà e coronando un progetto che coltiviamo da decenni. Per il Grande Oriente d’Italia non è solo una nuova struttura di possibilità ma soprattutto un ponte lanciato a tutte le altre culture per la promozione della libertà e del libero pensiero vissuto come ricerca continua di senso”.

(Adn Kronos) 22-LUG-09

Roma 20 luglio 2009 – (Adn Kronos) Chiesa: Grande Oriente d’Italia, auguri al Cardinal Tonini. Messaggio di Raffi per il 95° compleanno del Cardinale.

Roma 20 luglio 2009 – (Adn Kronos) Chiesa: Grande Oriente d’Italia, auguri al Cardinal Tonini. Messaggio di Raffi per il 95° compleanno del Cardinale.

“In occasione del suo novantacinquesimo compleanno, nel solco di una amicizia, la nostra, che dura da più di venti anni, desidero formularLe i più sinceri e sentiti auguri. In questa circostanza mi preme esaltare il suo fondamentale contributo per l’affermazione della cultura della pace e del dialogo che Lei, per tutta la vita, ha fornito alla Comunita’: cultura della pace e del dialogo che i Liberi Muratori ritengono essere il bene più prezioso per l’umanita’, e mai come oggi necessaria per affrontare le drammatiche sfide che colpiscono tante parti del globo”.

E’ quanto si legge nel messaggio di auguri che l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, ha inviato al cardinale Ersilio Tonini per i suoi novantacinque anni.

“In una umanita’ lacerata da conflitti e da tensioni – continua il messaggio – il Suo impegno offre a tutti noi un altissimo ed autentico esempio in favore del dialogo tra i popoli, tra le religioni, tra laici e cattolici nella costante affermazione della centralita’ dell’uomo e dei suoi valori.”

(Pun/Gs/Adn Kronos) 20-lug-09 17:47

Ravenna 20 luglio 2009 – (ANSA) Cardinal Tonini compie 95 anni, giornata tra messa e auguri.

Ravenna 20 luglio 2009 – (ANSA) Cardinal Tonini compie 95 anni, giornata tra messa e auguri.

Ha celebrato la messa, ha risposto a centinaia di telefonate di auguri e nel pomeriggio ha partecipato a un incontro per iniziative di solidarietà in Africa.
Così ha passato la giornata del suo 95/o compleanno il cardinale Ersilio Tonini.
Dal suo piccolo appartamento nell’Opera di Santa Teresa a Ravenna, dove è sempre vissuto, il cardinale è uscito verso le 9 per andare a celebrare la messa nella chiesa vicina. In prima fila il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci che in un messaggio, inviato al prelato alcuni giorni fa, aveva espresso la preoccupazione per gli effetti della crisi economica sulle famiglie.

“E’ per questo, forse, che ci dimentichiamo degli altri o pensiamo che gli altri siano un ostacolo al nostro progetto di vita”, aveva scritto aggiungendo poi, riferito al cardinale: “Lei ha vissuto gli anni cruciali della nostra città e i ravennati li conosce bene. Le chiedo, Eminenza, di continuare a starci vicino e di aiutarci per farci diventare sempre più cittadini del mondo”.

Un messaggio di auguri è stato inviato anche dal presidente della Provincia, Francesco Giangrandi: “In questa occasione, proprio come si farebbe con un padre, le chiedo di continuare a essere un punto di riferimento per la comunità, di volerci bene e di seguirci, di non farci mancare i suoi consigli e le sue osservazioni su ciò che è giusto fare, sia in campo spirituale che nella vita di ogni giorno”. Auguri anche dal Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Gustavo Raffi: “In una umanità lacerata da conflitti e da tensioni – ha scritto a Tonini – il Suo impegno offre a tutti noi un altissimo e autentico esempio in favore del dialogo tra i popoli, tra le religioni, tra laici e cattolici nella costante affermazione della centralità dell’ uomo e dei suoi valori”.

(ANSA) 20-lug-09 17:37

Ravenna 20 luglio 2009 – (AGI) Card. Tonini compie 95 anni: Gli auguri del “Grande Oriente”.

Ravenna 20 luglio 2009 – (AGI) Card. Tonini compie 95 anni: Gli auguri del “Grande Oriente”.

“In occasione del suo novantacinquesimo compleanno, nel solco di una amicizia, la nostra, che dura da pi di venti anni, desidero formularLe i pi sinceri e sentiti auguri. In questa circostanza mi preme esaltare il suo fondamentale contributo per l’affermazione della cultura della pace e del dialogo che Lei, per tutta la vita, ha fornito alla Comunitá: cultura della pace e del dialogo che i Liberi Muratori ritengono essere il bene più prezioso per l’umanitá, e mai come oggi necessaria per affrontare le drammatiche sfide che colpiscono tante parti del globo”.

E’ questo uno dei passaggi pi significativi del messaggio di auguri che l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, ha inviato al cardinale Ersilio Tonini per i suoi novantacinque anni.

“In una umanitá lacerata da conflitti e da tensioni – continua il messaggio – il Suo impegno offre a tutti noi un altissimo ed autentico esempio in favore del dialogo tra i popoli, tra le religioni, tra laici e cattolici nella costante affermazione della centralitá dell’uomo e dei suoi valori.”

(AGI) Mir/Red 20-17,37 lug 09

Perugia 18 giugno 2009 – (Il Messaggero) Perugia, Ricorrenza XX Giugno.

Perugia 18 giugno 2009 – (Il Messaggero) Perugia, Ricorrenza XX Giugno.

Tre gli appuntamenti odierni programmati nell’ambito delle manifestazioni organizzate dal Comune in vista della ricorrenza del “XX Giugno”.
Il primo è alle 11,30 alla Biblioteca della Fondazione Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” dove è prevista la presentazione di alcune iniziative con esposizioni aperte fino al 25 giugno con orario, escluso sabato e domenica, 9-13.
Poi rassegna di film a tema risorgimentale a cura di Cinegatti, in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca nazionale, presso il Teatro Pavone alle 15 e alle 20,15.
Infine alle 21, uno spettacolo teatrale e musicale dedicato ai combattenti del XX Giugno, ideato e diretto da Graziano Vinti, presso il Molino della Catasta al Bosco didattico di Ponte Felcino.

Domani sono in programma anche alcune iniziative organizzate dal Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani. Tra queste un convegno di studi su “XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee” a cui partecipa il gran maestro Gustavo Raffi.

Nella ricorrenza dei 150 anni delle stragi di Perugia, perpetrate il 20 giugno 1859 dalle truppe svizzere inviate dal governo pontificio per soffocare nel sangue la rivolta popolare della città che intendeva far parte del Regno d’Italia, il Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e il Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria, organizzano il Convegno di studi “XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee”, che si terrà venerdì alle ore 17, al Complesso di San Bevignate, dov’è stato predisposto anche un annullo filatelico.

(Il Messaggero Umbria) 18 giugno 2009

Roma 17 giugno 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Gran Maestro Raffi commemora la strage di Perugia del 1859. Venerdì il convegno di studi “XX Giugno, gli uomini e le idee”.

Roma 17 giugno 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Gran Maestro Raffi commemora la strage di Perugia del 1859. Venerdì il convegno di studi “XX Giugno, gli uomini e le idee”.

Il Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e il Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria organizzano il convegno di studi “‘XX Giugno a Perugia. Gli uomini e le idee”, che si terrà venerdì alle 17, nel Complesso di San Bevignate, per il quale è stato predisposto anche un annullo filatelico. L’occasione è la ricorrenza dei 150 anni delle stragi di Perugia, perpetrate il 20 giugno 1859, dalle truppe svizzere inviate dal governo pontificio per soffocare nel sangue la rivolta popolare della città umbra, che aveva espresso un governo provvisorio per far parte del Regno d’Italia.

Al di là del fine commemorativo di uno degli avvenimenti del Risorgimento che allora ebbe una grande risonanza internazionale, anche su testate quali il “Times” di Londra e il “Chicago Tribune”, l’iniziativa intende approfondire “il ruolo che la massoneria ebbe allora nella difesa della città. Ma – come spiega una nota di Palazzo Giustiniani – intende anche approfondire il ruolo dell’istituzione come culla del libero pensiero e di difesa del dialogo”.

“Da sempre, infatti, il Grande Oriente d’Italia – sottolinea il Gran Maestro Raffi – si pone come luogo, intellettualmente libero e critico, di discussione e di dialogo, volto a contribuire affinché la nostra società si basi sulla centralità dell’uomo e sulla difesa della sua libertà e dignità, nel rispetto della autonomia di opinione e di giudizio, senza vincoli dogmatici e condizionamenti di alcuna natura”.

“Dunque, una Massoneria sempre più proiettata verso il confronto aperto e costruttivo con la società civile e impegnata in grandi battaglie civili – aggiunge il Gran Maestro – tra cui, quella per la riaffermazione e il rafforzamento della scuola pubblica, per la libertà di ricerca scientifica, per la riaffermazione del pensiero laico, per la globalizzazione dei diritti umani. Un impegno che è testimoniato anche dal fatto che sempre più numerosi sono i giovani che chiedono di aderirvi”.

Il convegno che si avvale del patrocinio del Comune di Perugia sarà aperto alle 17 dai saluti del presidente del Collegio dei Maestri Venerabili dell’Umbria, Fulvio Bussani. Parteciperanno, coordinati dallo storico del risorgimento Franco Bozzi, Santi Fedele dell’Università degli Studi di Messina, con la relazione “La massoneria: sentimento nazionale e fratellanza universale”; Gian Biagio Furiozzi, dell’Università degli studi di Perugia, che parlerà di “Massoneria e Risorgimento in Umbria”; Romano Ugolini e Mario Bellucci, della stessa Università, su “Il XX Giugno tra mito e storia” e “Massoneria e Università”; il senatore Giorgio Casoli, “La vicenda della Tiara”.
Il convegno sarà chiuso dall’intervento del Gran Maestro Gustavo Raffi.

A mezzanotte “per non dimenticare la cieca violenza subita, un secolo e mezzo fa, da bambini, donne e uomini, i Liberi Muratori si riuniranno, come vuole la tradizione, di fronte al monumento del Frontone”, eretto nel 1909 a ricordo e testimonianza delle stragi del 1859, con l’esecuzione di inni garibaldini, del Nabucco e dell’inno nazionale a cura della Corale Stoneight.

(Adn Kronos) 17-GIU-09

New York, 5 maggio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Raffi (GOI) a New York, oggi più che mai è barriera contro intolleranza.

New York, 5 maggio 2009 – (Adn Kronos) Massoneria: Raffi (GOI) a New York, oggi più che mai è barriera contro intolleranza.

“Il sogno dei Liberimuratori è quello di costruire un mondo in cui il compimento pieno dei diritti costituisca il punto di partenza e non quello di arrivo. La Liberamuratoria, nel solco della sua tradizione, si propone ancora una volta come luogo privilegiato di incontro e approfondimento, etico e razionale, sui grandi temi nei quali si dibatte l’umana società, e come barriera contro intolleranza, fanatismo, tirannia, sopraffazione e disprezzo dell’uomo”.

Lo ha detto l’avvocato Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, intervento alla annuale Gran Loggia dello Stato di New York.

“Oggi siamo pronti ad impegnarci ancora di più -ha aggiunto Raffi recentemente ‘installato’ alla massima carica della Massoneria italiana per il quinquennio 2009-2014- per affermare i principi di libertà, solidarietà, tolleranza e fraternità”.

“Temiamo – ha concluso- che la crisi che la nostra società sta vivendo provochi, come reazione, anche forme di regressione culturale che possono condurre all’irrigidimento dottrinario, ad espressioni reazionarie e alle tentazioni di un dogmatico ritorno al passato”.

(Adn Kronos) 05 MAG 09

Roma 5 maggio 2009 (ANSA) Massoneria: Raffi(GOI) a New York, barriera contro intolleranza.

Roma 5 maggio 2009 (ANSA) Massoneria: Raffi(GOI) a New York, barriera contro intolleranza.

“La Liberamuratoria, nel solco della sua tradizione, si propone ancora una volta come luogo privilegiato di incontro e approfondimento, etico e razionale, sui grandi temi nei quali si dibatte l’umana società, e come barriera contro intolleranza, fanatismo, tirannia, sopraffazione e disprezzo dell’Uomo”.

Lo ha detto Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani, intervento alla annuale Gran Loggia dello Stato di New York.

“Oggi – ha spiegato Raffi – siamo pronti ad impegnarci ancora di più per affermare i principi di libertà, solidarietà, tolleranza e fraternità. Temiamo – ha concluso – che la crisi che la nostra società sta vivendo provochi, come reazione, anche forme di regressione culturale che possono condurre all’irrigidimento dottrinario, ad espressioni reazionarie e alle tentazioni di un dogmatico ritorno al passato”.

(ANSA) 05-mag-09 19:51

Ravenna 6 aprile 2009 – (Adn Kronos) Terremoto: Raffi, da Grande Oriente d’Italia sottoscrizione a favore popolazioni colpite.

Ravenna 6 aprile 2009 – (Adn Kronos) Terremoto: Raffi, da Grande Oriente d’Italia sottoscrizione a favore popolazioni colpite.

Lanciata sottoscrizione a favore delle popolazioni colpite dal sisma dal Grande Oriente d’Italia. Ad annunciarlo il Gran Maestro Gustavo Raffi, che ha anche fatto appello a tutti a “mobilitarsi per fronteggiare uniti questa immane tragedia”.

“La generosa terra d’Abruzzo – ha detto – saprà ancora una volta lenire le ferite, riprendere il suo cammino di sviluppo e di prosperità. A nome del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e di tutti i Liberimuratori italiani esprimo la mia più viva solidarietà ai nostri concittadini colpiti dal devastante terremoto che nel corso della notte ha procurato tanti lutti e distruzioni in Abruzzo e i sensi di affettuosa vicinanza a quanti in queste ore si stanno prodigando oltre ogni limite per portare soccorso e alleviare le pene delle popolazioni”.

(Adn Kronos) 06 APR 09

Roma 6 aprile 2009 – (Ansa) Terremoto: Massoneria, Grande Oriente apre sottoscrizione.

Roma 6 aprile 2009 – (Ansa) Terremoto: Massoneria, Grande Oriente apre sottoscrizione.

Solidarietà alle popolazioni abruzzesi dalla massoneria del Grande Oriente d’Italia, il cui Gran Maestro, Gustavo Raffi, annuncia una sottoscrizione.

“Abbiamo già lanciato tra i Liberimuratori una sottoscrizione a favore di quanti sono stati colpiti dal sisma e invitiamo tutti i cittadini italiani a mobilitarsi per fronteggiare uniti questa immane tragedia”, afferma Raffi in una dichiarazione.

“A nome del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e di tutti i Liberimuratori italiani – aggiunge – esprimo la mia più viva solidarietà ai nostri concittadini colpiti dal devastante terremoto che ha procurato tanti lutti e distruzioni. La generosa terra d’Abruzzo saprà ancora una volta, lenite le ferite, riprendere il suo cammino di sviluppo e di prosperità”.

(ANSA) 06-apr-09 17:15

Rimini 6 aprile 2009 – (ANSA) Massoneria:Raffi, da crisi pericolo ritorno a incubi passato.

Rimini 6 aprile 2009 – (ANSA) Massoneria:Raffi, da crisi pericolo ritorno a incubi passato.

C’è il rischio che la crisi alimenti “forme reazionarie” e “tentazioni di un dogmatico ritorno al passato”, che possono fare “ripiombare in incubi di cui la storia del novecento, e non solo del novecento, ha dato drammatici esempi”.

Lo ha detto il Gran Maestro Gustavo Raffi, chiudendo a Rimini i lavori della Gran Loggia 2009 che ha riunito per tre giorni oltre duemila Liberimuratori del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani e le ventisette delegazioni di Grandi Logge straniere con la partecipazione di Thomas Jackson, Segretario Generale della Conferenza mondiale delle Grandi Logge, massima autorità massonica mondiale.

“C’è il rischio – ha detto Raffi – che con la crisi prenda piede, insieme alla disoccupazione e alla povertà , un diffuso disagio sociale e che esso si trasformi in aggressività che, all’interno, si rivolga verso tutti coloro che sono eccentrici rispetto alla società come i diversi, in tutti i loro aspetti, e all’esterno verso tutti coloro che – estranei alla nostra società come ad esempio gli immigrati – vi cercano una soluzione ai loro problemi esistenziali”.

A questo rischio – ha detto ancora il Gran Maestro – “si aggiunge quello di una regressione culturale che può portare all’irrigidimento dottrinario, a forme reazionarie e alle tentazioni di un dogmatico ritorno al passato. Può voler dire ripiombare in incubi di cui la storia del novecento, e non solo del novecento, ha dato drammatici esempi”.

A questa ipotetica e non augurabile prospettiva – ha concluso Raffi – “la Libera Muratoria non intende rimanere estranea. Senza scendere sul terreno della politica o della religione si impegnerà per far valere e rendere concreti i propri principi di libertà solidarietà , tolleranza e fraternità “.

(ANSA) 06-apr-09 Ore 13:15

Rimini 4 aprile 2009 – (AGI) Massoneria: Raffi riconfermato Gran Maestro.

Rimini 4 aprile 2009 – (AGI) Massoneria: Raffi riconfermato Gran Maestro.

Nel corso della solenne cerimonia di ‘installazione’ – che lo riconferma alla carica di Gran Maestro per il quinquennio 2009-2014 – l’avvocato ravennate Gustavo Raffi ha prestato oggi la sua Promessa Solenne di fronte agli oltre duemila massoni riuniti a Rimini per la Gran Loggia 2009. La riconferma dell’avvocato Raffi è avvenuta attraverso le elezioni cui sono stati chiamati lo scorso 2 marzo. Assieme al Gran Maestro Raffi hanno prestato la loro Promessa Solenne gli altri componenti della Giunta Esecutiva: i Gran Maestri Aggiunti Massimo Bianchi e Antonio Perfetti; il Primo e Secondo Gran Sorvegliante, Gianfranco De Santis e Giuseppe Troise; il Grande Oratore, Morris Ghezzi; il Gran Tesoriere, Piero Lojacono.

Il Gran Maestro Raffi ha inoltre confermato Giuseppe Abramo alla carica di Gran Segretario. E’ stato questo il momento piu’ significativo della seconda giornata della Gran Loggia 2009, “Costruttori di sogni possibili” che vede riuniti fino a domenica alla Fiera di Rimini oltre duemila Liberimuratori del Grande Oriente d’Italia.

“La Massoneria – ha ricordato Raffi – deve proseguire nell’opera di proposizione del suo fondamentale contributo alla costruzione di una prospettiva etica, culturale e sociale capace di rafforzare quegli ideali di libertà, tolleranza, fratellanza che sono il suo patrimonio ideale. E porsi come luogo, intellettualmente libero e critico, di discussione e di dialogo esoterico-spirituale ed etico-filosofico”.

Raffi ha anche sottolineato l’esigenza di migliorare ulteriormente l’organizzazione del Grande Oriente per renderla piu’ efficace e piu’ razionale. “Dobbiamo modernizzare le nostre strutture e rendere piu’ comunicativo ed esplicito agli occhi dell’opinione pubblica – ha detto ancora – il nostro impegno e potenziare le nostre opere di solidarietà. Il Liberomuratore – da vero esoterista – non puo’ che essere solidale con chi è piu’ povero e bisognoso: non solo di un aiuto concreto ma anche di un sorriso”.
I lavori della Gran Loggia si concluderanno domani, domenica.

(AGI) 4 apr 09

Rimini 4 aprile 2009 – (Adnkronos) Massoneria: la Gran Loggia 2009 ‘Installa’ Gustavo Raffi Gran Maestro. Guiderà il Grande Oriente d’Italia nel prossimo quinquennio.

Rimini 4 aprile 2009 – (Adnkronos) Massoneria: la Gran Loggia 2009 ‘Installa’ Gustavo Raffi Gran Maestro. Guiderà il Grande Oriente d’Italia nel prossimo quinquennio.

Nel corso della solenne cerimonia di “installazione”, che lo riconferma alla carica di Gran Maestro per il quinquennio 2009-2014, l’avvocato ravennate Gustavo Raffi ha prestato oggi la sua Promessa Solenne di fronte agli oltre duemila massoni riuniti a Rimini per la Gran Loggia 2009. La riconferma dell’avvocato Raffi è avvenuta attraverso le elezioni cui sono stati chiamati lo scorso 2 Marzo, dopo un profondo processo di democratizzazione che ha portato ad attribuire, contrariamente a quanto avveniva in passato, ad ogni Massone con il grado di Maestro il diritto di voto individuale, gli oltre 14mila Maestri, su un totale di circa 19mila iscritti. Assieme al Gran Maestro Raffi hanno prestato la loro Promessa Solenne gli altri componenti della Giunta Esecutiva: i Gran Maestri Aggiunti Massimo Bianchi e Antonio Perfetti; il Primo e Secondo Gran Sorvegliante, Gianfranco De Santis e Giuseppe Troise; il Grande Oratore, Morris Ghezzi; il Gran Tesoriere, Piero Lojacono. Il Gran Maestro Raffi ha inoltre confermato Giuseppe Abramo alla carica di Gran Segretario.
E’ stato questo il momento piu’ significativo della seconda giornata della Gran Loggia 2009, “Costruttori di sogni possibili” che vede riuniti fino a domenica alla Fiera di Rimini oltre duemila Liberimuratori del Grande Oriente d’Italia.

“La Massoneria – ha ricordato il Gran Maestro Raffi – deve proseguire nell’opera di proposizione del suo fondamentale contributo alla costruzione di una prospettiva etica, culturale e sociale capace di rafforzare quegli ideali di libertà, tolleranza, fratellanza che sono il suo patrimonio ideale. E porsi come luogo, intellettualmente libero e critico, di discussione e di dialogo esoterico-spirituale ed etico-filosofico”.

Raffi ha anche sottolineato l’esigenza di migliorare ulteriormente l’organizzazione del Grande Oriente per renderla piu’ efficace e piu’ razionale. “Dobbiamo modernizzare le nostre strutture e rendere piu’ comunicativo ed esplicito agli occhi dell’opinione pubblica – ha detto ancora – il nostro impegno e potenziare le nostre opere di solidarietà. Il Liberomuratore, da vero esoterista, non puo’ che essere solidale con chi è piu’ povero e bisognoso: non solo di un aiuto concreto ma anche di un sorriso”.

(Sin-Bis/Col/Adn kronos) 04-APR-09 18:05