XX Settembre 2018. Al centro anche i Diritti Umani

Sabato 22 settembre sarà la giornata clou delle celebrazioni al Vascello. Il convegno “L’Italia delle speranze” aprirà il programma della mattina alle ore 10 e 30.  Abbiamo fiducia e quanto nell’avvenire e qual è la portata delle nostre speranze? E’ l’interrogativo dal quale si partirà e cui cercheranno di dare risposte intellettuali ed esperti. All’incontro parteciperà anche il Gran Maestro a cui saranno affidate le conclusioni. Porteranno contributi al dibattito: Porteranno contributi: Massimo Carpinelli, fisico, Rettore dell’Università di Sassari; Gian Maria Fara, sociologo, presidente dell’Eurispes; Ernesto Galli della Loggia, storico dell’Università di Perugia ed editorialista del “Corriere della Sera”; Alessandro Giuli, vicedirettore del quotidiano “Il Foglio”; Giancarlo Loquenzi, giornalista; Piergiorgio Odifreddi, matematico e divulgatore scientifico.

Alle 16 il Gran Maestro e la Giunta si ritroveranno, come di consueto in occasione delle celebrazioni del XX Settembre, nel Giardino della Fratellanza, per un momento di incontro libero e al di fuori di ogni formalità con gli esponenti della Comunione.

Alle 17 e 30 incontro dedicato ai Diritti Umani, al quale era stata annunciata la partecipazione di Biram Dah Abeid, attivista mauritano per l’abolizione della schiavitù. Partecipazione che è però  a rischio dopo l’arresto avvenuto il 7 agosto scorso del pacifista africano, al quale il regime del suo paese con questa mossa, secondo gli osservatori internazionali, vorrebbe impedire la candidatura alle presidenziali del 2019.

Non è la prima volta che il Mandela mauritano finisce dietro le sbarre. L’ultima è rimasto in carcere, come lui stesso ha raccontato durante la sua recente visita a Roma, per quasi due anni: dal novembre 2014 al maggio 2016, in condizioni di salute gravi nella prigione di Aleg, per aver organizzato una manifestazione definita non autorizzata dal governo: la carovana contro la schiavitù in Mauritania.

Alle 18 appuntamento con il musicologo Quirino Principe che offrirà un percorso alla comprensione dell’Inno alla Gioia, espressione melodiosa di pace e fratellanza. Concluderà le manifestazioni del XX Settembre l’allocuzione del Gran Maestro, fissata per le ore 19. Un momento sempre molto atteso. La serata si chiuderà con un buffet nel parco delVascello.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.