Domani a Viareggio incontro dedicato a Roberto Mei

Al Grand Hotel Principe di PiemonteLa “casa” come luogo di incontro fra sensibilità e culture diverse

 

Venerdì 26 agosto al Grand Hotel Principe di Piemonte si svolgerà il tradizionale appuntamento organizzato dalle logge di Viareggio Felice Orsini (134) e Dante Alighieri (932) in ricordo di Roberto Mei, membro della Orsini deceduto nel 2005. Mei era molto conosciuto nella sua città: tutti lo ricordano per la sua intelligente capacità, unita a correttezza e moralità, al senso delle istituzioni con grande riservatezza. Era l’anima pulsante del Carnevale e sostenitore convinto dell’importanza di unire le varie culture e tradizioni carnevalesche, come simbolo di pace e unione dei popoli. A lui è dedicato un premio proprio in questo senso.

 

Il Programma prevede:

Ore 17:00 Presentazione della nuova “casa massonica” di Viareggio

Ore 18:00 Conferenza-dibattito sul tema: La “casa” come luogo di incontro fra sensibilità e culture diverse

Moderatore: Gianmichele Galassi, giornalista e saggista

Saluto: Francesco Borgognoni, Presidente del Collegio dei Maestri Venerabili della Toscana

Ospiti:

Enrico Salvadori, caposervizio della redazione di Viareggio della Nazione

Adolfo Lippi, giornalista del Tirreno

Conclusioni: Stefano Bisi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia

 

Si discuterà della casa massonica intesa non solo come sede dei liberi muratori di una specifica area geografica ma anche come casa di tutti i fratelli, ovunque risiedano. E ancora di più come punto di riferimento di quanti si interrogano sulla natura umana e cercano la sacralità della propria essenza.

 



5 commenti a “Domani a Viareggio incontro dedicato a Roberto Mei

    1. Buongiorno, l’evento si svolgerà presso a Viareggio presso il Grand Hotel Principe di Piemonte in Piazza Giacomo Puccini, 1. Ringraziamo per l’attenzione.

  1. Mi ero abituato agli incontri in amicizia veramente fraterna quando, a settembre, veniva per alcune settimane, con la famiglia, a Castiglioncello. Facevamo insieme delle belle e placide nuotate nelle acque dei “Bagni Etruria”. Si conversava, scambiavamo pensieri e vedevamo crescere e giocare i nipotini. Abbiamo anche partecipato ad agapi con FFrr. di alcune logge viciniori. Mi mancano i suoi sorrisi e la sua affabilità. Leonardo Casorio (Luce e Progresso 131 – Cecina)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.