Viaggio nel labirinto della conoscenza, convegno a Fano il primo ottobre

Fano1“Viaggio nel labirinto della conoscenza” è il titolo dell’ incontro che si è svolto il primo ottobre nella Pinacoteca San Domenico a Fano alla presenza di un folto pubblico, che ha ascoltato con grande interesse prima la relazione della professoressa Lucrezia Ercoli, docente di Filosofia all’l’Università Tor Vergata di Roma e direttore artistico di Popsophia e poi l’intervento della musicologa Maria Chiara Mazzi e di Lorenzo Bavaj, attuale venerabile della “Filippo Orlando” (1151), che si è esibito al pianoforte. A organizzare l’evento l’ Accademia Vitruvio Fanum, che è l’espressione culturale delle due logge locali, la “F. Orlando”, appunto, e la  “Procacci” (988). La serata è stata introdotta dal presidente Luciano Roberti alla presenza delle autorità cittadine che hanno ribadito il loro supposto alla iniziativa, di Fabrizio Illuminati, presidente del Collegio circoscrizionale delle Marche, del segretario Carlo Dezi, e del maestro venerabile dell’altra loggia fanese “A. Procacci”, il fratello Francesco Milesi.

Viaggiare per conoscere e per conoscersi. Viaggiare perchè da quando esiste la filosofia il viaggio – reale o immaginario, sulla terra o nella mente –è quasi sinonimo stesso di esistenza, ed è, spesso, il modo vero di dare un senso alla propria esistenza. Questo il tema che è stato affrontato, un tema di grande attualità irto di domande, di scoperte e di paure, che per alcuni non ha mai fine e che, da quando esiste l’Umanità, l’arte e la letteratura hanno provato a raccontarci. E al quale, da quando esiste la musica, le note hanno costruito un itinerario parallelo, fatto da quel linguaggio senza le parole che arriva là dove le parole non possono più arrivare e che riesce però a dare corpo alle emozioni che in altro modo non troverebbero sfogo. “Viaggio con la filosofia, la poesia e la musica” recitava il sottotitolo del convegno: e infatti le parole e le note (cui facevano da corollario le immagini ) ha incrociato la filosofia, in un percorso che va da Parmenide a Nietzsche, la poesia, con versi di Dante e di Goethe, di Baudelaire e di Pascoli, e la musica, con un cammino di parole e di note che si è sviluppato da Mozart a Schubert, da Schumann a Liszt per concludere il cerchio della conoscenza col più simbolico dei musicisti, cioè Bach.

L’Accademia Vitruvio Fanum  dal 2007 organizza annualmente appuntamenti culturali pubblici rivolti all’interesse dei fratelli e della cittadinanza in generale. Vengono trattati argomenti di filosofia, letteratura, storia, musica ed arte e sono già intervenuti intellettuali come Alessandro Meluzzi e Vito Mancuso , pensatori cattolici come padre Alessandro Barban, il regista cinematografico Luigi Magni, il vicario della Confraternita Sufi in Italia Gabriele Mandel, la musicologa Maria Chiara Mazzi, il maestro concertista Lorenzo Bavaj al pianoforte; e inoltre Bernardino Fioravanti e Morris Ghezzi; e Lucia Mirisola e Massimo Castellani rispettivamente segretaria di produzione ed aiuto regista di Luigi Magni..



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.