Valanga di offerte per la bici di Edo/La Nazione

Valanga di offerte per la bici di Edo «Ma ora aiutiamo anche gli altri» Dopo le Bombette, spuntano nuovi benefattori. Il progetto del Santa Rita Furto crudele Il 2 aprile, nella giornata mondiale dell’autismo, viene rubata la bicicletta speciale di Edoardo, un ragazzo autistico che per quella bici aveva una grande passione Appello Il padre di Edoardo diffonde subito un accorato appello ai ladri: «Restituiteci quel tandem, è l’unico modo che mio figlio ha per avere un contatto con il mondo» Stefano Bisi del Grande Oriente Bel gesto La città si mobilita e c’è chi si offre di ricomprare la bici di Edoardo, che ha un prezzo che si aggira sui tremila euro. In prima fila le Bombette del Dagomari È CONFERMATA per sabato 14 aprile, con partenza alle 17 da Piazza Duomo, la camminata di sensibilizzazione sull’autismo, ideata in seguito al furto della Hug-bike di Edoardo Savoia, il ragazzo autistico per il quale lo speciale tandem costituiva l’unico mezzo per apprezzare il senso di libertà all’aria aperta. Corsa e camminata per adulti e bambini, con la bici o con il passeggino, per dar vita ad una grande folla colorata capace di lanciare un messaggio di solidarietà. E già partito l’hashtag #iostoconedo tramite il quale verranno condivisi pensieri, informazioni e foto dell’evento, mentre i palloncini e le magliette dei podisti tingeranno di blu le vie del centro storico. Sarà PratoPromozione col supporto del negozio 11 Campione’ e di sponsor ancora da definire ad organizzare l’evento. GLI STESSI che organizzano la maratonina di Prato, l’evento podistico che ha animato le strade pratesi proprio il 2 aprile, giornata mondiale dell’autismo e giorno del furto. Partita come idea di raccolta fondi per ricomprare il tandem rubato, l’iniziativa si sta trasformando in una cassa di risonanza per sensibilizzare sui problemi dell’autismo e sarà probabilmente seguita nel mese di maggio da una grande biciclettata. Le offerte che saranno raccolte nell’occasione andranno a unirsi a tutte le altre già arrivate per acquistare un numero considerevole di hug bike da destinare ai ragazzi autistici. La confraternita delle Bombette del Dagomari è stata fra le prime a farsi avanti, prendendo a cuore la situazione e dichiarando di essere disponibile a riacquistare il tandem. Lo stesso hanno fatto un imprenditore veneto, che preferisce resta101~ …¦..T Finale positivo Da un episodio spiacevole stanno nascendo tante cose belle a favore dei ragazzi autistici Edoardo Savoia a bordo della sua bicicletta speciale insieme al padre lungo le strade di Prato re anonimo, e anche la loggia massonica del Grande Oriente d’Italia. «Ho letto su La Nazione la notizia conferma il gran maestro Stefano Bisi -e sono rimasto colpito. Con i confratelli di Prato abbiamo deciso di donare la bici al ragazzo, perché è simbolo del furto della libertà. È l’occasione positiva di fare un focus sull’autismo, pertanto abbiamo anche invitato il padre del ragazzo, Umberto Savoia, a intervenire al nostro incontro della gran loggia che si sta tenendo a Rimini in questi giorni». Una gara di solidarietà che si è estesa anche in altre regioni. Da Roma, Napoli e Bari sono arrivate offerte concrete, che hanno ricevuto da Savoia la LA GRANDE CORSA Passeggiata di solidarietà sabato 14 aprile: quota d’iscrizione di cinque euro stessa risposta: sfruttare quei fondi per acquistare Hug-bike da mettere a disposizione di chi ne ha bisogno nelle proprie città. Idea che a Prato sta già prendendo forma per le bici che arriveranno. Roberto Macrì, presidente del Santa Rita, ha confermato l’intenzione della fondazione di creare e gestire una ‘Gabbia Blu’, che possa custodire questi tandem speciali perché siano a disposizione dei cittadini. «Questo episodio spiacevole dice Macrì-ha il lato positivo di sensibilizzare sul tema dei ragazzi autistici. E un passo importante per contribuire a migliorare la vita di questi ragazzi e come Santa Rita non possiamo tirarci indietro da questa opportunità». Alle ordinazioni fatte alla cooperativa sociale delle Hug-bike che necessitano di una lunga lavorazione proprio perché prodotte da ragazzi autistici si stanno aggiungendo contributi particolari: una donazione in Bitcoin arriverà da Bitminer Factory di Calenzano, unica produttrice italiana di criptovaluta. Andrea Cuminatto

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.