Solstizio. Termini Imerese, nel segno dell’armonia

Termini imereseI fratelli della G. Bruno (1376) all’Oriente di Termini Imerese, il 15 giugno si sono riuniti in tornata in grado di apprendista per celebrare l’Agape Rituale del Solstizio d’Estate, simbolo della raggiunta e compiuta rinascita spirituale dove il Sole, al culmine della sua potenza e attraverso i riti iniziatici, è pronto a donare i suoi frutti.L’agape è stata tenuta nel cortile della casa massonica della Loggia, sita in via Ugdulena, ed i fratelli, tra alberi di agrumi, avvolti dall’odore di piante e fiori e coperti dalla volta stellata del cielo di giugno, hanno aperto i Lavori faticosamente ma liberamente, con grande amore hanno impastato con la cazzuola e la zappa la materia necessaria alla costruzione del Tempio, hanno usato gli strumenti ricevuti in consegna dalla Libera Muratoria ed i Materiali messi a disposizione dalla Natura ed infine, dopo aver consumato il cibo necessario e raggiunta l’Armonia, hanno chiusi i lavori secondo il Rito.
Box
Quando il sole si ferma
Il Solstizio, dal latino solstitium, composto da sol-, “Sole” e -sistere, “fermarsi”, è, in astronomia, il momento in cui il sole raggiunge, nel suo moto apparente lungo l’eclittica, il punto di declinazione massima o minima.Il fenomeno è dovuto all’inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica; il valore di declinazione raggiunta coincide con l’angolo d’inclinazione terrestre e varia con un periodo di 41 000 anni tra 22° 6′ e 24° 30′. Attualmente l’angolo è di 23° 27′ ed è in diminuzione. Nel corso di un anno il solstizio ricorre due volte: il Sole raggiunge il valore massimo di declinazione positiva nel mese di giugno (segnando l’inizio dell’estate boreale e dell’inverno australe) e negativa in dicembre (marcando altresì l’inizio dell’inverno boreale e dell’estate australe). Il solstizio ritarda ogni anno di circa 6 ore rispetto all’anno precedente (più precisamente (5h 48min 46s) e si riallinea forzosamente ogni quattro anni in corrispondenza dell’anno bisestile, introdotto proprio per evitare la progressiva divergenza delle stagioni con il calendario. A causa di tali variazioni può capitare che i solstizi cadano il 20 o il 21 giugno oppure il 21 o il 22 dicembre. Quest’anno cade il 20 giugno alle ore 22,34



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.