Premio Franco Cuomo, la cerimonia il 2 dicembre a Palazzo Giustiniani

Brochure Franco Cuomo International Award 2015La cultura come volano di sviluppo, come segmento sul quale l’Italia, il paese della grande bellezza e della creatività, potrebbe puntare di più. E’ ispirato anche a questa idea il ‘Franco Cuomo International Award’, organizzato dall’ Ancislink e intitolato al Fratello, scrittore, drammaturgo e giornalista scomparso nel 2007. Per la sezione teatro il premio alla carriera è andato Giorgio Albertazzi, e gli altri due a Carlo Fuortes, sovrintendente del teatro dell’Opera e al regista Alessandro D’Alatri. Il grande scrittore italiano Antonio Scurati e il grande scrittore polacco Jaroslaw Mikolajewski sono i vincitori della sezione Letteratura; Maria Latella e Mauro Ceruti della sezione giornalismo-saggistica. Luca Maria Patella, Gianfranco Notargiacomo e il Museo Mart della sezione arte. A selezionarli una giuria di grande prestigio, composta da intellettuali ed esponenti del mondo della cultura, italiani e stranieri. Quattro i premi speciali, assegnati dall’associazione: a Emmanuele Emanuele, presidente della Fondazione Roma instancabilmente attivo nella promozione della cultura e delle arti, attento studioso del management culturale; a Convoy of Hope, fondazione statunitense, da oltre vent’anni in prima linea nel portare soccorso alle popolazioni colpite da grandi disastri; allo psicologo Marco Cauda, da oltre 15 anni operatore degli Asili Notturni di Torino e del Piccolo Cosmo, che nel suo libro dal titolo “Barboni & Volontari” ha raccontato il suo viaggio quotidiano tra i più fragili e a una biblioteca, la Biblioteca Michele Caligiuri, che, nata la scorsa estate e geneticamente in progress, si propone di raccogliere i libri degli scrittori e degli intellettuali del nostro tempo. La cerimonia di premiazione il 2 dicembre a partire dalle ore 16:30, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma, sede del Senato (via della Dogana Vecchia, 29. Il sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti terrà una relazione su “L’economia in Europa alla luce delle più recenti emergenze”. Il Premio si avvale di una prestigiosa Giuria di respiro internazionale, presieduta da Otello Lottini, preside della Facoltà di Linguistica dell’Università Roma3 e da Maarten Van Aalderen, già presidente dell’Associazione Stampa Estera, composta da: Giuseppe Marra, presidente del Gruppo Gmc Adnkronos; Maurizio Scaparro, autore e regista teatrale; Emilia Costantini, giornalista del Corriere della Sera, critica teatrale e scrittrice; Paolo Acanfora, docente di Storia contemporanea alla Iulm di Milano; Tetsuro Akanegacubo, giornalista del The Shakai Shimpo; Giancarlo Bosetti, direttore della rivista Internazionale Reset-Doc; Christina Hoefferer, giornalista della Radio Orf e del Wiener Zeitung; Emanuele Lelli, docente di letteratura classica e ricercatore; Piotr Salwa, direttore dell’Accademia Polacca di Scienze e Letteratura; Elena Pourchkarskaja, giornalista del Kommersant; Pawel Stasikowski, direttore dell’Istituto Polacco di Cultura, Giampiero Mele, imprenditore e scrittore, rappresentante di Ancislink.

 

Scheda

Franco CuomoFRANCO CUOMO
Dagli esordi teatrali con Carmelo Bene, alla saga in due opere di Gunther d’Amalfi, cavaliere templare con cui fu finalista due volte al Premio Strega, a “I Dieci”, il saggio che ha squarciato il velo di silenzio sugli scienziati italiani che elaborarono il Manifesto della razza: la storia è il sottile filo rosso che lega tutta la produzione di Franco Cuomo, giornalista e scrittore, scomparso a Roma il 23 luglio 2007, tra gli autori italiani contemporanei più interessanti, poliedrici e originali. Che si trattasse di lontano medioevo o dei nostri giorni, Cuomo amava indagare nelle pieghe e nei misteri che scandiscono il corso dell’umana vicenda. Tra i suoi testi teatrali più famosi “Caterina delle Misericordie” , “Giovanna d’Arco e Gilles de Rais” , “Nerone”, “Una Notte di Casanova”, “Addio Amore” che ricostruisce la tragedia di Beatrice Cenci, una celebre traduzione del “Cyrano” di Edmond Rostand e del “Caligola” di Camus. Tra i romanzi, l’ultimo è stato il “Tradimento del Templare” , pubblicato nel 2008 da Baldini Castaldi Dalai; “Il romanzo di Carlo Magno” , in 5 volumi (Newton Compton 1998-2000 ), “Il signore degli Specchi” (Newton Compton 1991),” Scroll “(Solfanelli 1990), dedicato a Shakespeare,” I Semidei” (Rusconi 1995) che racconta gli anni e i protagonisti di tangentopoli, “I sotterranei del cielo” (Baldini Castaldi Dalai 2001), “Il Tatuaggio” (Baldini Castaldi Dalai 2002), “Anime Perdute” (Baldini Castaldi Dalai 2007). Tra i saggi di Cuomo, tradotti anche all’estero, grande successo hanno riscosso:” L’elogio del Libertino”, “Gli ordini cavallereschi nel mito e nella storia”, ripubblicato in due volumi con il titolo” La cavalleria” e “L’altra cavalleria” dalla casa editrice Tipheret,” Le Grandi Profezie”, “Storia ed epopea della Cavalleria”, “Santa Rita degli Impossibili” e “I Dieci”.

 

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.