Panama. XVI Conferenza Mondiale delle Grandi Logge regolari, il Gm denuncia il clima massofobico Italiano, conquistandosi la solidarietà dei fratelli di tutto il pianeta

Panama, wcmrgl2018. L’interminabile applauso alle parole del Gran Maestro Stefano Bisi sulla preoccupante situazione della Massoneria in Italia
Standing ovation per il Grande Oriente d’Italia durante la XVI Conferenza Mondiale delle Grandi Logge massoniche regolari, l’assise internazionale che si è tenuta a Panama dal 14 al 17 novembre e che ogni 18 mesi riunisce le Istituzioni liberomuratorie di tutti i continenti del circuito regolare. Nella giornata dedicata alle azioni da intraprendere contro le violazioni dei Diritti Umani, il Gran Maestro Stefano Bisi ha denunciato il problema che sta vivendo la Massoneria nel nostro paese, rivolgendo un appello a nome dei 23mila fratelli della Comunione. “In Italia – ha detto il Gran Maestro – si respira un’aria massofobica. Bisogna tornare ai tempi del fascismo per ricordare una situazione simile per la Massoneria. Il primo marzo del 2017 la Commissione parlamentare antimafia ha fatto sequestrare con la forza gli elenchi dei fratelli di Calabria e Sicilia degli ultimi 28 anni, fratelli appartenenti a quattro Comunioni massoniche tra cui il Grande Oriente d’Italia . Una proposta di legge è all’esame del Parlamento per sancire l’incompatibilità con l’appartenenza massonica di professori, dirigenti pubblici, pompieri e poliziotti. In Sicilia è stata approvata una legge che obbliga gli amministratori pubblici a dichiarare la sola appartenenza a logge massoniche. Sono 23 mila – ha riferito Bisi – i fratelli del Grande Oriente d’Italia, un numero in crescita perché siamo solidi e in catena d’unione. Oggi i 23mila fratelli del Grande Oriente d’Italia vi chiedono di essere al nostro fianco con il vostro impegno. In Italia, nel cuore dell’Europa, con la persecuzione della Massoneria, è suonato un campanello d’allarme per la democrazia e le libertà nel mondo. Si comincia così, non sappiamo dove si va a finire. Oggi tocca a noi, domani può toccare a voi. Quindi dico con forza, Viva la libertà, viva la Fratellanza Universale”.

Un lungo applauso a sancire la solidarietà ai fratelli italiani
Un lungo interminabile applauso è seguito alle parole del Gran Maestro, a sancire la partecipazione, e sostegno di tutti i Fratelli del mondo ai Fratelli italiani del Grande Oriente, bersaglio in questi ultimi anni di attacchi da parte del mondo della politica. Espressioni di solidarietà non sono tardate ad arrivare. Tra le prime, quella Consiglio degli ex Gran Maestri della Confederazione Massonica Interamericana, che ha diffuso un comunicato a firma del presidente e del segretario, rispettivamente ex Gran Maestri della Gran Loggia de Los Andes (Colombia) e della Gran Loggia dello Stato Andres Quintana Roo (Messico).
Il sostegno della Conferenza Massonica Interamericana
“Abbiamo ascoltato con preoccupazione – si legge nella nota indirizzata al Gran Maestro Bisi – la denuncia che con coraggio lei ha fatto durante i lavori del XVI Conferenza Mondiale delle Grandi Logge che si è tenuta a Panama, per quanto riguarda la persecuzione della Massoneria italiana, che si è espressa nella richiesta per i massoni di dichiarare la loro appartenenza e nel sequestro degli archivi, che viola l’identità dei liberi muratori italiani. In base a questo, in qualità di ex Gran Maestri della Confederazione Massonica Interamericana vogliamo esprimere la nostra solidarietà a Voi e ai nostri Fratelli del Grande Oriente d’Italia e la nostra assoluta condanna di questa violazione dei diritti umani, stigmatizzando questo atto di discriminazione contro la Massoneria. La Libera Muratoria è un’istituzione che ha contribuito allo sviluppo personale dell’uomo e della società, postulando principi progressisti che l’hanno vista coinvolta nel corso della storia nelle lotte in difesa della libertà, della giustizia, l’uguaglianza e la convivenza fraterna tra la gente, perciò chiunque attacca gli uomini e le Comunioni che incarnano questi principi è regressiva e rappresenta un mondo immerso nelle tenebre, il cui auspicio era in questo secolo di dissolverle. L’attacco sulla Massoneria italiana dimostra che la lotta storica tra l’oscurantismo e progressismo sembra non essere finita, i Fratelli italiani sanno che gli ex Grandi Maestri del continente americano sono con voi”.
Oscar Alfonso de Ortega, Gran Maestro della Gran Loggia di Spagna, e il suo predecessore Radu Balanescu, Gran Maestro della Gran Loggia Nazionale di Romania, eletti il primo segretario esecutivo della conferenza e il secondo segretario esecutivo onorario
Panama, #wcmrgl2018. Il Gran Maestro Stefano Bisi con il Gran Maestro spagnolo Oscar Alfonso de Ortega, neo eletto segretario esecutivo della Conferenza Mondiale delle Gran Logge Massoniche Regolari
L’edizione di quest’anno della Conferenza è stata organizzata dalla Gran Loggia di Panama che ha fissato l’importante appuntamento nelle Americhe dopo il meeting del 2017 ad Antananarivo in Madagascar ospitato dalla Gran Loggia locale. Dal 1995, data di esordio a Città del Messico, la Conferenza ha fatto il giro del mondo condividendo informazioni e affrontando tematiche, in linea con i tempi, per lo sviluppo e la stabilità della Libera Muratoria universale, sia come istituzione sia come articolazione sociale. Tra i temi discussi a Panama: Il ruolo della Massoneria e del singolo massone nella società; La via massonica verso la trasformazione interna dell’individuo; Attitudine del massone di fronte alla violazione dei diritti umani; Azione massonica contro l’iniquità. Ad accompagnare a Panama il Gran Maestro Bisi è stato il Secondo Gran Sorvegliante Pasquale La Pesa. Nel corso dell’assise Oscar Alfonso de Ortega, Gran Maestro della Gran Loggia di Spagna, è stato eletto segretario esecutivo della Conferenza mondiale, mentre il suo predecessore Radu Balanescu, Gran Maestro della Gran Loggia Nazionale di Romania, è stato nominato segretario esecutivo onorario.
Israele prossima sede della World Conference
Nel 2020, tra 18 mesi, la XVII edizione della Conferenza Mondiale delle Grandi Logge Massoniche Regolari si terrà in Israele a cura della Gran Loggia locale.
ALLEGATI


7 commenti a “Panama. XVI Conferenza Mondiale delle Grandi Logge regolari, il Gm denuncia il clima massofobico Italiano, conquistandosi la solidarietà dei fratelli di tutto il pianeta

  1. La Massofobia attualmente imperante in Italia (memento fascismo) può e deve essere combattuta con le pubbliche partecipazioni lungo tutto lo stivale promosse e patrocinate dal G.M.V. Stefano Bisi e sostenute dalla Gran Maestranza e dai 23000 massoni italiani. A Panama il G.M.V. ha ottenuto l’appoggio di una standing ovation ma ciò non basta: la XVII Conferenza Mondiale delle Gran Logge Regolari deve essere tenuta in Italia a sostegno di tutta la Massoneria Universale.

  2. Il nostro Gran Maestro Stefano Bisi difende con impegno la nostra Libertà. Tutti dobbiamo sostenere il Gran Maestro in questa lotta alla Massofobia, in Italia continuando le iniziative e le partecipazioni a eventi pubblici: nei rapporti con le Gran Logge estere i Gran Rappresentanti debbono tenere viva la nostra presenza e sollecitare la loro solidarieta’

  3. L’applauso prolungato tributato al GM Stefano Bisi e le lettere di vicinanza al GOI da parte delle Massonerie mondiali sono ottimi segnali ed un fatto di reale sostegno alle azioni dei Liberi Muratori d’Italia. Occorrerebbe ora, credo, che le Grandi Maestranze estere scrivessero al nostro Presidente della Repubblica, il più alto custode della nostra Carta Costituzionale, chiedendo di vigilare con la necessaria attenzione affinché nei confronti della Libera Muratoria italiana non vengano attuate azioni liberticide, discriminatorie ed ingiuste.
    Ringraziamo il GM Stefano Bisi per la sua lunga battaglia intrapresa a salvaguardia del GOI e dei sacri principi di Equità, Giustizia, Libertà.
    Dario Seglie
    Consigliere dell’Ordine

  4. Bene a fatto il ns Ve.mo Gran Maestro a partecipare e denunciare
    Davanti a questa importante assise quanto sta succedendo in Italia contro la ns Istituzione.
    Grazie Ven.mo Gran Maestro ,fratello Stefano Bisi

  5. È una teoria risorgente nei secoli, sia che essa si impersoni su di un individuo dominatore, sia che si identifichi in gruppi o in masse tutte convergenti però verso la affermazione di qualche personalità la cui figura soverchia e oscura le generazioni presenti e quelle venture.

  6. Ancora nel 2018 soffriamo fobie dal prossimo. Persone con una mentalità chiusa all’universo della diversità culturale.
    Un triplice e fraterno abbraccio al GM Stefano Bisi per la sua incessante lotta per preservare il GDI e dei sacri principi di giustizia e libertà.

  7. Importante per non lasciare il GOI , isolato , in questa sua rivendicazione leale onesta etica della Libertà di associazione , che non solo , sarà , LUCE per la massoneria Regolare , ma sarà difesa per tutte le forme di Associazionismo Italiano , è , promuovere dibattito pubblico di Noi massoni all’esterno , e non ultimo , tenere informato delle vicessitudini credo anticostituzionali , le Grandi Logge Estere , in Amicizia , affinchè , sia coro unanime e forte , di lotta culturale , contro le ingiustizie , per NOI e gli altri . Come membro della Gran Loggia Simbolica del Paraguay , sarò portavoce costante di questa ILLIBERTA’ .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.