Nove Comunioni massoniche chiedono il riconoscimento del Grande Oriente d’Italia

Cresce il prestigio e l’appeal internazionale del Grande Oriente d’Italia. Ben nove Comunioni massoniche estere hanno chiesto recentemente al Goi il riconoscimento. Dal 7 marzo inoltre la nostra istituzione è entrata a far parte della Confederazione Massonica Interamericana, che ne ha sancito l’ingresso con voto unanime durante la XXV Grande Assemblea Generale, che si è tenuta dal 5 all’8 marzo a Brasilia.

Il Grande Oriente è in relazioni di “mutuo riconoscimento” con 200 Comunioni massoniche estere e partecipa ufficialmente alla Conferenza Mondiale delle Grandi Logge Massoniche regolari, alle Conferenze dei Grandi Maestri del Nord America, alle Conferenze e ai Meeting dei Grandi Segretari e dei Grandi Maestri Europei.



5 commenti a “Nove Comunioni massoniche chiedono il riconoscimento del Grande Oriente d’Italia

  1. Giusto e doveroso riconoscimento di ulteriori massonerie mondiali per il proficuo lavoro svolto in questi anni dal nostro G.M. Stefano Bisi e dalla sua Giunta per dare lustro, se ancora ce ne fosse stato bisogno, agli oltre 300 anni di vita massonica italiana

  2. È un grande risultato
    Complimenti
    Mi auguro che in un prossimo futuro potrà avvenire lo stesso con la Gran Loggia Unita d’Inghilterra.
    Sarebbe il coronamento di un percorso virtuoso che il G.O.I. da tanti anni sta conducendo
    Ad maiora semper
    Con il TFA

  3. Sono queste le notizie (riconoscimenti, partecipazioni, ammissioni) che ti allargano il cuore: l’umana famiglia massonica.

  4. per scavare profonde prigioni al vizio ed innalzare templi alla virtù, più siamo uniti in un unico scopo, più progrediamo, insieme. Fu scritto; per combattere il male dobbiamo progredire energicamente nel bene. Un benvenuto ai nuovi operai, al nuovo cemento per renderci ancora MIGLIORI …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.