Massoneria: Grande Oriente contro Di Maio, noi ghettizzati/Ansa

Massoneria: Grande Oriente contro Di Maio, noi ghettizzati

“Da leader M5S immotivato atto accusa contro i massoni”

30 Gennaio , 14:57
(ANSA) – ROMA, 30 GEN – Mi chiedo “come un politico che aspira a diventare il futuro presidente del Consiglio, e quindi a rappresentare democraticamente e senza barriere precostituite, tutti gli italiani, possa usare in maniera irresponsabile e violenta certe affermazioni gratuite e discriminare con illogica ragione delle persone che fanno parte di una Istituzione che ha avuto ed ha innegabili meriti”. Lo scrive il Gran maestro del Grande Oriente d’Italia, Stefano Bisi, replicando ad alcune recenti affermazioni del candidato leader M5S, Luigi DI Maio. “La vera anomalia e il vero pericoloso razzismo – prosegue in una sorta di lettera aperta Bisi rivolto a Di Maio – l’ho visto nel suo estremo, immotivato e irragionevole atto di accusa nei confronti dei massoni che vuole bollare come impresentabili dimenticando certe norme scritte in modo inequivocabile nella Carta Costituzionale Repubblicana. Lei probabilmente dimentica, ma forse non sa affatto, che nell’ambito iniziatico i liberi muratori non si occupano di questioni di politica o di religione ma che nella loro vita privata hanno gli stessi suoi diritti di partecipare alla vita pubblica della nazione e di occupare ruoli istituzionali e rappresentativi. La nostra diversità è solo quella di essere tolleranti e dialoganti, di essere uomini liberi e coscienti di mantenere accesa la fiamma della Libertà, quella stessa fiamma che ha consentito anche al suo movimento di esistere oggi”. “Si possono, e a volte è anche giusto, avere opinioni e visioni diverse – conclude Bisi – ma non è corretto proibire ad alcuno la partecipazione a qualsiasi consesso civile e democratico. Qualcuno nel suo Movimento vuole anche ghettizzare i massoni con leggi ad hoc e avalla infauste leggi fasciste che nel 1925 portarono alla persecuzione dei massoni. Sappia che noi non staremo inermi a guardare il proliferare di certi incauti e discriminatori comportamenti che non fanno e non dovrebbero mai fare parte non solo di chi si candida a ricoprire importanti ruoli istituzionali ma di chi ha a cuore la cultura della Libertà e la applica in tutte le sue forme più alte”.(ANSA).

VR-COM



Un commento a “Massoneria: Grande Oriente contro Di Maio, noi ghettizzati/Ansa

  1. Dispiace vedere a cosa ha portato la pubblicazione dell’elenco dei massoni! Qualcuno ha spiegato ai nostri attuali (purtroppo) politici il significato della parola “tolleranza”, che la Massoneria ha scritto il Risorgimento Italiano.E’ triste assistere a questa caccia alle streghe (maggiormente se lo scopo è accattivarsi l’opinione pubblica).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.