L’ultimo francobollo italiano dell’anno è dedicato al fratello e scultore Elmo Palazzi, amico e discepolo di Ettore Ferrari

L’ultimo francobollo italiano dell’anno emesso il 23 dicembre scorso è dedicato a Elmo Palazzi nel 150° anniversario della sua nascita, scultore che si era  formato alla scuola di Arti decorative di Firenze, per poi trasferirsi a Roma dove aveva lavorato per Ettore Ferrari, artista e Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia dal 1904 al 1917, di cui fu discepolo condividendone anche la fede Repubblicana e l’affiliazione alla Massoneria. Tra le sue opere più importanti troviamo l’allegoria della Vittoria realizzata nel 1910, una delle quattro Vittorie Alate situate sul ponte Vittorio Emanuele a Roma e l’Allegoria dell’Umbria che si trova al Vittoriano ovvero all’ Altare della Patria.

Nella vignetta del francobollo con valore in tariffa B corrispondente a euro 1,10 viene proposto un ritratto affiancato da due sculture tra le più rappresentative di questo artista denominate rispettivamente: ‘Oriente’ una statua in arenaria incastonata in un angolo esterno nella sua casa di Città di Castello e il ‘Monumento all’XI Settembre 1860’ opera che troviamo in Piazza Raffaello Sanzio nella stessa cittadina umbra dove l’artista era nato nel 1871.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.