Logge “Europa”, il 6 maggio appuntamento ad Atene

Il 6 maggio si aprirà ad Atene la nona edizione del Simposio Internazionale delle Logge “Europa” (ISEL – International Symposium of the Europe Lodges”) Il consueto incontro annuale, vedrà quest’anno riunite ben 24 officine provenienti da 11 Paesi: Italia, Austria, Francia, Romania, Serbia, Ungheria, Bosnia Hertzegovina, Grecia, Spagna, Belgio e Germania.Tra i programmi, un progetto comune di solidarietà che riguarderà la Grecia.A organizzare l’incontro quest’anno l’ Europa n. 162 della capitale greca, con il proprio Maestro Venerabile Spiros Andritsakis.

Il tema dei lavori sarà “Lesions, Challenges and Actions for our Noble Pursuit of ‘Libertè, Egalitè, Fraternitè’ in a Common European Identity”. I Fratelli saranno dunque chiamati ad intervenire sul concetto di “comune identità europea”, ipotizzando – questo è l’auspicio – un effettivo legame tra i popoli per lo sviluppo di un comune sentire europeo, fondato su valori massonici, contrapposti al sempre crescente caos nell’economia e nella geopolitica.

Il Simposio delle Logge “Europa” – evento nato nel 2008 grazie alla generosa intuizione di Luigi Liverani di Riccione – per Presidente dell’ISEL – ed al sostegno degli altri Maestri Venerabili delle altre Logge fondatrici (tra cui Fausto Scheggi, Europa 92 n. 1078 all’Oriente di Firenze e  Mario Porcu, Europa n. 1165 all’Oriente di Cagliari), aventi tutte il titolo distintivo “Europa”, vedrà ad Atene, alla sua nona edizione, la partecipazione di ben 24 Logge provenienti da 11 Paesi europei.

Non mancheranno delegazioni delle Logge “Europa” italiane, rappresentate dai rispettivi Maestri Venerabili, tra cui Riccardo Pietanesi (Europa n. 765, Riccione), Daniele Maggini (Europa 92 n. 1078, Firenze), . Ireneo Sanna (Europa n. 1165, Cagliari), . Dario Romito (Porta d’Europa n. 1390, Ispra),  Pierfilippo Marcoleoni (Europa n. 1444, Taranto), . Fabio Fiore (Giovine Europa – Orgoglio Massonico n. 1466, Riccione) eStefano Alberghina (Francesco Landolina – Spirito d’Europa n. 1435, Catania).

L’evento si aprirà venerdì 6 maggio con l’incontro dei Fondatori e dei Maestri Venerabili in carica ed in rappresentanza delle Logge partecipanti, sotto il coordinamento del Segretario Esecutivo, Flavio Bindi, nel corso della quale verranno tracciate le linee operative del progetto di interscambio culturale tra giovani proposto dalla Europa n. 1165 all’Oriente di Cagliari ed approvato unanimemente nel corso della scorsa edizione del Simposio, tenutosi a Firenze.

Quest’anno, anche per merito del folto numero di Logge aderenti alla catena internazionale, verrà discusso ed adottato un progetto comune di solidarietà che riguarderà la Grecia.

L’importante funzione del Simposio Internazionale delle Logge “Europa” va rimarcata non solo in riferimento agli aspetti culturali ed esoterici della Tradizione Massonica che, annualmente, vengono affrontati ed approfonditi nel corso dei lavori rituali, ma anche e soprattutto in relazione al tangibile impegno profuso da ciascuna Loggia e da ciascun Fratello nel rendere possibile un percorso finalizzato all’abbattimento dei confini, non solo geografici e politici, ma anche e soprattutto ideologici per il conseguimento di un fine comune: una Europa dei Popoli e delle Nazioni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.