ll Goi abbruna i labari per il passaggio all’Oriente Eterno del fratello Domenico Franco Forciniti

In Gran Loggia a Rimini ha ricevuto la Giordano Bruno, classe oro

Il Grande Oriente d’Italia abbruna i labari per il passaggio all’Oriente Eterno del carissimo fratello  Domenico Franco Forciniti, ex Gran Tesoriere Aggiunto. Nato  a  Paludi  (Cosenza) il 7 luglio del 1950, ha vissuto a Crotone gran parte della sua vita, svolgendo la professione di medico otorino laringoiatra presso  l’Ospedale  Civile “S.Giovanni  di  Dio”. Dal luglio  1999  al  dicembre  2010, a  seguito  di  concorso  pubblico,  é diventato   Direttore  Unità  Operativa Complessa  di  Audiologia. Dal  1999  al  2004 é stato professore  a  contratto  presso l’università degli studi di Catanzaro e dal gennaio 2011 Direttore Sanitario presso RSA di Mesoraca (KR).

Iniziato il 23 febbraio 1979 presso la loggia I Pitagorici nr. 387, all’Orente di Crotone, ha rivestito  la  carica  di  I°  Sorvegliante dal 1988 al 1991 e dal 1991, per un triennio, di Maestro Venerabile. Nel  1995,  in  seguito  ad  elezione,  ha  svolto  le mansioni di Presidente del Collegio Circoscrizionale della Calabria. Dal 2000 al  2005 è stato  Grande Architetto Revisore e poi Gran Tesoriere Aggiunto. Fratello onorario della Fratellanza Italiana di Lamezia Terme e della La Fenice di Catanzaro, é stato tra i fondatori della Gran Loggia di Albania. Recentemente si era trasferito in Umbria a Perugia ed era entrato a far parte della loggia Francesco Guardabassi, che ha guidato come maestro venerabile per poi passare il testimone a Roberto Pucci. Nel corso della Gran loggia di Rimini 2022 era stato insignito dell’onorificenza Giordano Bruno, classe oro. In questo momento di dolore il Goi tutto si stringe intorno ai famigliari nel suo ricordo.  



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.