Liguria. Festa del Solstizio nel segno della “Serendipity”

a tornata a cielo aperto in occasione del solstizio d’estate rappresenta un momento unico, capace di sintonizzare all’unisono le sensibilità di tutti coloro che partecipano. Con questo spirito il 22 giugno si è svolto l’incontro sotto un tetto di stelle organizzato dalla RL XX Settembre (829) a Celle Ligure, in provincia di Savona. Un appuntamento, giunto all’undicesima edizione, che si ha cambiato location nel corso del tempo passando dalla sede di Madonna del Monte all’Orangerie di Villa Lagorio. Un set incantevole da cui si gode una magnifica vista sul golfo di Savona.

All’Oriente hanno trovato posto il Gran Copritore esterno del Goi Eugenio Donato, il Grande Ufficiale Massimo Baruffaldi, il Gran Cerimoniere del Goi Giorgio Borra, i Garanti di Amicizia per le Filippine Sergio Cortese e per l’Uruguay Franco Pensiero, i rappresentanti della Grande Loge Nationale Française Alberto Roccatagliata e Agostino Pendola, numerosi MMVV, il presidente del Tribunale circoscrizionale del Goi Liguria Lorenzo Amoretti, il Giudice Giacomo Pignata, l’Ispettore circoscrizionale della Lombardia Graziano Salvò, il vicepresidente della Commissione nazionale Diffusione pensiero massonico del Goi Marco Riolfo.

I lavori si sono svolti con una Tavola tracciata dall’Oratore Alberto Macciò della RL XX Settembre (829) sul tema della serendipity, ossia trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne stava cercando un’altra. All’evento, organizzato nella Riviera di Ponente dalla loggia guidata dal MV Dino Vercelli, hanno partecipato più di un centinaio di Fratelli arrivati da ogni angolo della Liguria oltre che dai Collegi del Piemonte e Valle D’Aosta, della Lombardia e della Toscana. Numerosa anche la partecipazione di Fratelli arrivati dalla Francia.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.