L’idea di Libertà attraverso 26 classici del pensiero occidentale

Da Tucidide alla teoria della giustizia di Rawls, attraverso ventisei classici del pensiero occidentale, questo libro dal titolo Libertà a cuea di Maria Laura Lanzillo per la Terza offre tutte le declinazioni concettuali che hanno reso la libertà una delle più potenti armi di lotta politica.

L’Occidente ha sempre coltivato e trasmesso un’immagine di se stesso come terra della libertà. Si tratta di un’autorappresentazione potente e ancora oggi attuale, profondamente radicata nella nostra cultura a partire dalla Grecia antica: basti pensare all’orazione funebre pronunciata da Pericle per i morti del Peloponneso e riportata da Tucidide nelle sue Storie.

Attraverso la lettura di alcuni dei testi più significativi sulla libertà prodotti dal pensiero politico occidentale, dallo stesso Tucidide fino alla teoria della giustizia di John Rawls, questo volume propone un percorso che tocca tutte le declinazioni assunte dalla tematica della libertà e del mondo ‘libero’. Emergeranno così le diverse forme che la libertà ha assunto nel corso della sua storia: libertà come figura della vita politica che connota qualitativamente la polis o la res publica romana; come rivendicazione di liberazione spirituale e concreta dal potere dispotico dell’autorità, affermata dalla Riforma protestante; come progetto di liberazione che illumina il cammino della storia umana; come bandiera delle rivoluzioni; esaltata dalla riflessione novecentesca che la oppone al dominio dei totalitarismi; omologata nel nostro tempo alle parole democrazia o capitalismo, ma anche rivendicata come virtù eminentemente politica, espressione di una capacità di azione dell’essere umano che non si esaurisce nella libertà del mercato o nella grammatica dei diritti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.