Libri in Gran Loggia. La rivelazione di Ermete Trismegisto. L’astrologia e le scienze occulte

Il primo volume della monumentale quadrilogia consacrata al pensiero ermetico dell’inizio della nostra era, sotto il titolo un po’ provocatorio de La rivelazione di Ermete Trismegisto. L’astrologia e le scienze occulte (Mimesis), di Andre-Jean Festugière a cura di Moreno Neri -libro che sarà presentato nel corso della Gran Loggia 2020 Uniti nelle diversità che si terrà a Rimini dall’11 al 13 settembre-  presenta un quadro dell’epoca e dell’ambiente che hanno visto la nascita dell’ermetismo e la sua diffusione, nelle sue due forme, popolare e dotta; i contorni della storia di Hermes-Thoth e del ruolo che una stupefacente fortuna ha assegnato a questa divinità, nata in Egitto e dilatatasi nel mondo greco -romano; una lunga rassegna degli scritti trasmessi sotto il nome di Trismegisto, riguardanti le scienze occulte dell’antichità (astrologia, alchimia, magia e terapeutica) e una loro approfondita analisi, ma anche le loro verità trascendenti su Dio, l’uomo e il mondo, o, altrimenti, il logos rivelatore di Ermete. Con questo esame generale del bisogno di rivelazione, che tormentava un così gran numero di pensatori della tarda epoca ellenistica, si presenta il cardine e il passaggio al secondo e prossimo volume. Fustugierè (1898- 1982) è stato uno dei maggiori studiosi dell’ermetismo neoplatonico. Tra le sue opere le monografie dedicate a Platone ed Epicuro, le ampie sillogi di studi sulla religione. Neri, che illustrerà l’opera in Gran Loggia a Rimini, ha curato moltissime opere tra cui il Commento al sogno di Scipione di Macrobio (2007)Dialoghi per massoni di Lessing ed Herder (2014). Tra gli altri suoi lavori In cerca di Ipazia (2016).



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.