L’Elia Coppi di Cortona ha festeggiato i 40 anni con la Posa della Prima Pietra

Venerdì 6 ottobre, nella sala del “Papacello” presso la Villa Principesca del Palazzone, alla presenza del Gran Maestro Stefano Bisi la loggia Elia Coppi n. 930 all’Oriente di Cortona (AR) ha festeggiato il suo 40° anniversario celebrando come da consuetudine il rituale della Posa della Prima Pietra. L’edificio monumentale, costruito per volontà del Cardinale Silvio Passerini, vescovo di Cortona e governatore di Firenze tra il 1521 e il 1527 su progetto dell’architetto e poeta perugino Giovan Battista Caporali, discepolo del Perugino e amico di artisti dell’epoca come il Pinturicchio, il Bramante e il Signorelli, fu donato nel 1968 dal Conte Lorenzo Passerini alla Scuola Normale Superiore di Pisa per le sue attività didattiche e di convegnistica. Oltre 120 fratelli provenienti da vari Orienti, amiche ed amici hanno presenziato a questo suggestivo evento, impreziosito dalle esecuzioni musicali al pianoforte del Maestro  Francesco Attesti. I lavori sono stati condotti dal Maestro Venerabile Fiorenzo Belelli e le altre cariche della tornata sono state ricoperte di Maestri Venerabili di alcune logge delle province di Arezzo, Siena e Perugia, a testimonianza dello spirito fraterno che contraddistingue queste terre d’Etruria. Fra gli altri, hanno partecipato ai lavori il Grande Ufficiale Claudio Pagliai, il Segretario della Corte Centrale Raffaello Falsetti, l’Ispettore Magistrale Luca Calugi, il Garante d’Amicizia per la Gran Loggia del Guatemala Giampaolo Pagiotti, i Consiglieri dell’Ordine Luigi Vispi, Paolo Mercati e Giancarlo Petrillo, il Presidente del Collegio Circoscrizionale della Toscana Francesco Borgognoni accompagnato dall’Oratore Fabio Reale e l’Oratore del Collegio Circoscrizionale dell’Umbria Bruno Morozzi accompagnato dall’Ispettore Danilo Solfaroli.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.