Le 10 mappe che spiegano mondo

Per comprendere quel che accade nel mondo abbiamo sempre studiato la politica, l’economia, i trattati internazionali. Ma senza geografia, suggerisce Tim Marshall, non avremo mai il quadro complessivo degli eventi: ogni volta che i leader del mondo prendono decisioni operative, infatti, devono fare i conti con la presenza di mari e fiumi, di catene montuose e deserti. Perché il potere della Cina continua ad aumentare? Perché l’Europa non sarà mai veramente unita? Perché Putin sembra ossessionato dalla Crimea? Perché gli Stati Uniti erano destinati a diventare una superpotenza mondiale?

Le risposte a queste domande, e a molte altre, risiedono nelle dieci fondamentali mappe scelte per questo libro, che descrivono il mondo dalla Russia all’America Latina, dal Medio Oriente all’Africa, dall’Europa alla Corea.

Con uno stile chiaro e una prosa appassionante, in questo libro dal titolo Il mondo in 10 mappe (Garazanti), Tim Marshall racconta in che modo le caratteristiche geografiche di un paese hanno condizionato la sua forza e la sua debolezza nel corso della storia e, così facendo, prova a immaginare il futuro delle zone più calde del pianeta.

Uno dei più bei libri di geopolitica. – The Evening Standard

In un mondo sempre più complesso, caotico e interconnesso, questo libro è una guida utile e concisa. – Newsweek

Tim Marshall, giornalista inglese, è stato per trent’anni corrispondente estero della BBC e di Sky News, inviato di guerra in Croazia, Bosnia, Macedonia, Kosovo, Afghanistan, Iraq, Libano, Siria, Israele. I suoi articoli sono apparsi sul «Times», il «Sunday Times», il «Guardian», l’«Independent». È fondatore e direttore del sito di analisi politica internazionale thewhatandthewhy.com. Tra i suoi libri pubblicati in Italia ricordiamo Le 10 mappe che spiegano il mondo (Garzanti, 2017), I muri che dividono il mondo (Garzanti, 2018), Le 100 bandiere che raccontano il mondo (Garzanti, 2019).



Un commento a “Le 10 mappe che spiegano mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.