Inaugurata il 10 novembre la nuova Casa massonica di Messina

Con il taglio del nastro e la posa di una targa commemorativa il Gran Maestro Stefano Bisi ha inaugurato lo scorso 10 novembre la nuova Casa massonica messinese nel corso di una cerimonia, che ha visto la partecipazione di numerosi fratelli e maestri venerabili arrivati anche da altri Orienti della Sicilia e di alte cariche del Goi, tra cui il Gran Maestro Onorario Santi Fedele, il Gran Tesoriere Giuseppe Trumbatore, i grandi Ufficiali Antonino Bellanca, Angelo Di Rosa, Tommaso Castagna, oltre al presidente del Collegio della Sicilia Antonino Recca ed al suo omologo della Calabria Maurizio Maesano. Ha chiuso la tornata, che si è svolta nel rispetto delle normative anti Covid, il Gran Maestro Stefano Bisi, che ha espresso apprezzamento per il gran lavoro e il grande impegno dei fratelli di Messina nel portare a compimento il passaggio nella nuova Casa Massonica e per l’armonia e la lungimiranza dimostrata dal Consiglio dei maestri venerabili della città. Pronta per perseguire e realizzare gli alti scopi e principi dell’istituzione e in sintonia con il crescente numero di logge e di iscritti, la nuova Casa messinese  ha una superficie di circa 400 mq, possiede tre templi, di cui due molto ampi e un terzo tempio più piccolo; una sala che può essere riservata agli incontri e alle conferenze e uno spazio per la biblioteca.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.