Il virus non ferma la solidarietà

“State a casa” è il monito lanciato alla popolazione  in questo momento critico e difficile provocato dall’epidemia da coronavirus. Ma per chi una casa non ce l’ha? A loro continuano a dedicarsi, nel rispetto dei decreti finora emanati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e delle ordinanze locali, i tanti fratelli da sempre dediti ai più fragili, liberi muratori  medici e volontari che operano ad esempio all’interno di strutture di accoglienza come gli Asili Notturni di Torino, che dal 1886 offrono un tetto temporaneo e un pasto caldo a chi è sprovvisto di mezzi. E tante altre importanti realtà e associazioni legate al Grande Oriente.



Un commento a “Il virus non ferma la solidarietà

  1. In questa realtà di Torino la Massoneria ha la sua più alta dimostrazione di efficienza del significato di SOLIDARIETA’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.