Il 18 maggio la Benedetto Cairoli di Arezzo ha celebrato i 150 anni con un convegno al quale ha presenziato anche l’arcivescovo Fontana

La Loggia Benedetto Cairoli (119) di Arezzo ha festeggiato la ricorrenza dei 150 anni dalla fondazione, avvenuta nel 1869, con una tornata rituale, a carattere interno, che si è tenuta al teatro Vasariano. Nel pomeriggio presso la Sala dei Grandi della Provincia, in piazza della Libertà, ha avuto luogo invece un convegno aperto al pubblico dedicato alla storica officina e a un volume che ne ricostruisce la vicende. Titolo dell’incontro “Loggia Benedetto Cairoli N. 119, 1869-2019, 150 anni di lavoro per il perfezionamento dell’uomo”. All’evento, al quale ha partecipato il Gran Maestro Stefano Bisi, è intervenuto anche l’arcivescovo Riccardo Fontana, che ha sottolineato che ci sono valori condivisi tra Chiesa e Massoneria, come il rispetto, la solidarietà, il dialogo. Un fatto di grande rilievo e un bel segno, così il Gran Maestro ha definito la preenza dell’alto prelato alle celebrazioni della Cairoli. “La nostra storia si intreccia con la storia della città. Qui la Massoneria si è sempre impegnata per il bene della comunità”, ha detto il Gran Maestro, ricordando che Arezzo avuto uno straordinario sindaco che si chiamava Aldo Ducci e che era libero muratore.

Hanno portato i loro contributi: Luigi Armandi, presidente del comitato aretino per la valorizzazione del Risorgimento italiano, e Fabio Bertini, presidente del comitato regionale per la valorizzazione del Risorgimento italiano, che hanno ricostruito la storia dei 150 anni della loggia alla luce degli eventi di Arezzo e Italia. In rappresentanza delle istituzioni Lucia De Robertis, vice presidente del Consiglio regionale.

ALLEGATI


1 commenti a “Il 18 maggio la Benedetto Cairoli di Arezzo ha celebrato i 150 anni con un convegno al quale ha presenziato anche l’arcivescovo Fontana

  1. Grazie, ragazzi della Cairoli, il pomeriggio di saBATO 18 MAGGIO 2019, è stato un vero corroborante. Il dr. Fontana ha fatto il suo mestiere; niente critiche e solo belle parole di circostanza, un vero prete! Noi continuiamo per la nostra strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *