Gran Loggia. Il Gm: “In questi giorni ci saremmo dovuti abbracciare a Rimini. Lo faremo in settembre. Intanto continuiamo a mettere uno sull’altro i mattoni della Fratellanza”

Carissimi fratelli miei,

sono momenti molto difficili per tutti. La pandemia ha chiuso i nostri Templi, ci ha impedito di abbracciarci e di lavorare ritualmente come oggi avremmo dovuto fare a Rimini nella Gran Loggia che è stata rinviata all’11, 12 e 13 Settembre. 


Il Covid-19  ha ucciso migliaia di persone, ci ha strappato  subdolamente tanti meravigliosi fratelli, ai cui familiari va il nostro grande cordoglio, ma non ha alcun potere sulla nostra volontà e sul nostro cuore di massoni. Lì nessun virus ha la forza di penetrare e di poterci sottomettere e oscurare la fiamma della Libertà.

Anche se da soli il nostro lavoro iniziatico non si ferma e va avanti quotidianamente. Bisogna continuare tutti insieme “ad innalzare templi alla virtù e scavare oscure e profonde prigioni al vizio”.  Non sono previste soste o fermate di nessun genere in questo percorso. Il cantiere universale è sempre aperto e bisogna edificare il futuro.

Così ogni sera pensiamo ai nostri fratelli che sono passati all’oriente eterno e ricordiamoli con tanto affetto. Le loro vite spezzate devono essere per noi un esempio da portare avanti per costruire qualcosa di bello anche in loro memoria. E mettiamo uno sopra l’altro i Mattoni della Fratellanza.
Eppoi, anche se non possiamo riunirci fisicamente, facciamolo virtualmente nella nostra mente e nello spirito. “Nulla impedirà al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte più buia” ha scritto Gibran.

È anche questa la Bellezza e la straordinaria forza della Massoneria che ci dice di unire le forze e di guardare con tanta speranza al domani pronti a dare tutto per la nostra Patria, per i fratelli e per tutti gli italiani.
Il Gran Maestro Stefano Bisi



5 commenti a “Gran Loggia. Il Gm: “In questi giorni ci saremmo dovuti abbracciare a Rimini. Lo faremo in settembre. Intanto continuiamo a mettere uno sull’altro i mattoni della Fratellanza”

  1. Grazie GM anche questo è un Inno come quello della Brigata Sassari ma più forte perché universale, pacato nei toni ma forte nella sostanza e negli auspici. Uniamoci al nostro GM Stefano in una catena d’unione ideale ma sostanziale nel pensiero e nel nostro spirito. TFA

  2. Caro Ven.mo Ser.mo GM Fr. Stefano ,
    credo che questa esperienza , crea in Noi tutti , nessuno escluso , grandi momenti di riflessioni interiori , riflessioni , che portano ognuno a pensare come rapportarsi con se stesso e con gli altri , nella famiglia , nelle amicizie , nelle conoscenze , nella vita quotidiana , nel lavoro , nello stare nuovamente assieme tra fratelli . Credo che tutti Noi dobbiamo fare tesoro di questi momenti , non così scontati e facili da trovare. Credo caro VSGM Fr. Stefano , che tutti Noi fratelli , dobbiamo vivere questo momento , che non ha reso possibile il ritrovarci ed abbracciarci a Rimini per la GL , quale nuova seconda e meravigliosa opportunità di riflessione in questo sconosciuto ” Gabinetto di Riflessione ” , pensando alle parole di risposta da dare , alle domande del testamento che virtualmente abbiamo tra le mani . Stiamo tutti Noi , e non potrà essere altrimenti , “Rinascendo” a un nuovo mondo di nuove idee da concretizzare …….. concordo con un tuo pensiero da te scritto , quando affermavi che stiamo vivendo una fase preparatoria di un “Umanesimo” atto a creare un nuovo Rinascimento massonico interiore . Staremo assieme a Settembre 2020 . Ti abbraccio fraternamente e con Te tutti i fratelli nei Nostri Santi Segni che solo Noi Conosciamo .
    Tuo fratello Pasquale Cerofolini Membro di GLSP
    Logia Fenix 127
    Oriente di Asunciòn -PY

  3. Prima o poi questa epidemia passerà. Grandi interrogativi ci poniamo e tutti, dall’angolo più sperduto fino al centro del mondo cercano di capire. Alla nostra Istituzione dobbiamo fin da ora assegnare un ruolo nella ricostruzione del nostro Paese; come abbiamo fatto sempre, come continueremo a fare.

  4. Venerabilissimo G.M. il virus non cancellerà la nostra identità di massoni. continueremo a lavorare al bene ed al progresso dell’umanità con una marcia in piu’. In questo momento uniamoci alla famiglia del fratello Silipo appena passato all’oriente eterno per il terribile male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.