E’ online Erasmo di novembre 2020

E’ online il numero di Erasmo di novembre dal titolo Il cantiere delle libertà,  che apre con uno spaccato dedicato alle grandi battaglie portate avanti dalla Massoneria del Grande Oriente all’indomani della Breccia di Porta Pia. Un cammino di civiltà che ha contribuito alla costruzione dell’Italia moderna e laica, un cammino che nemmeno il fascismo riuscì a interrompere.  Dalla scuola per tutti all’abolizione della pena di morte, al suffragio universale, alla salute, alla legge sul divorzio, che porta la firma di Loris Fortuna e  Antonio Baslini, introdotta nel nostro ordinamento il primo dicembre 1970 e che fu presentata per la prima volta al parlamento italiano nel 1878 proprio da un massone, il deputato pugliese Salvatore Morelli, paladino dei diritti delle donne.  Un anniversario importante per tutti coloro che hanno a cuore il valore della laicità.

Segue un articolo sui 95 anni dalla promulgazione, avvenuta  il 26 novembre del 1925, della legge fascista sulle associazioni, che mise di fatto al bando la Massoneria, e della quale viene ricostruito l’iter in Parlamento e la drammatica vigilia della firma con l’ordine del ministero dell’Interno di occupare Palazzo Giustiniani, storica sede del Goi, e  l’annuncio della decisione del Gran Maestro Domizio Torrigiani di scioglimento di tutte le logge del Grande Oriente d’Italia, ma non del Grande Oriente che continuò la sua opera nell’esilio e nella clandestinità.  

L’anima del mondo è il titolo del pezzo dedicato all’incontro organizzato il 17 novembre dal Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia con Silvia Ronchey, saggista, accademica e filologa classica, ordinaria di Civiltà bizantina nel Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di RomaTre. Un incontro, al quale è intervenuto il Gran Maestro Stefano Bisi, che si è svolto su piat­taforma zoom e sul canale Youtube del Grande Oriente, e al quale hanno partecipato in contemporanea 800 per­sone, dedicato a due storie straordinarie, distanti nel tempo tra loro, ma legate l’una l’altra da un saldo filo rosso: la prima, quella di Ipazia, matematica, astronoma, filosofa, influente politica, sfrontata e carismatica maestra di pensiero e di comportamento, vissuta 16 secoli fa. La seconda, scritta invece ai nostri giorni da un misterioso neoplatonico contemporaneo, che si cela dietro lo pseudonimo di Filelfo, e intitolata L’assemblea degli animali.

Poi i dieci anni  de Le Colonne d’Ercole, la loggia calabrese di Cetraro, nata per volontà di 17 fratelli e con il sostegno dell’attuale Gma Antonio Seminario e del Gmo Antonio il 26 novembre del 2010. E primo piano, Il professore, il saggio in arrivo in libreria di Renato Traquandi dedicato al fratello Giulio Mazzon, con la postfazione del Gran Maestro Stefano Bisi;  l’elezione 50 anni fa a presidente del Cile del fratello libero muratore Salvador Allende; un focus sulla Massoneria in Abruzzo, attraverso il libro di Loris Di Giovanni ed Elso Simone; la ricorrenza della morte di Manlio Cecovini, pietra miliare del Goi, esempio di umanità, sindacoindimenticato della sua Trieste.  New & Views e in chiusura la riflessione di Marco Rocchi, pubblicata su Avanti! Sul poeta, libero muratore, socialista e omosessuale, fucilato dai franchisti. Sfoglia Erasmo

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.