E’ on line il numero di Erasmo di gennaio 2017

erasmo gennaio 2017E’ on line il primo numero di gennaio 2017 di Erasmo. “Legalità e rispetto” il titolo di copertina, che riporta l’immagine della Cerimonia di iniziazione in una loggia massonica viennese durante il regno di Giuseppe II, con Mozart seduto all’estrema sinistra, 1784,  di Ignaz Unterberger. In apertura: “Diciamo ancora no alle schedature di massa”, un servizio di cronaca sull’ audizione a prova testimoniale del Gran Maestro Stefano Bisi in Commissione Antimafia con la cronologia dei fatti. All’interno il dramma del terremoto che ancora una volta ha colpito le popolazioni del  Centro Italia e la tragedia della valanga in Abruzzo, con l’appello del Goi a non fermare le sottoscrizioni  e la notizia dell’iniziativa alla quale la Comunione sta lavorando a Norcia,  per il ripristino dell’illuminazione dello stadio. E ancora, sul fronte della solidarietà due articoli, uno dedicato alla collaborazione tra l’ istituto professionale internazionale con i suoi studenti di odontoiatri e  gli studi dentistici degli Asili Notturni ;  l’altro, a firma del Gran Maestro Aggiunto Sergio Rosso sul Camper della salute, progetto che si trova per motivi burocratici in  fase interlocutoria a causa di ostacoli di natura burocratica, che si stanno cercando risolvere. Un servizio è dedicato poi all’iniziativa natalizia del Grande Oriente, alla quale hanno partecipato numerosi fratelli insieme all’editore Betti, di donare saggi di argomento massonico a Federico Negri, il giovane disabile che sta preparando una tesi sulla Libera Muratoria. Seguono una pagina dedicata all’avvocato e Gran Maestro Onorario Enzio Volli, passato all’Oriente Eterno il 7 gennaio all’età di 94 anni, che rappresentò la comunità ebraica al processo contro i nazisti del campo della Risiera di San Sabba; e un’altra alla ricorrenza della Giornata della Memoria, che commemora le vittime della Shoah. Tra le iniziative organizzate dal Goi, un convegno a Foggia dedicato a Federico II, un altro a Perugia per ricordare a 200 anni dalla nascita la figura straordinaria di Ariodante Fabretti, l’archeologo che organizzò e diresse il Museo egizio di Torino. E ancora, la tornata congiunta che si è tenuta a Siderno Marina, in Calabria e tante altre interessanti news dalla Comunione. Tra i grandi protagonisti della nostra storia, anche Giuseppe Zanardelli, che Brescia ha commemorato, come fa da diversi anni, grande statista, passato alla storia per aver abolito la pena di morte nell’Italia nata dopo l’unità. Tra i libri, tanti e di grandi interesse: l’Antico Codice di Eugenio Lo Gullo; “Fra’ Paolo di Taranto e la pietra filosofale” di Antonio Tagliente, con un’ampia e interessante introduzione di Carlo Petrone; la biografia di Beltrami di Luigi Grassia e il nuovo saggio in arrivo di  Mario Valeri sulla Resistenza e la Massoneria, che saranno presentati in Gran Loggia a Rimini e “Il primo giorno del mondo” di Mino Gabriele, al quale è dedicato l’incontro del 28 gennaio al Teatro il Vascello alle 10,30.

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.