Dante 700. Il Sommo Poeta secondo Dalì in mostra a Firenze

Nel 1950, in vista della commemorazione del 700esimo anniversario della nascita di Dante Alighieri, l’Istituto Poligrafico dello Stato, sotto l’egida del governo italiano, commissionò a Dalí un ciclo di illustrazioni della Divina Commedia. Dalí vi lavorò per quasi nove anni, dando vita a 100 acquerelli che nel 1960 furono esposti al  Musée Galliera di Parigi. Purtroppo l’opera, così come era stata inizialmente pensata non vide mai la luce, a causa di una polemica sollevata da alcuni settori dell’opinione pubblica italiana contrari al fatto che una simile impresa fosse affidata a un artista straniero. Nel 1962 fu però l’editore fiorentino  Mario Salani a riproporre l’idea, progettando in sinergia con la casa editrice Arti e Scienza di Roma un’edizione della Commedia in sei libri, due per ogni cantica, corredati dalle tavole di Dalí. Per trasporre gli acquerelli in xilografie furono impiegati 3000 legni, fino a 35 colori per ogni tavola. I partner scelti allo scopo erano quanto di meglio il panorama tipografico e cartario dell’epoca potesse offrire: il maestro incisore  Raymond Jacquet di Parigi, il maestro tipografo Giovanni Mardersteig della Stamperia Valdonega di Verona, le Cartiere Enrico Magnani di Pescia e le Cartiere francesi di Rives.

La supervisione scientifica dell’opera fu affidata a Giovanni Nencioni, allora riconosciuto come il più autorevole tra gli studiosi della lingua italiana. Il percorso di Dalí nel poema di Dante intesse un dialogo intimo e personale con l’opera del poeta, che viene approcciata con uno sguardo che sarebbe possibile definire psicoanalitico. Inferno, Purgatorio e Paradiso diventano terreno di cimento per ipotizzare leggi prospettiche estranee alla razionalità umana. Lo spazio e il tempo si dilatano per aderire a una dimensione interiore che non è possibile conoscere con gli strumenti della comune logica. In occasione del settecentenario della morte di Dante Alighieri, Inside Dalí ospita in esclusiva le xilografie originali dell’Edizione Salani del 1963 della Divina Commedia ricavate dagli acquerelli originali di Salvador Dalí.

Sul sito a questo indirizzo https://www.insidedali.it/ le xilografie dei primi 9 Canti di ogni Cantica. Mentre la mostra ospita la collezione completa.

L’esposizione, prodotta con il sostegno della  Fondazione GALA SALVADOR DALÍ, è una mostra di arte digitale che ruota intorno alla vita del grande pittore catalano. Grazie alle tecnologie digitali, l’evento offre al suo pubblico la possibilità di entrare dentro l’arte del padre del surrealismo. Il cuore della mostra è infatti uno spazio immersivo, in cui il visitatore viene a contatto diretto con la pittura di Dalí, entrando dentro le opere del pittore di Figueres per più di di 35 minuti: un momento molto emozionante che commuoverà il pubblico come mai prima. Ideato, creato e prodotto dal gruppo Crossmedia, Inside Dalí riunisce le principali eccellenze europee nella creazione e promozione di mostre immersive.

Orari festività natalizie!

La mostra seguirà i seguenti orari durante le festività natalizie:

dal 6 all’8 dicembre 10:00-19:00

24 dicembre 10:00-18:00

25 dicembre 14:30-20:00

dal 26 al 30 dicembre 10:00-20:00

31 dicembre 10:00-18:00

1 gennaio 14:30-20:0

Prodotta con il sostegno della  Fondazione GALA SALVADOR DALÍ, Inside Dalí è una mostra di arte digitale che ruota intorno alla vita del grande pittore catalano. Grazie alle tecnologie digitali, l’evento offre al suo pubblico la possibilità di entrare dentro l’arte del padre del surrealismo. Il cuore della mostra è infatti uno spazio immersivo, in cui il visitatore viene a contatto diretto con la pittura di Dalí, entrando dentro le opere del pittore di Figueres per più di di 35 minuti: un momento molto emozionante che commuoverà il pubblico come mai prima.

Ideato, creato e prodotto dal gruppo Crossmedia, Inside Dalí riunisce le principali eccellenze europee nella creazione e promozione di mostre immersive.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.