Dal Gran Maestro e dalla Giunta Buon Equinozio a tutti i fratelli

L’Equinozio d’autunno è il momento ciclico dell’Eterna Opera della natura in cui la luce comincia a diminuire, e le tenebre trovano sempre più spazio. In questo simbolismo che vuole indicarci che è giunto il momento del ritorno al Gabinetto di Riflessione, ci apprestiamo a riprendere con forza e vigore i lavori nelle nostre logge del Grande Oriente d’Italia. Possa il Grande Architetto dell’Universo sostenerci nella nostra infinita e infaticabile opera volta al miglioramento
di noi stessi
e dell’Umanità.

Buon Equinozio
a tutti i fratelli
dal Gran Maestro e dalla Giunta del Grande Oriente d’Italia



18 commenti a “Dal Gran Maestro e dalla Giunta Buon Equinozio a tutti i fratelli

  1. Momento anche di equilibrio impermanente che dobbiamo cercare di renderlo stabile, rifuggendo le illusioni estreme, effimere dei solstizi

  2. Possa l ‘ Architetto Cosmico illuminarci cn saggezza anche nei momenti piu’ bui. Affinche’ la tenebra nn abbia il potere di disperderci durante il nostro cammino affinché la nostra lungimirante umanita nn ci abbandoni mai. E mai si sciolga la nostra millenaria Fratellanza Massone.

  3. Sono un fratello apprendista da 3 anni , grazie x aver avuto la grande fortuna di essere con voi , io appartengo alla loggia Antonelli 857 di Novara

  4. Come ogni anno dalla notte dei tempi si ripete il solstizio d’inverno che simboleggia la sopraffazione delle tenebre sulla luce (come la morte sulla vita, e vice versa, in quanto vita e morte create insieme e indiscindibile fra loro. Quindi non può esistere vita senza la morte come non può esistere morte senza vita due facce della stessa medaglia) stessa cosa è per i solstizio cicli che da sempre uniti e parte integrante della vita umana e della natura e di tutto ciò che ci circonda. Ecco perché non ci potrà mai essere la vittoria delle tenebre sulla luce come non ci potrà mai essere un vittoria della luce sulle tenebre. Teoria adesso svelate nello studio approfondito dell’universo, appunto formato dal buio e da luce. Bisogna sempre avere presente che le matrici di tutti i colori e base fondante sono il bianco e il nero. Unico rammarico che non si possa vivere questo evento in comunione sostanziale ma comunque virtuale.

  5. Come ogni anno dalla notte dei tempi si ripete l’equinozio d’inverno che simboleggia la sopraffazione delle tenebre sulla luce (come la morte sulla vita, e vice versa, in quanto vita e morte create insieme e indiscindibile fra loro. Quindi non può esistere vita senza la morte come non può esistere morte senza vita due facce della stessa medaglia) stessa cosa è per i solstizio cicli che da sempre uniti e parte integrante della vita umana e della natura e di tutto ciò che ci circonda. Ecco perché non ci potrà mai essere la vittoria delle tenebre sulla luce come non ci potrà mai essere un vittoria della luce sulle tenebre. Teoria adesso svelate nello studio approfondito dell’universo, appunto formato dal buio e da luce. Bisogna sempre avere presente che le matrici di tutti i colori e base fondante sono il bianco e il nero. Unico rammarico che non si possa vivere questo evento in comunione sostanziale ma comunque virtuale.

  6. Possa l’equinozio, simbolo di equità e calibrato dal segno zodiacale della bilancia, far maturare, nell’atanor di ogni uomo degno di questo nome, quella pietra filosofale indispensabile alla palingenesi dell’intera umanità. Post fata resurgo. (Piero Braconi)

  7. Grazie, sarei interessato ad entrare nella massoneria, è da tempo che studio conosco “l’arte muratoria” conosco molti confratelli.

  8. Il nostro spirito e in trasanzione come le foglie che hanno visto troppa acqua e troppo sole cadono così il nostro essere ci si prepara .Un saluto di luce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.