Contratto: Grande Oriente, è incostituzionale/Ansa

(ANSA) – ROMA, 18 MAG – La Giunta del Grande Oriente d’Italia ritiene “incostituzionali” le disposizioni sulla Massoneria contenute nel Contratto stipulato tra le parti del futuro esecutivo e chiede l’intervento del Presidente della Repubblica perché vigili affinché “la Costituzione sia applicata nella sua interezza e senza discriminazioni”. “I Massoni del Grande Oriente d’Italia – spiega, in una nota, la Giunta – giurano solennemente fedeltà alla Repubblica Italiana. Lo fanno sulla Carta Costituzionale e s’impegnano a rispettarne le norme e le leggi. L’idea di inserire una clausola antimassonica nel contratto stretto tra Lega e M5S è contraria ai principi costituzionali”.

La Giunta ricorda “le leggi fasciste che i Massoni hanno sempre denunciato e che sono la conseguenza di una pericolosa deriva liberticida. Gli articoli 2, 3,18 e 21 della Costituzione sono molto chiari e non ammettono patti negoziali che impediscano a categorie di cittadini di esercitare la libertà di partecipazione, d’espressione e d’associazione in tutte le sue forme. Chi pensa per fini politici di sfruttare una campagna contro i Massoni e di impedire l’esercizio dei diritti primari commette un abuso e deve assumersene ogni responsabilità”. (SEGUE).
COM-DE

(ANSA) – ROMA, 18 MAG – Secondo la Giunta del Grande Oriente d’Italia, “questa odiosa discriminazione non solo reca offesa alla storia d’Italia, al cui farsi come Nazione e al cui progresso civile i Massoni da Garibaldi a Carducci, da Mameli a Crispi, da Fermi a Ruini, a Quasimodo, hanno dato un contributo fondamentale; ma procura anche inquietudine nell’opinione pubblica di tutte le grandi Democrazie Occidentali, dagli Stati Uniti all’Inghilterra, alla Francia, nelle quali l’appartenenza alla Massoneria è sinonimo di attaccamento patriottico e lealismo costituzionale”. “Ricordiamo a tutti i Deputati e Senatori neoeletti e in modo particolare ai leader ed ai Parlamentari delle due formazioni che si candidano a reggere le sorti della nostra Nazione che essi – sottolinea la Giunta – devono rappresentare tutti i cittadini e li invitiamo a ri-leggere qualche utile pagina di storia partendo dal Risorgimento e finendo all’Istituzione della Repubblica Italiana”. “I Liberi Muratori del Grande Oriente d’Italia – conclude la Giunta nella nota – chiedono al Capo dello Stato, garante di tutti gli italiani, che vigili perché la Costituzione sia applicata nella sua interezza e senza discriminazioni”.(ANSA).
COM-DE



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.