Bolzano, tornata per Fabio Neri

Si è tenuta venerdì 9 marzo alla casa massonica di Bolzano, la tornata della Castrum Majense n.216 all’Oriente di Merano, per il fratello Fabio Neri passato all’Oriente Eterno. Prima dell’ingresso nel Tempio, il maestro delle cerimonie Anselmo Niglio, ha ricordato ai numerosi fratelli presenti che elevarsi spiritualmente significa superare le antinomie e “guardando ad Oriente” perpetuare il ciclo dell’eterno ritorno degli uguali. Il maestro venerabile Michele Benussi, impreziosita la parte rituale, ha posto al centro del Tempio un tavolo circolare ricoperto da un velo bianco e una rosa rossa: chiari simboli di continuità, purezza e amore fraterno. Fra le parole commosse dei fratelli una poesia sufi ha donato verticalità, ampiezza e respiro all’incedere dei lavori inondando di luce interiore “il divenire” della perenne trasformazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.