Bologna. Tornata rituale per il gemellaggio tra la “Zamboni De Rolandis” e la “Victor Hugo” di Urbino

Tornata rituale a Bologna in grado di apprendista per celebrare solennemente il gemellaggio tra le logge “Zamboni De Rolandis” (651) di Bologna e “Victor Hugo 1893” (1273) di Urbino. I due Maestri Venerabili, Giuseppe Latorre e Oreste Rossi, hanno pronunciato all’ara la promessa, nello svolgimento di un suggestivo rituale particolarmente articolato, al quale hanno preso parte le Luci e i Maestri delle Cerimonie delle due Officine, avvicendandosi reciprocamente nei rispettivi ruoli. Particolarmente emozionante è stato il momento dello scambio dei maglietti e l’incrocio dei labari recati dai fratelli portastendardo. Il rituale è stato officiato in apertura dai dignitari della Loggia bolognese, e in chiusura dai corrispondenti della loggia urbinate. Un’atmosfera di intensa armonia fraterna ha contrassegnato la cerimonia, alla quale hanno partecipato il Gran Maestro Stefano Bisi, e i due presidenti dei Collegi dei Maestri Venerabili dell’Emilia-Romagna, Gian Giacomo Pezzano, e delle Marche, Fabrizio Illuminati. Numerosi gli  ospiti in rappresentanza di molte Officine emiliano-romagnole e marchigiane. Assai denso di significato liberomuratorio il discorso che il Gran Maestro ha generosamente pronunciato, sottolineando l’importanza dell’approfondimento culturale all’interno dell’Ordine, e sollecitando un impegno dei Fratelli anche nella società civile, nel rispetto dei valori autentici della Massoneria.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.