La Gran Loggia ha chiuso i battenti con un incontro dedicato a “Il sogno come viaggio dell’ anima”/Video

Il sogno come viaggio dell’anima, dall’antichità sino alla moderna chiave interpretativa fornita dalla psicoanalisi che ha influenzato sia le scienze che le arti figurative, è il percorso seguito dal Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia per il convegno che ha concluso la Gran Loggia 2020 Uniti nelle diversità, che si e’ tenuta a Rimini l’11, 12 e 13 settembre. Con il responsabile del Servizio Biblioteca del Goi Bernardino Fioravanti, sono intervenuti l’iconologo Mino Gabriele, l’italianista ed editore Eugenio Viola e lo psicoterapeuta Filippo Pergola. L’attenzione si e’ focalizzata sugli elementi utili per comprendere quella tradizione, ininterrotta dall’antichità ad oggi, che ha visto nel sogno uno strumento fondamentale per intendere il mondo simbolico dell’uomo nei suoi aspetti più profondi e nascosti. Ha concluso il Gran MaestroStefano Bisi, sottolineando come questa Gran Loggia, abbia confermato la coesione, l’attaccamento e l’unità nel Goi, l’amore fraterno che  cementa i Fratelli. Il Gran Maestro ha espresso anche soddisfazione per l’interesse manifestato dai visitatori per gli eventi di elevato valore culturale e morale che si sono tenuti durante la tre giorni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.