Asili Notturni. Riaperto il dormitorio dopo i lavori di restauro

Dopo un completo restyling nel segno dell’attenzione alla dignità dei suoi numerosi ospiti, sono stati inaugurati a metà settembre i nuovi dormitori degli Asili Notturni di Torino. Oltre alle stanze approntate per il ricovero notturno – arredate con gusto, seppur nella loro essenzialità – sono stati rinnovati i servizi igienici: 3 bagni, 2 docce e la lavanderia. Gli ospiti potranno inoltre avvalersi del parrucchiere (per uomo e per donna) e del podologo. “Salvaguardare la dignità di coloro che si rivolgono agli Asili Notturni in cerca di aiuto – dice Sergio Rosso, presidente degli Asili Notturni Umberto I e dell’Associazione Piccolo Cosmo e Gran Maestro Aggiunto – è sempre stato prioritario». Ed aggiunge: «solitudine, infelicità, disagio, malattia, perdita di identità: sono questi i nemici contro i quali abbiamo scelto di lottare  insieme ai nostri volontari” .  Gli Asili Notturni Umberto I hanno ulteriormente esteso il proprio raggio d’azione aprendosi a nuovi spazi d’intervento e di aiuto verso le fasce più deboli dei cittadini grandi e piccoli di Torino facendo rete con le Istituzioni alla luce del cosiddetto welfare mix, un funzionale connubio tra risorse pubbliche e private. Oltre al dormitorio e alla mensa, hanno infatti realizzato un attrezzato ambulatorio medico, studi dentistici con apparecchiature all’avanguardia per adulti e bambini, un ambulatorio oculistico, un centro di prevenzione e cura del disagio psichico, un servizio di assistenza legale e, recentissimo, un ambulatorio cardiologico con il patrocinio del Comune. Non solo. Recentemente è stato avviato anche un progetto di screening con test a risposta rapida per HIV gratuito.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.