Anniversari 2021, la Repubblica italiana compie 75 anni

Tra le ricorrenze del 2021, che ci accingiamo a celebrare c’è l’anniversario dei 75 anni della Repubblica. Cinque anni fa, in occasione dei 70 anni, è importante ricordare che  la Comunione organizzò una serie di eventi di altissimo profilo in tutt’Italia  (poi raccolti in un libro dal titolo “Settant’anni di Repubblica”)  nell’obiettivo di  sensibilizzare i cittadini, soprattutto i più giovani, a conoscere l’identità e i fondamenti della comunità in cui vivono, i principi e i valori inderogabili su cui si fonda la nostra democrazia nata dal referendum del 2 giugno 1946,  rivendicando anche il ruolo che ebbe la Comunione nell’ opporsi al fascismo e nella costruzione del nuovo stato, a partire dalla elaborazione della Costituzione, alla quale collaborarono numerosi fratelli.

Ad aprire cinque anni fa le celebrazioni fu il 20 febbraio Reggio Emilia con un incontro dedicato a uno dei padri della nostra Carta fondamentale, cui la città diede i natali, Meuccio Ruini,  massone e presidente della Commissione dei 75 incaricata nel 1946 di redigere il progetto della nostra carta fondamentale.

Con lui nell’Assemblea Costituente c’erano altri fratelli, piu’ o meno noti, tra cui Luciano Magrini, Arnaldo Azzi, Cino Macrelli, Oddo Marinelli, Giovanni Magrassi, Bruno Bernabei, Giuseppe Chiostergi, Ugo della Seta, Randolfo Pacciardi, Piero Calamandrei, Giovanni Conti, Cirpiano Facchinetti, Oliviero Zuccarini, Aldo Spallicci, Mario Cevolotto. (vedi Erasmo n. 6 giugno 2020)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.