Addio a Bruno Becciolini, figlio di Giovanni, il libero muratore e martire ucciso dagli squadristi fascisti e proclamato nel 2015 Gran Maestro Onorario alla memoria

Il Gran Maestro con Bruno Becciolini durante la cerimonia di consegna dell’onorificenza di Gran Maestro Onorario alla memoria del padre Giovanni

Il 5 aprile si è spento Bruno Becciolini figlio di Giovanni Becciolini, il libero muratore e antifascista ucciso dagli squadristi in camicia nera nella notte di San Bartolomeo del 1925 a Firenze. Aveva 95 anni. Il Gran Maestro Stefano Bisi e tutti i fratelli del Grande Oriente d’Italia si stringono attorno ai familiari.

Bruno Becciolini, accompagnato dai figli, Jacques, Elisabeth, Diego e Vincent e dai nipoti, era venuto in Italia dalla Svizzera dove risiedeva per ritirare personalmente l’onorificenza di Gran Maestro Onorario alla memoria conferita durante la Gran Loggia 2015 dal Grande Oriente a suo padre, un uomo che credeva fortemente nella libertà e nel valore dell’amicizia e che sacrificò la propria vita per difendere un fratello e un’idea.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.