Un documento di 105 anni torna tra le colonne della loggia genovese Stella d’Italia

La casa massonica di Genova ha fatto da cornice a un evento unico nel suo genere. Alla presenza del Gran Maestro Stefano Bisi, il maestro venerabili Antonio Trampolini della  ‘Fede e Lavoro’ (n.459 Or. Di Perugia) ha consegnato alla ‘Stella d’Italia’ (n.382 Or. Genova) un documento storico che per oltre un secolo ha atteso il rientro tra le colonne genovesi. “L’estate scorsa mi è stata donata una pergamena che 105 anni fa era stata consegnata a. Giuseppe Sannazzaro. Un documento che era stato rilasciato dalla  Stella d’Italia”, racconta Trampolini di fronte a una Loggia gremita ed arricchita dalla presenza di moltissimi maestri venerabili della Liguria e loro delegati, dal Gmo. Renzo Brunetti, dal Vice presidente dell’Umbria Augusto Vasselli e da numerosi Grandi Ufficiali.

Successivamente, il maestro venerabile perugino è andato alla ricerca della Loggia citata nel documento, prima di tutto per capire se avesse ancora le colonne alzate. In poco tempo ha verificato che si trattava della loggia all’Oriente di Genova e ha chiamato subito il maestro venerabile Andrea Vercesi. “Ho pensato che invece di adornare una parete di casa mia, quella pergamena ho pensato che dovesse essere riconsegnata alla loggia che di fatto 105 anni fa l’aveva vergata. Da allora sono iniziati i contatti con il fratello. Vercesi, l’ex maestro venerabile Riolfo e col presidente del Collegio ligure Carlo Alberto Melani. In ultimo abbiamo chiesto e ottenuto il permesso dal Gran Maestro per poterci ritrovare a Genova per una tornata in cui abbiamo riconsegnato la pergamena alla Stella d’Italia”, ha detto un emozionato Trampolini.

L’impegno della ‘Fede e Lavoro’ si è spinto oltre: “Abbiamo cercato e rintracciato l’ultimo discendente dei Sannazzaro che porta, peraltro, lo stesso nome del Fratello a cui era stata data la pergamena. Sono una famiglia nobile e il conte Giuseppe Sannazzaro ha ricevuto da arte nostra una copia del tutto identica a quella che da domani sarà presente sulle pareti della casa massonica di Genova”, ha concluso il maestro venerabile Trampolini.

Nel corso della tornata organizzata dalla Stella d’Italia , il Gran Maestro Stefano Bisi ha consegnato una delle più importanti onorificenze che il Grande Oriente possa assegnare: la medaglia ‘Giordano Bruno’ classe Afrodite. Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato al presidente Carlo Alberto Melani. “Merita questo riconoscimento per l’impegno che ci mette ogni giorno; il fratello Carlo sta lavorando bene e la Liguria con lui è molto ben rappresentata”, ha detto il Gran Maestro mentre consegnava l’onorificenza a un commosso Melani.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.