10 marzo. In memoria dei fratelli passati all’Oriente Eterno

Il 10 marzo la Massoneria, nell’anniversario della morte di Giuseppe Mazzini, commemora i fratelli defunti. In questo giorno particolare il nostro affettuoso pensiero e la nostra gratitudine sia per tutti i liberi muratori che non ci sono più ma vivono in noi.

A voi che foste fratelli

A Voi

che prima di noi

il sacro spirito massonico

coglieste e propagaste

con fiero orgoglio e nobile virtù.

A Voi

che tanto magnifico e generoso esempio daste

al fiorir dell’Acacia

nel grembo dell’Umanità.

A Voi

che sempre nutriste nel petto

l’antico fuoco

della più grande e radiosa Libertà.

A Voi

che scolpiti aveste con lo scalpello e il maglietto

i simboli imperituri dell’uguaglianza e della fraternità.

A Voi

dedichiamo questo giorno

non immemori di chi come Voi fu e operò.

Con l’amore dell’eggregore

che è fiamma che non si spegne

e fuoco sempiterno che vivifica

Dal Il Tempio dell’Anima. Poesie iniziatiche (Tipheret) di Angelo Di Rosa, Grande Ufficiale e Gran Consigliere per la Comunicazione del Goi



4 commenti a “10 marzo. In memoria dei fratelli passati all’Oriente Eterno

  1. In memoria di tutti i Fratelli passati all’ Oriente Eterno ed invito e monito per tutti gli Altri che vivono quotidianamente secondo tale principio, sia in Loggua che nella vita profana. Cerchiamo solo di essere da esempio con i nostri gesti e comportamenti dei nostri Grembiuli che non dovremmo mostrare ma onorare.

  2. Dovrebbero essere da esempio a tutti noi, che con meno tecnologia ma con più cuore e cervello hanno creato e lasciato una eredità di cui andare fieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.