Il Gran Maestro: “Non spegneranno il libero pensiero”

“Dispiace e preoccupa che un settimanale di grandi tradizioni, entrato nella storia, per le grandi battaglie fatte nel corso dei suoi 62 anni di vita, quali il divorzio, i diritti civili, le denunce contro corruzione e malaffare, diretto da uomini di solidi principi laici, abbia deciso di cavalcare una straordinaria tigre di carta. Quando si arriva addirittura a fare titoli come “Aboliamo la Massoneria” e si guarda ad essa con puro intento ideologico per colpire la culla del libero pensiero, ebbene credo che la base della Democrazia e l’associazionismo siano davvero a rischio. Mentre l’Italia è avvitata in una crisi senza fondo, mentre, purtroppo, i partiti politici sono sempre più in crisi e rischiano di essere superati dal demagogico populismo di alcuni movimenti, ecco che con stupore l’attenzione si concentra all’improvviso sulla Libera Muratoria che per qualcuno continua ad essere un comodo e sicuro rifugio dove nascondere i reali problemi del Paese. Dalla richiesta immotivata di consegna degli elenchi da parte della Commissione Antimafia, al becero e antigiuridico tentativo di non farci restituire persino i documenti dell’Inchiesta Cordova archiviata nel 2000, a questa morbosa attenzione mediatica, l’idea di caccia all’uomo esce sempre più rafforzata. Ma i liberi muratori del Grande Oriente d’Italia hanno saputo superare ben altro, non soccombendo ai fascisti e ai disfattisti che sempre tramano nell’ombra. Ora, di fronte a questo ennesimo maldestro tentativo di screditare la Massoneria e di metterla in una gabbia, saranno pronti a battersi in tutte le sedi perché non venga leso il più grande diritto contenuto anche nella nostra Costituzione: il diritto del libero pensiero che da trecento anni i liberi muratori hanno come stella polare. Non ci faremo intimorire e condizionare da nessuno”.
Il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani
Stefano Bisi



32 commenti a “Il Gran Maestro: “Non spegneranno il libero pensiero”

  1. Condivido l’indignazione espressa dalGran Maestro contro una oscurantistica persecuzione mediatica ai danni di una libera associazione di pensiero operante nel rispetto del Diritto che regola il Paese e che altresì si distingue per i lodevoli interventi nel sociale

  2. Condivido il pensiero del nostro Gran Maestro e tutti noi Massoni ci dobbiamo sentire orgogliosi ed
    onorati per come sta rispondendo agli attacchi infami e pretestuosi , con calma e lucidità , perciò tutti noi ci dobbiamo compattare ed fare sentire il nostro sostegno al nostro Gran Maestro.

  3. Si, carissimo Gran Maestro Stefano,
    grazie per questi nobili spunti.
    Spiace e preoccupa vedere che un importante periodico abdichi alle sue gloriose tradizioni libertarie e laiche e pieghi la schiena a piccoli reucci che stanno affondando il nostro Bel Paese che vorremmo vedere unito e protagonista tra le Nazioni del mondo.
    Dario Seglie
    Consigliere dell’Ordine

  4. La storia ci insegna che quando un paese attraversa una crisi dalla quale non ha le capacità di uscire, cerca un capro espiatorio cui addossare le responsabilità. Ma il trucco ormai è vecchio.

  5. Come sempre il nostro Gran Maestro è all’altezza della situazione. Ho seguito le audizioni in quella commissione, ho sentite le Sue risposte alle domande di quei “signori la”. Sono orgoglioso ed ammirato dalla pacatezza, dalla risolutezza delle risposte. Fratelli, facciamo fronte comune ed anche questa turbolenza passerà. Ricordate Cordova? Era partito come un rinoceronte, alla fine è rimasto con un pugno di mosche in mano!!! Mi fa pena, chissà che delusione!!!!! Sono convinto che succederà così anche questa volta. Ad ogni modo, un grazie ed un viva ✌ al nostro Gran Maestro. Tfa Silvio

  6. Venerabilissimo Gran Maestro Stefano,
    il Tuo pensiero è pienamente condivisibile soprattutto se penso alla libertà e a quanto abbiamo pagato noi italiani e non solo per conquistarla! Mi amareggia il fatto che la nostra libertà è evidentemente ancora troppo giovane se ancora vediamo questi tentativi di minarla, se paragonata poi agli altri grandi paesi europei.
    Una proposta: potremmo invitare la presidente Rosy Bindi ai lavori di Rimini. Questo le permetterebbe di toccare con mano e di verificare la natura dei nostri incontri e dei nostri argomenti… probabilmente si annoierà, ma così soddisferebbe la sua curiosità!

  7. Siamo fortunati ad avere un Gran Maestro così delicato, lucido e determinato a spendersi in difesa del nostro amato Ordine. Un grazie affettuoso e riconoscente Enzo Dani

  8. Che la saggezza del nostro Gran Maestro unitamente a tutti i FFrr:. Massoni che si riconoscono in parola segno e toccamento rendano salda la catena d’Unione per sconfiggere questo ulteriore attacco alla libertà di pensiero.

  9. Credo che il commento più bello lo abbia già fatto qualche giorno fa Stefano Bisi col suo video messaggio in ricordo di Giordano Bruno, con quella candela che arde ed è luce contro l’oscurantismo, contro le tenebre che circondano l’uomo moderno: Noi siamo quella candela, il lume della ragione.
    Gianni Mariani

  10. Al Gianicolo.
    nel parco delle rimembranze
    le foglie di caldo colore accendono i cuori
    e rivivono in esse gli anni
    dei grandi fermenti in cui
    s’è fatta l’Italia, s’è unita l’Europa.
    Ma per oscuri disegni
    dal soffio di male genti
    un turbine mischia le foglie
    celando quella giusta via
    nel caldo sangue segnata
    dai Fratelli per i fratelli…

    FR Luigi Martino Roma.

  11. Grazie Gran MAestro per il modo in cui ci stai difendendo,condivido in pieno quanto da voi scritto e detto nella audizione dell antimafia. Un tfa Angelo Pellegrino da cosenza.

  12. ciò che dice e scrive il Gran Maestro Stefano Bisi in merito a questa triste faccenda ha la mia stima e fraterna vicinanza. Siano le Sue parole di Forza e Vigore per tutti noi!

  13. Molti anni fa stesso settimanale a foglio da quotidiano attacco senza motivo e senza prove alla Libera Muratoria.Venne quindiun giudice che cercava riscontri e prove concrete non trovò nulla dopo anni trasferì il tutto ad altra Procura che non trovò niente.Adesso una Commissione parlamentare vuole modificare un articolo della Costituzione Italiano pur non avendo questo potere e lo stesso settimanale progressista collabora con questa crociata da Inquisizione ?

  14. La Libertà che le Istituzioni conformano per garantire ad ogni Persona di confarsi con il Libero Pensiero è stata garantita da Fratelli Massoni che hanno dato ben più che la loro Intelligenza alla costruzione delle “conformazioni sociali” in cui ci esprimiamo. in Responsabilità Personale Sociale Politica Jouvance Editore 2016

  15. Indubbiamente le tenebre dell’ignoranza mascherate oggi da populismo ci vedono come nemici , per questo e’ necessario smettere di arroccarci sempre piu’ in difesa ,quasi con senso di colpa , basta con le paure dell’esterno , si corre il rischio cosi’ di spararci sui piedi , occorre stringerci ancora di piu’ dimostrando la nostra totale solidarieta’ verso il nostro Gran Maestro Stefano Bisi , a cui dobbiamo essere riconoscenti per la difesa della nostra Istituzione che sta portando avanti , ritengo che in momenti come questo il G.M. non debba essere lasciato solo , ma debba essere accompagnato in questa sua campagna , io per parte mia sarei anche disposto a una manifestazione pubblica per ribadire con forza il nostro orgoglio massonico , vogliono i nomi ? diamoli le nostre facce , non abbiamo nulla da nascondere . pensiamoci !!!
    Lido Montemaggi R.L. G. Garibaldi 1436 Follonica

  16. Grazie Gran Maestro. Ma cosa stiamo ancora aspettando a promuovere azioni legali contro l’abuso di potere esercitato dalla Commissione Antimafia e dalla sua presidente nonchè contro tutti quanti, comprese testate di giornali, che osano infangare la reputazione dell’Ordine e dei suoi iscritti ! Le sole parole di esecrazione e di sdegno non bastano ! Occorre denunciare anche in sede internazionale, ricorrendo a organi di giustizia, questi vegognosi ed illegittimi attacchi tout court contro la Massoneria.

  17. Non sono massone ( anche se della massoneria ho sempre apprezzato quasi tutte le le battaglie laiche che l’Istituzione ha combattuto nella sua lunga storia, pur essendo io cattolico ) e leggo da sempre l’Espresso ma, sinceramente, non mi spiego quanto contenuto nell’ultimo numero di questo pur storico settimanale.
    La mia solidarietà da ‘profano’ al G.M. Stefano Bisi ed a tutti i Fratelli del GOI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *