Termini Imerese. La Loggia Giordano Bruno riprende i lavori con il rituale della “Posa della prima pietra”

La Loggia Giordano Bruno (1376) di Termini Imerese ha ripreso i lavori il 20 settembre con l’antico rituale della “Posa della Prima Pietra” che affonda le radici nella tradizione più antica della costruzione del Tempio di Re Salomone. Un rituale intenso e suggestivo che ha consentito ai presenti di risentire l’eco dei colpi ritmici dati sulla pietra da Re Salomone, affinché la “promessa di avvenimenti gloriosi, il germoglio di profonde verità, l’inizio di una umanità grandiosa” non possa morire mai.

La tornata, arricchita dalla presenza dell’ispettore di loggia, del maestro venerabile di una rappresentanza della Loggia Francesco Crispi (794), sempre di Termini Imerese, è stata caratterizzata dalla tavola dell’oratore, incentrata sul senso della celebrazione dell’Equinozio d’Autunno, dalle riflessioni del maestro venerabile, dagli interventi di alcuni presenti e dall’ascolto di vari brani musicali.

La serata si è conclusa con un’agape fraterna nel giardino della casa massonica della loggia, sita in via Ugdulena, dove i partecipanti si sono ritrovati tra alberi di agrumi e melograni, avvolti dall’odore di piante e fiori e coperti dalla volta stellata del cielo di settembre.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.