Storia e cultura in Versilia, al via ciclo di incontri. Sabato 17 marzo primo appuntamento a Viareggio

Le logge del Grande Oriente d’Italia “Felice Orsini” e “Dante Alighieri” di Viareggio hanno in programma per il 17 marzo una conferenza aperta a tutti. Titolo dell’incontro: “La Versilia fra movimenti letterari e letterati”. Per l’occasione la nuova sede della Massoneria viareggina  aprirà le porte del Tempio alla cittadinanza. Sarà presente il Gran Maestro Stefano Bisi. L’appuntamento è a Viareggio, in Via Monte Sumbra 21, alle ore 16,30.

Questa conferenza è la prima di una serie che interesserà la storia e la cultura versiliese. Con l’incontro di sabato sarà introdotto l’argomento evidenziando il ruolo della Versilia nello sviluppo dei più importanti movimenti letterari del Novecento. “Lo faremo recuperando le origini di Viareggio – fanno sapere gli organizzatori – che, per come e nata, aveva già in nuce le caratteristiche per divenire una terra amata dai più grandi letterati italiani e dai Premi Nobel. Non possiamo dimenticare come figure del calibro di Carducci, Pascoli, D’Annunzio, Montale, Quasimodo, solo per citarne alcuni, hanno visto le loro vite intrecciate con la storia di questa terra. Terra che dal 1929 ha visto nascere una delle massime istituzioni letterarie italiane, il Premio Letterario Viareggio”. “E lo faremo – aggiungono – non tanto e non solo ripercorrendo la vita di questi giganti della cultura, alcuni dei quali massoni, ma cercando di dare un respiro più ampio alla vita letteraria della Versilia in generale e di Viareggio in particolare. Lo faremo dialogando e chiedendo il supporto di chi della cultura ne ha fatto una passione di vita, prima che una professione”.

Porteranno contributi al convegno il giornalista Adolfo Lippi che introdurrà il contesto storico nel quale la Versilia e Viareggio sono nate e si sono formate come fucina e terra di adozione di grandi letterati; Simona Costa, presidente del Premio Letterario Viareggio, che ricorderà le origini, l’evoluzione e soprattutto le ragioni che hanno reso e rendono oggi questo premio letterario così importante; Franco Contorbia, professore di Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea dell’Università di Genova, che esaminerà il rapporto tra Eugenio Montale, Premio Nobel per la Letteratura nel 1975 e membro della giuria del premio, e la città di Viareggio.

Insieme al Gran Maestro Stefano Bisi, parteciperanno alla manifestazione il Gran Maestro Onorario Massimo Bianchi e il Presidente del Collegio Circoscrizionale della Toscana Francesco Borgognoni.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.