Storia della Massoneria anconetana. Incontro a Senigallia

ManifestoSenigalliaMDopo il grande successo a Fabriano, il libro di Luca Guazzati “La Massoneria nella provincia di Ancona” è stata ancora alla ribalta, questa volta a  Senigallia dove il 14 maggio, in un incontro pubblico che si è tenuto nell’Auditorium S. Rocco è stato presentato il volume edito da Pixel, che  richiama nel titolo uno spaccato di storia della Massoneria marchigiana che attraverso la cronaca di fatti e personaggi della Loggia Garibaldi (140) di Ancona, la seconda più antica d’Italia, e delle sue filiazioni in quasi tutta la provincia, offre spunti di storia locale davvero originali e poco noti e che emergono dai simboli di squadra e compasso, sparsi sulle lapidi delle più illustri tombe dei cimiteri cittadini, protagonisti e personalità di intere famiglie massoniche. Le località interessate dallo studio – al quale hanno contribuito Fabrizio Bartoli, Sergio Bellezza, Gabriele Costantini e Renzo Franciolini – sono numerose e, oltre Ancona, interessa i contesti storici di Falconara, Senigallia, Osimo, Loreto, Jesi-Fabriano, Castelplanio, Sassoferrato e Corinaldo.

All’incontro, realizzato con il patrocinio del Comune di Senigallia, sono intervenuti il sindaco Maurizio Mangialardi, l’assessore alla cultura Simonetta Bucari e il presidente circoscrizionale del Grande Oriente d’Italia nelle Marche, Fabrizio Illuminati. Tra i relatori, oltre al curatore Guazzati e al giornalista Costantini, già citato, figura lo storico e scrittore Pietro Rinaldo Fanesi. Modera i lavori Mauro Pierfederici.

 

ALLEGATI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.