Seconda edizione del Premio Asproni per la migliore tesi di dottorato in storia contemporanea

L’Associazione Culturale Giorgio Asproni ha bandito il concorso per l’assegnazione di un premio, dell’importo di euro 1.500 per la migliore tesi di dottorato discussa presso le università italiane, avente per oggetto la storia politica e sociale italiana fra XIX e XX secolo.

Possono partecipare coloro che abbiano conseguito un dottorato in storia in data successiva al primo gennaio 2013, e fino al 15 ottobre 2014. La commissione sarà composta dal presidente dell’Associazione Giorgio Asproni, Idimo Corte, e dai professori Fulvio Conti (Università di Firenze), Santi Fedele (Università di Messina) e Marco Pignotti (Università di Cagliari).

Le domande dovranno pervenire entro il 30 ottobre prossimo a questo indirizzo: Associazione Culturale Giorgio Asproni, Viale Trieste 59 – 09123 – Cagliari. Deputato della sinistra storica dal 1848 al 1876, Asproni è stato un brillante giornalista, grande firma di numerose testate italiane, spagnole e americane, e direttore di vari quotidiani. Fu amico di Mazzini, Garibaldi e Cattaneo, con i quali discusse la questione sarda. Strenuo promotore dello sviluppo economico e culturale della Sardegna e del Meridione, Asproni fu massone, dal 1867 e fino alla fine dei suoi giorni, fatto che documentò nel suo monumentale “Diario Politico” insieme al suo impegno continuo per la diffusione in Italia dei principi repubblicani, insieme a quelli della laicità e dell’autonomia.
Segreteria Organizzativa:
Per scaricare il bando completo: www.associazioneasproni.it
Per info chiamare il numero: 349 8329709 oppure scrivere a: segreteria@associazioneasproni.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.