Scout, tra i padri ispiratori Kipling e Decroly

Che rapporti ci sono stati e ci sono attualmente tra il movimento scoutista, parlando della componente più marcatamente laica, e la Massoneria? Ufficialmente nessuno con buona pace di coloro che vogliono vedere la lunga mano della Massoneria avvolgere e controllare molte associazioni di servizio e di solidarietà.

Ma pur senza rivendicare primogeniture, senza voler dimostrare a tutti i costi che il fondatore Robert Baden Powell fosse un Fratello, non si può non riconoscere che molto dell’associazionismo rivolto verso i giovani che nacque tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento sia in qualche modo debitore verso la cultura, il pensiero massonico che tanto ha dato allo sviluppo della pedagogia.

In un articolo che sarà pubblicato sul prossimo numero di “Erasmo Notizie”, a firma di Marco Novarino (Università di Torino), verrà affrontato questo affascinante argomento e si scoprirà che gli ispiratori dello scoutismo furono due grandi massoni: lo scrittore Rudyard Kipling e il pedagogista belga Ovide Decroly.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.