Scenari urbani multietnici e diritti di cittadinanza. Convegno sull’immigrazione

“Così come, negli anni venti, i nostri immigrati hanno cercato fortuna in America, allo stesso modo succede che il nostro Paese diventi scelta privilegiata per tanti popoli. C’è un parallelismo che ritorna nel tempo e che ci impone di rivedere l’etnia, che, pertanto, non può essere criminalizzata e di rispettare la dignità lavorativa di queste persone”.

Lo ha sottolineato Marcello Colloca, presidente del collegio circoscrizionale della Calabria Grande Oriente d’Italia, ricordando l’intensa attività di promozione del dialogo tra culture diverse in cui è impegnata la Comunione, nel corso del convegno che si è tenuto a Reggio Calabria all’auditorium Calipari di Palazzo Campanella, organizzato dal Goi e dal collegio circoscrizionale della Calabria ed incentrato sugli scenari urbani multietnici, i diritti di cittadinanza e le possibili sfide per il futuro.

Sono intervenuti l’Imam Yusuf Abd al Hady Dispor, rappresentante della comunità religiosa islamica italiana per la regione Sicilia; il prof. Ezzan Hassan (Università per Stranieri); Rahma Mohamed Hassan (responsabile relazioni commerciali Somalia); il prof. Carlo Colloca (sociologo), il giornalista Franco Arcidiaco, che ha moderato il dibattito, il sindaco di Crotone Peppino Vallone, e il presidente centro assistenza e servizi romeni in Italia Leontin Cojocea. Il Gran Maestro Onorario Ugo Bellantoni ha portato il saluto del Gran Maestro Stefano Bisi impossibilitato a partecipare per concomitanti impegni istituzionali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.