Roma 27 marzo 2008 – Omaggio a Franco Cuomo.

E’ con un incontro dedicato a Franco Cuomo, scrittore e drammaturgo tra i piu’ interessanti del panorama contemporaneo, scomparso lo scorso luglio, che la Societa’ Italiana Autori Drammatici riprende a pieno ritmo le sue attività di promozione culturale, dopo l’inserimento di un articolo ad hoc nel nuovo Decreto Ministeriale appena entrato in vigore che torna ufficialmente a riconoscere all’associazione il suo ruolo storico di promoter della drammaturgia contemporanea e di sponsor di attività volte a diffonderne la conoscenza anche attraverso la produzione di spettacoli e la pubblicazione di opere. L’omaggio a Cuomo, che si terrà giovedì 27 marzo alle 17 nella Biblioteca del Burcardo a Roma, è stato anticipato anche dalla pubblicazione sulla storica testata della Siad “Ridotto”, nel numero uscito a dicembre 2007, di uno dei suoi ultimi lavori teatrali, l’atto unico “Tempo Scaduto”.

A parlare di Cuomo sarà Maricla Boggio, segretario generale della SIAD, autrice e regista, testimone degli esordi teatrali dello scrittore. Interverrà anche Maurizio Scaparro, che nel 1977 affidò a Cuomo una traduzione nuova del “Cyrano”, 80 anni dopo quella di Giobbe, per una operazione culturale che culminò in uno grandissimo successo anche in Francia dove il testo di Edmond Rostand fu proposto in italiano, protagonista Pino Micol. Porterà la sua testimonianza Mario Prosperi, direttore del Teatro Politecnico di Roma, dove di Cuomo fu rappresentato “Addio Amore”, (Premio Fondi La Pastora). Gianni Musy e Arnaldo Ninchi, rispettivamente Mussolini e Matteotti nell’opera di Cuomo il “Caso Matteotti”, rappresentato nel 1968 con la regìa di Edmo Fenoglio, rievocheranno quell’irripetibile esperienza al teatro alla Lungara nel clima fervido della primavera di 40 anni fa.

Ma non sarà solo il teatro di Cuomo protagonista della serata. Lo storico Vallauri si soffermerà anche sull’ultimo saggio dello scrittore, “I Dieci”, pubblicato da Baldini Castoldi Dalai, sugli scienziati fascisti che nel 1938 elaborarono il Manifesto della Razza. Il professore Franz Ciminieri ripercorrerà le tappe più significative del Cuomo romanziere, dall’ultimo libro, “Anime Perdute”, pubblicato sempre con Baldini Castoldi Dalai, alla saga di “Gunther d’Amalfi, cavaliere templare”, con cui lo scrittore fu finalista due volte al Premio Strega, all’ultima opera, la cui uscita è prevista per settembre, intitolata “Squinn, il templare che tradì”. Concluderà l’incontro la lettura di “Tempo Scaduto” a cura di Valentina Rosati con Valeria Almerighi e Luca Marinelli, allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”.

Leggi l’invito [ Scarica file File Formato PDF Size 105.0 Kb ]
© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.